Sacrificio Napoli, Inter matata

Nella gara di andata della semifinale di coppa Italia gli azzurri si compattano ed escono vincenti da San Siro

 

Foto tratta da tuttonapoli.net

Redazione – Quello visto al San Siro-Meazza è stato un Napoli votato al sacrificio che ha matato un’Inter che ha provato il tutto per tutto fino al 94’.

Forse dopo la cocente sconfitta interna in campionato con il Lecce, si aspettava un’Inter che poteva fare del Napoli un sol boccone, ma invece la guardinga difesa, l’essere ben compatti e chiusi, ha dato meno spazi ai vari Lukaku e Lautaro. Anche se la squadra di Conte ha cercato di sfruttare del primo la stazza fisica, ma ben frenata dal difensore centrale, ha pressato molto alto per interrompere l’avvio dell’azione azzurra. In qualche fase ha dovuto faticare non poco per entrare nell’area napoletana, poi quando ci è riuscita ha fatto vedere i sorci rossi ad Ospina che ha risposto per le rime. Sorci rossi che la squadra di Conte ha visto quando c’è stata qualche ficcante ripartenza azzurra, tra cui quella che, però alla fine, è stata ben sfruttata da Fabian Ruiz con una sfera a giro. Quello che deve mettere in atto la squadra di mister Gattuso, come nella conferenza stampa ha dichiarato, di interpretare il lavoro che si svolge in settimana, non bisogna regalare dei palloni agli avversari.

Ritornando alla gara, è stata più vivace nella seconda parte, anche dal fatto che la rete di Fabian Ruiz ha fatto mettere ancora più verve ai nerazzurri, specie nel finale dove hanno dato tutto quel che potevano, ma la retroguardia azzurra ha eretto una barriera quasi invalicabile.

Il copione perlopiù è stato con i partenopei ad essere compatti, a chiudere gli spazi, a soffrire con un team alquanto ben messo fisicamente, ben concentrati, anche se qualche svarione è stato fatto, ma non ha compromesso nulla.

Si vedrà in terra sarda se si continuerà su questa falsa riga.

La cronaca della partita e l’intervista a Gattuso sono tratte da tuttonapoli.net

22.42 – E FINITAAAAAA! Grandissima impresa del Napoli di Gattuso che esce trionfatore da San Siro. Ottima prestazione degli azzurri che hanno saputo soffrire e hanno portato la semifinale d’andata a casa. Grandissimo gol di Fabian che torna ad essere decisivo. Appuntamento alla sfida di ritorno al San Paolo.

93′ – Bastoni scodella in verticale per Lukaku, sovrastato ancora da Manolas. Demme completa poi il disimpegno.

92′ – Calcio d’angolo per il Napoli

90′ – 4 minuti di recupero

89′ – Biraghi lancia per Eriksen, che crossa profondo per D’Ambrosio. Lo stop non è perfetto e Mario Rui ne approfitta per buttar la palla più lontano che può.

88′ – Forcing dell’Inter, bravo Politano a dare una mano ai suoi

87′ – ERIKSEN! Lautaro calcia, ribatte il muro azzurro. Sulla seconda palla ci prova Eriksen, il cui tiro viene deviato in angolo, a pochi passi dal palo della porta difesa da Ospina.

86′ – Ammonito Ospina pe perdita di tempo

85′ – D’ambrosio prova a incunearsi nella difesa azzurra, ma si trascina la palla sul fondo

84′ – Sanchez riceve in area, finta di andare a sinistra e sterza sul destro. Brava la difesa del Napoli a chiudere ogni spazio.

82′ – Terzo cambio per Gattuso: entra Allan, esce Zielinski

81′ – Bravo Milik a indietreggiare e prendersi un prezioso fallo che fa respirare gli azzurri

80′ – Barella verticalizza per Lautaro Martinez. Manolas svetta di testa, sovrastando il numero 10 nerazzurro.

78′ – Altro cambio per Gattuso: esce Callejon, entra Politano

77′ – Mario Rui strattona evidentemente Lukaku e si becca il cartellino giallo.

76′ – CHE OCCASIONE PER L’INTER! Lautaro va via a Di Lorenzo sulla fascia. Demme non lo tiene, l’argentino mette al centro. Batti e ribatti a due passi da Ospina, che alla fine si tuffa sulla palla e la fa sua.

75′ – Lukaku riceve sul lato corto dell’area. Cross morbido facile preda di Ospina

74′ – Secondo cambio per Conte: esce Moses, dentro Sanchez

73′ – Primo cambio per Gattuso: fuori Mertens, dentro Milik

72′ – ERIKSEN! Lukaku scarica palla sul danese che calcia dal limite, palla fuori

71′ – Eriksen scodella in area per Barella, che controlla col petto e centra con il destro: Ospina blocca senza problemi.

70′ – Ammonito Conte per proteste

69′ – Bravo Mertens a guadagnare un fallo nella trequarti azzurra

68′ – Lancio profondo per Lautaro Martinez, ma Ospina esce e anticipa l’argentino.

67′ – Biraghi batte un calcio di punizione, sul primo palo Di Lorenzo anticipa tutti e si rifugia in corner.

66′ – Primo cambio per Conte: esce Sensi, entra Eriksen

65′ – Fallo di Demme sulla trequarti, steso Moses

64′ – Ripartenza veloce del Napoli. Fabian fa correre Callejon sulla destra. Quest’ultimo cerca Elmas sul secondo palo, ma il suggerimento è fuori misura.

63′ – LAUTARO! Maksimovic sbaglia un passaggio in orizzontale, l’argentino ne approfitta e calcia, palla a lato

61′ – Dopo lo scontro con Callejon, Biraghi resta a terra, lamentando un colpo al volto. Nulla di grave per l’ex Fiorentina

60′ – Barella riceve sulla destra, converge al centro e va al traversone. La difesa del Napoli tiene bene.

57′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL ! FABIAN! Lo spagnolo triangola con Di Lorenzo, manda al bar Brozovic con una finta e con un sinistro a giro non dà scampo a Padelli, centrando l’angolo lontano!

55′ – D’Ambrosio scucchiaia per Lautaro, ma l’argentino è in fuorigioco

54′ – Cross per Lautaro, anticipato da Manolas. Il greco non rischia e ribatte in fallo laterale

52′ – Sugli sviluppi del piazzato nessun problema per la difesa del Napoli, che allontana

51′ – Manolas troppo lento nella manovra, si fa rubare palla da Lautaro: il greco commette fallo e viene ammonito

50′ – D’Ambrosio scodella per Lukaku, che prende il tempo a Maksimovic e incorna: blocca facilmente Ospina

48′ – Lancio di D’Ambrosio per Sensi, ma Di Lorenzo lo sovrasta di testa e recupera palla.

47′ – Lautaro riesce ad imbucare in area, ma Ospina in uscita bassa anticipa tutti.

46′ – Sostituzione per l’Inter all’intervallo: fuori Skriniar, dentro D’Ambrosio.

21.52 – Si riparte, iniziata la ripresa

21:34 – Fine primo tempo. Terminata la prima frazione di gioco: ritmi blandi a San Siro, gli azzurri hanno allo scadere del tempo l’occasione più nitida del primo tempo, ma il polacco si fa ipnotizzare da Padelli. Napoli accorto dietro, ottima la mossa di Gattuso di mettere Mertens a uomo su Brozovic impedendo al regista croato di verticalizzare

47′ – ZIELINSKI! Bella azione del Napoli. Mertens confenziona un cioccolatino per Zielinski, che calcia da posizione leggermente defilata. Respinge Padelli.

45′ – 2 minuti di recupero

44′ – Lautaro sposta Maksimovic, fallo sul calciatore napoletano

43′ – Apertura a sinistra per Mario Rui. Cross ribattuto da Moses, che poi mette il corpo davanti e subisce anche il fallo del portoghese.

41′ – Altra sventagliata per Moses, altro pallone troppo profondo. Altro possesso per il Napoli.

40′ – Sull’azione precedente botta alla spalla per Callejon, lo spagnolo si rialza

39′ – Giropalla infinito del Napoli, Zielinski prova il filtrante dentro per Callejon, Padelli blocca

38′ – Brozovic scodella in area dalla trequarti: una telefonata per Ospina.

37′ – L’Inter fa fatica a sviluppare. Mertens resta basso su Brozovic, senza andare a pressare i difensori, rallentando di fatto il giropalla nerazzurro.

35′ – Bastoni cambia gioco a cercare Moses, ma dà troppa forza alla sua sciabolata: palla direttamente sul fondo.

34′ – ZIELINSKI! Fabian serve il polacco che dai 30 metri calcia, tiro lontano dallo specchio di Padelli

33′ – Lancio per Lautaro Martinez. Manolas lo sovrasta ancora e l’argentino commette fallo.

32′ – Mario Rui va alla battuta del corner, ma crossa troppo profondo: palla sul fondo dall’altro lato.

31′ – Manolas sventagliata per Elmas sulla sinistra. Il macedone punta l’uomo, entra in area e mette al centro. Biraghi devia in angolo

30′ – De Vrji prova la verticalizzazione lunga a cercare Lautaro, ma l’argentino è in fuorigioco

28′ – Sulla seguente punizione ci prova Biraghi, palla a lato

27′ – Lautaro prova ad andare via a Demme al limite dell’area con una sterzata. L’ex Lipsia lo stende e concede una chance su punizione ai nerazzurri.

26′ – Callejon scambia con Fabian, poi va al cross basso. Non riesce a controllare nessuno in area, l’Inter si salva.

24′ – Fabian riceve sulla destra e va subito al traversone per Elmas. Padelli e Moses sono in vantaggio, ma pasticciano e regalano il corner al Napoli.

22′ – Lancio lungo di Mario Rui a cercare Elmas. Scala de Vrij a chiudere sulla sinistra. Bravo poi l’olandese a disimpegnarsi bene.

20′ – Il Napoli prova a costruire dal basso, ma fa fatica perché stasera sta funzionando bene il pressing alto dell’Inter.

18′ – Mario Rui recupera palla e prova subito a verticalizzare per Mertens, anticipato però da Skriniar.

17′ – LAUTARO MARTINEZ! Apertura per Biraghi, che controlla bene e scodella per il numero 10: colpo di testa di Lautaro, che spedisce alto sopra la traversa, non di molto.

16′ – Demme sbaglia il disimpegno, Lautaro s’invola verso il limite dell’area, il tiro però è facile preda di Ospina

14′ – Elmas va via a Skriniar a centrocampo, ma arriva subito Barella che lo metto giù con una spallata valutata irregolare da Calvarese.

12′ – Bastoni prova la verticalizzazione verso Lukaku, Ospina fa la guardia e la palla esce a lato

11′ – MERTENS! Il primo squillo della partita è del Napoli. Fabian apre su Callejon, che vede Mertens in area e lo serve. Tiro di prima del belga, palla di poco alta sopra la traversa.

10′ – Giropalla Napoli adesso. Le squadre si stanno ancora studiando e i ritmi non sono alti.

9′ – Cross di Skriniar, Fabian spazza in rimessa laterale

8′ – Mertens combina con Di Lorenzo, poi va al cross dalla fascia destra. La retroguardia copre bene l’area.

7′ – Lancio di Brozovic a cercare Lukaku, anticipato bene da Manolas. Di Lorenzo completa il disimpegno alleggerendo su Ospina.

6′ – Moses scarica su Brozovic dopo una disattenzione di Maksimovic. Il croato calcia di prima intenzione, ma Ospina blocca senza problemi.

4′ – Elmas si rialza adesso. Sta bene e resta in campo. Può ripartire il match

3′ – Subito Elmas a terra per via di uno scontro con Skriniar, ammonito lo slovacco

2′ – Imbucata centrale per Lukaku, che spalle alla porta prova a fare da sponda per Lautaro, ma la difesa del Napoli chiude bene.

20.47 – PARTITI! E’ iniziata Inter-Napoli

20.40 – Squadre in campo. Presenti circa 50mila spettatori a San Siro

LE FORMAZIONI UFFICIALI:

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Moses, Barella, Brozovic, Sensi, Biragi; Lukaku, Lautaro. A disp.: Handanovic, Stankovic, Berni, Godin, Sanchez, Vecino, Ranocchia, Young, Borja Valero, Eriksen, D’Ambrosio, Candreva. All.: Conte.

Napoli (4-3-3): Ospina, Di Lorenzo, Maksimovic, Manolas, Mario Rui; Fabian, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Elmas. A disp.: Meret, Karnezis, Koulibaly, Luperto, Allan, Lobotka, Insigne, Llorente, Lozano, Milik, Politano. All.: Gattuso.

Gattuso in conferenza: “Sempre questa umiltà, basta pensare agli anni passati o al futuro! Elmas? Ha il veleno! Sul Lecce…”

Foto tratta da tuttonapoli.net

23.05 – Inizia la conferenza stampa

Qual è il vero Napoli? “Sai quante volte me lo sono chiesto, ma io so cosa ci manca. La squadra deve giocare sulle due fasi, se riesce a soffrire, e lo sappiamo fare, non perde la sua identità. Il palleggio è migliorato, ma dietro abbiamo dato sensazione di pericolo ed è una delusione per me perché le mie squadre hanno sempre avuto compattezza. Non è un problema di difesa, dobbiamo tenere palla coperta così la difesa sale, siamo stati bravi stasera sui 25 metri ed il difensore centrale rompeva la linea su Lukaku, nella posizione giusta. Il vero Napoli è quello, poi quando starà meglio potremo portarla 10 metri più avanti, ma non possiamo permetterci di regalare uomini agli avversari”. 

Elmas mossa studiata per l’Inter? “Anche con la Juve Insigne aveva problemi e si riscaldò Elmas, può fare quel ruolo, ha forza, tecnica ma può migliorare, è uno che quando ripiega lo fa bene, col veleno, non si fa saltare e non ti dà 4-5 metri per farti crossare”.

Squadra compatta, ma anche con un’altra testa? “Non è una questione di testa, siete fuori binario se parlate di testa. Non si fanno partite così altrimenti. La squadra deve mettere in campo ciò che prepariamo. Ogni volta che il portiere del Lecce rinviava, noi eravamo a 30 metri dalla metà campo, col Lecce c’era solo la prima palla, non la seconda, quando giochi con distanze ampie si va in difficoltà, dobbiamo migliorare su questo. Non dobbiamo pensare che un lancio può metterci in difficoltà. E’ una questione di interpretazione!”.

Di nuovo la stessa domanda, il vero Napoli qual è? “Non lo so, negli ultimi 5-6 anni ha fatto 400 punti, è stata sempre lì a lottare per lo Scudetto… ora ci giochiamo qualcosa di importante e dobbiamo pensare ad adesso, non pensare alla tristezza, ai problemi avuti, ma solo a dare il 100% e poi dopo si vedrà il futuro mio, dei giocatori, dobbiamo giocarle tutte così!”

Mertens, che valore dai alla sua prova? “Tanta, tanta roba. Intelligenza tattica, ci faceva uscire da situazioni dove eravamo impiccati, a livello tecnico grande prova”.

Hai battuto Lazio, Juve e Inter. “Il problema è che poi ho perso con Lecce, Parma, Fiorentina…”.

Chi puntate davanti a voi? “Non ci casco più, ci ho sbattuto i denti. Pensavo col Lecce che vincendo potevamo ambire a qualcosa di importante, ma invece non abbiamo mostrato l’umiltà vista oggi, la compattezza, l’odore del rischio”. 

A livello personale, le due coppe che devi giocare ti gasano? “Mi manca il pezzo… una squadra puntuale. Sbagliamo spesso, perciò non sono tranquillo. Anche io resto perplesso di certe prestazioni, perciò la priorità è sempre il lavoro in settimana e poi ci facciamo il segno della croce. Devo ragionare così”.

23.17 – Termina la conferenza stamp

GiSpa

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Premio Penisola Sorrentina: Danilo Rea alla guida della sezione musica

Il jazzista di fama internazionale presiederà la selezione per la nomination musicale del riconoscimento, assegnato lo scorso anno a Sergio…

18 Feb 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, rinnovato accordo tra Comune e CP

Per un periodo di quattro anni per il comodato d’uso dei locali sede dell’Ufficio Locale Marittimo della cittadina della costiera…

21 Feb 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, stop alle bottiglie di plastica nelle scuole

Inizia la consegna delle borraccine in alluminio   Vico Equense – Da oggi gli alunni del Costiero e della Caulino avranno una…

19 Feb 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Nuovo collegamento Capri-Anacapri, riprende il dialogo tra le due Amministrazioni

Al via calendario di incontri monotematici. L’Ascom Anacapri: “Piena soddisfazione” (Fonte caprinews.it) Riceviamo dall’Ascom Anacapri e pubblichiamo il resoconto dell’incontro tenuto ieri…

18 Feb 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Importante passo avanti verso i lavori di adeguamento dell’elisuperficie di…

Il Comune di Anacapri affida con procedura negoziata a una ditta di Sorrento la fornitura del sistema di illuminazione Importante passo…

11 Feb 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Vietri sul Mare, si presenta il progetto di crowdbooking per…

Venerdì 14 febbraio alle ore 18,00 verrà presentato dalla Congrega letteraria presso il circolo "Unione sportiva vietrese" Venerdì 14 febbraio alle ore 18,00 verrà presentato dalla Congrega…

13 Feb 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Morì dopo un intervento, respinta l'archiviazione

Riaperto il caso del 71enne di Maiori (Fonte ilvescovado.it) Riaperto il caso dell'uomo di Maiori morto all'ospedale di Salerno dopo un intervento. Il…

12 Feb 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook