Terme Scrajo: quando bellezza e salute coincidono

Le Terme di Vico Equense, ubicate nella località Scrajo, sembrano incarnare alla perfezione il paradigma del ruolo terapeutico della bellezza al servizio delle comunità. La bellezza assoluta dei luoghi, del panorama, dei monti, del mare e dell’aria, della struttura, del cibo, si coniugano con la salubrità dei trattamenti termali, facendo di questo sito benedetto dalla Natura generosa uno scrigno prezioso per la salute fisica e psichica. Come per magia, l’esperienza estetica, sensoriale ed emozionale, incantando occhi e cuore, sa combinarsi con i documentati effetti terapeutici delle acque termali, diventare generatrice di benessere e serenità.

Inoltre, le Terme Scrajo traboccano di storia e cultura. Il termalismo è uno dei sistemi di cura più antichi e longevi, risalente all’epoca greca e poi amplificato in epoca romana. Furono gli antichi Romani, infatti, a creare in ogni parte dell’Impero le vasche pubbliche (“balnea”) in prossimità di sorgenti naturali di acqua e ad attribuire loro una funzione terapeutica. Col passare del tempo, i bagni termali nell’antica Roma divennero una vera e propria istituzione sociale, e grazie al diffondersi degli acquedotti vennero creati sontuosi edifici e sofisticati impianti designati con il nome di “thermae”. Questi vennero arricchiti di decorazioni artistiche, palestre, biblioteche, sale, fontane, giardini fioriti e viali ombreggiati, trasformandosi in luoghi di ricreazione, aggregazione, sport, convivialità e cultura. Dopo aver fatto ginnastica, gli antichi praticavano i bagni e i massaggi per poi rimanere a leggere, conversare, ascoltare musica o dibattiti e conferenze, guardare spettacoli, godere delle attrattive naturalistiche, artistiche, enogastronomiche delle terme, in modo da uscirne del tutto rinfrancati nel fisico e nello spirito. Probabilmente nell’antichità tutta l’area delle attuali Terme Scrajo era meta di persone alla ricerca di benessere e salute, infatti si ritiene che il nome faccia riferimento non solo all’aggettivo “scosceso”, per la tipica costa a picco sul mare, ma anche alla pratica di “saltare” degli antichi sacerdoti nei loro riti propiziatori per aiutare le persone che visitavano questi ameni luoghi a ritemprarsi e rigenerarsi attraverso l’igiene del corpo e il sollievo della mente.

Le Terme Scrajo riprendono oggi in pieno la filosofia del percorso benessere delle terme romane, offrendo servizi termali d’avanguardia accanto alla possibilità di passare momenti indimenticabili immersi nella natura, pernottare nelle stanze esclusive e gustare le prelibatezze della cucina mediterranea famosa nel mondo. Fondate nel 1897 dalla famiglia Scala, che ancora le gestisce, le Terme Scrajo sono una stazione idrotermale che sfrutta il clima marino particolarmente benefico della Penisola sorrentina e gli effetti terapeutici dei trattamenti termali basati sulle acque salso-bromo-iodiche e sulfuree di cui le sorgenti su cui si fondano sono particolarmente ricche. I preziosi oligoelementi che compongono tali acque derivano dal lungo processo di sedimentazione delle acque piovane all’interno delle rocce dei monti Lattari fino al livello del mare: nel percorso fino alla sorgente le acque si arricchiscono via via di sostanze minerali di cui il territorio è particolarmente ricco. Le fonti termali, particolarmente generose, erogano circa 24mila metri cubi di acque al secondo, a una temperatura di 18° (ipertermale). Dalla fonte termale l’acqua viene incanalata all’interno di un complesso sistema di tubature in acciaio inossidabile, isolate e coibentate, che mantengono inalterate le sue caratteristiche chimico-fisiche.

Le acque raccolte vengono utilizzate per bagni e docce, fanghi termali (prodotto naturale che nasce dalla mescolanza dell’acqua sulfurea salsobromoiodica con l’argilla), antroterapia (grotte), massaggi, irrigazioni (vaginali, nasali, orali, intestinali o rettali), idromassaggi, inalazioni o insufflazioni (timpaniche) o politzer o cateterismo tubarico. La terapia termale (“crenoterapia”) viene integrata dalle possibilità di discesa in spiaggia, dove si benefica delle acque marine, sempre caratterizzate da una componente sulfurea (talassoterapia). Grazie alle dimostrate proprietà antinfiammatorie, anti-ossidanti, immuno-stimolanti, trofiche, tonificanti, vasodilatatrici, muco-regolatrici, le acque termali salso-bromo-iodiche e sulfuree sono utilizzate per prevenire e curare in modo naturale patologie croniche, degenerative o recidivanti a carico di vari apparati: cute, sistema muscolo-scheletrico, distretto otorinolaringoiatrico, apparato respiratorio e cardio-vascolare, gastro-intestinale, genito-urinario, complesso metabolico. Ma in realtà, al di là della specifica patologia, si può dire che qualunque persona può trarre dalla terapia termale un effetto positivo su umore e salute.

Carlo Alfaro

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, gli agrumi protagonisti al Mercato della Terra

I meravigliosi frutti di alberi che fecero la fortuna dell'agricoltura della costiera sorrentina Piano di Sorrento - Gli agrumi sono i…

09 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, buoni spesa in favore di famiglie in difficoltà economiche

Il Comune ha indetto un avviso pubblico per l’assegnazione di un contributo economico mediante per l’emergenza di Covid-19 Meta – Il Comune…

18 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, percorso degli olimpionici e recupero Villa Romana

Presentate le schede progettuali che consentiranno al comune di Vico Equense di entrare, assieme ad altri 19 comuni della zona Sud di…

20 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Incidente SS 163, recuperata l'auto della tragedia sfiorata

Nel primo pomeriggio del 16 gennaio l’autogru dei Vigili del fuoco di Napoli ha tirato su la Toyota finita nella…

16 Gen 2022 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri, pauroso incidente nel porto

La motonave della Caremar urta il pontile a causa delle forti raffiche di vento e meno male che non feriti [caption…

09 Gen 2022 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Atrani, anziana donna cade dal balcone è muore

Tutto accade nelle prime ore del mattino, verso le 3.30 Redazione – Ad Atrani un’anziana donna cade dal balcone è…

02 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Maiori, riaperta a senso unico alternato la SS 163

Nella mattina del 18 dicembre, alle ore 10 circa, la statale è ripercorribile nella frazione di Erchie Redazione – A Maiori…

18 Dic 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano