Stupro turista inglese, quintetto resta in carcere

Ma potrebbe riavere la libertà perché si sono rivolti al Tribunale del riesame

 

Redazione – Il quintetto che avrebbe messo in atto lo stupro alla turista inglese resta per ora in carcere ma potrebbe riavere la libertà perché si sono rivolti al Tribunale del riesame. 

Per ora restano in cella nel carcere partenopeo di Poggioreale, questo è stato deciso  ma nel contempo i difensori mettono in atto tutte le procedure da inserire nel fascicolo con l’obiettivo di smontare le tesi della Procura, a partire dalle dichiarazioni rilasciate dalla figlia della vittima. Infatti ora in ballo è entrata, perché era in vacanza con la madre, la figlia che, come è logico, ha dovuto fornire la sua versione dei fatti sull’accaduto, così come quelle fornite dal quintetto. E qui cominciano le dolenti note, perché, come ci insegna la prassi, non tutte le versioni fornite in casi del genere, camminano sullo stesso binario, anzi diversi. La donna 26enne ha raccontato alla polizia inglese che elle avrebbero bevuto una bottiglia di rosato, poi a ciascuna di loro, ancora un bicchierino di limoncello offerto da un cameriere, un drink ed altri cicchetti a base di vodka. Il tutto è una specie  di ‘bomba’ che innesca l’ubriacarsi con il non capire più nulla ed è così che ad entrambe le donne sarebbe accaduto. La stessa 26enne ha poi riferito di non essersi sottoposta alle avance di un cameriere e che poi avrebbe vomitato tutto in un bagno. Ma ha anche affermato che la madre dopo essersi accertata come stava le avrebbe detto di recarsi nella sua stanza. Ma poi quando è salita in camera ha bussato, ma nessuno ha risposto. È andata in cerca della madre nell’albergo e quando stava per prendere l’ascensore l’ha vista in un altro insieme ad una persona e sembrava non avere difficoltà. Poi ammette di aver pensato che sua madre fosse andata via con un ragazzo e di essere stata infastidita da quell’atteggiamento. Questa la versione della giovane donna inglese, ma quella dei cinque e differente perché hanno ricostruito una diversa dinamica dei fatti, anche differente da quella fornita dalla donna inglese che ha detto che è stata drogata e stuprata. Uno di loro, il 34enne, sarebbe stato corteggiato della donna inglese ma alle 23.30, dopo aver terminato il turno di lavoro, si sarebbe allontanato per prendere l’autobus per Portici, ma lo stesso ha riferito di aver incontrato il suo amico con la turista. Amico che però ha smentito che l’incontro ci sia stato ma avrebbe ammesso di aver avuto un rapporto sessuale con la donna che era consenziente. Insomma come si evince molte cose non combaciano, anzi sbattono contro, perché  i test a cui è stata sottoposta la donna ed è emersa l’assunzione di benzodiazepine, infatti, coprono un arco temporale di tre mesi, ben più ampio della settimana che la donna ha trascorso nella cittadina costiera. In poche parole non è certo che ella sia stata narcotizzata con Ghb sciolto nel drink  e questo perché questa sostanza è contenuta in farmaci di uso comune. Poi come non combaciamo le versioni fornite da ognuno degli ex dipendenti dell’albergo e quella della figlia della donna.

Ora gli avvocati si appelleranno ai vari perché: come mai una figlia che non trova la madre non avverte il personale dell’hotel? Accusa gli effetti dell’alcool oppure vuole lasciare la possibilità di consumare un rapporto sessuale? E cercheranno di smontare le tesi le tesi della Procura.

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

“Colli in Festa” a Piano di Sorrento

 La mostra-mercato dei prodotti agricoli in quattro giorni   Foto tratta dal diario di Facebook di Nello Iorio Piano…

14 Giu 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta: assoluzione per Quintero

Meta: Si è chiusa con assoluzione per insufficienza di prove la lunga odissea di Quintero di Meta , difeso dal…

11 Giu 2019 Meta Adele

Vico Equense

Vico Equense, 23mln per riqualificare sei hotel

sul territorio  Vico Equense – Un investimento di 23mln per riqualificare sei hotel che hanno deciso di agire in “rete” per…

23 Mag 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Notte magica di inizio estate a Capri. Le foto

Con i fuochi d’artificio al largo dei Faraglioni Emozionanti foto sono state scattate ieri notte da Mario Coppola. I Faraglioni illuminati…

09 Giu 2019 Campania Capri Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Incontro ravvicinato con capodoglio e tartaruga. Il video

Il mare di Capri continua a regalare emozioni Emozioni a non finire. E’ ciò che continua a regalare il mare di…

05 Giu 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

È morto Franco Zeffirelli, il maestro del cinema italiano col…

All'età di 96 anni, nella sua casa di Roma, sull'Appia Antica Addio a Franco Zeffirelli. Il grande regista fiorentino, all'anagrafe Gian Franco Corsi Zeffirelli,…

16 Giu 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Amalfi affonda in laguna, trionfa Venezia

Débâcle dell'equipaggio azzurro Amalfi affonda in laguna e chiude clamorosamente all'ultimo posto la 64esima edizione della Regata Storica delle Antiche Repubbliche Marinare.…

05 Giu 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook