Raffaele Pastore vittima innocente di camorra, vive nel multiverso

Raffaele Pastore

vittima innocente di camorra

Si muove senza origine od approdo, senza obiettivo, scopo o meta… in un tempo senza tempo… in uno spazio senza spazio… in un luogo non luogo: impalpabile, privo di suolo, mare o cielo… ignaro di luce o di buio… ingannevole… vuoto… rappresentato dal nulla…

–          Ciao, chi sei?

–          Sono Lello!

–          Io Gigi!

–          Dove siamo?

–          Dove? Qui non c’è dove! Sei appena arrivato?

–          Non lo so! Qui non mi pare ci siano giorni, mesi ed anni. Prima, dove c’erano, sono stato assassinato il 23 novembre 1996. Ho pianto dolore sulle irruenze indifferenti di un torrente sotterraneo, in cerca di un bagliore…

–          E l’hai trovato?

–          Non lo so! Sono qui!

–          Ma ti rammenti di “prima”?

–          Sicuramente! Ho mia moglie Bea e due figli, Salvatore e Giuseppe! E tu?

–          La mia si chiama Angela, mia figlia Fabiola. Io ho lasciato Torre Annunziata il 4 luglio 1986. Mi hanno sparato!

–          Anche a me!

–          Che coincidenza!

–          Io non ho voluto pagare il pizzo!

–          Anche io ho rifiutato!

–          Ma hai avuto dei dubbi?

–          No, sono stato netto!

–          Anche io!

–          Non ho avuto paura. Ero convinto che non mi avrebbero mai trucidato…

–          Neanche io ho temuto ed ero certo anch’io…

–          Ma, quando i proiettili ti hanno trafitto, cosa hai provato?

–          No, niente voli poetici! Lo strazio era lancinante, mi annientava… poi il fiume sotterraneo… il bagliore… e qui… ma non posso nemmeno dire qui… è tutto così inspiegabile… Se lo volessi raccontare, non ne sarei capace!

–          Io ho avuto un istante per vaneggiare, credere, immaginare… Angela… Fabiola… poi solo sangue feroce!

–          Se tornassi a casa, ti piegheresti agli estorsori?

–          No, mai!

–          No, mai!

–          Bea e Angela si sono conosciute! Si stanno impegnando insieme nell’antimafia sociale. Sono speciali!

–          Purtroppo Angela è mancata!

–          Lo so! Ho seguito il funerale!

–          Ma come facciamo a stare nel niente e a condividere gli eventi del mondo?

–          Non lo so! Forse siamo ancora materia, ma in una forma diversa, magari senza le tre dimensioni… O forse siamo antimateria… buchi neri… o ancora solo energia, frequenze, vibrazioni…

–          Ma l’energia ragiona? Perché noi riflettiamo, rimuginiamo, progettiamo!

–          Mah, io sono, qui! E anche laggiù… tutte le volte che qualcuno mi evoca… meditando, comunicando oralmente, su un foglio, su un computer…

–          Per me è identico!

–          Ma, quando non ci sarà più nessuno a ricordarci, svanirà anche questa realtà irreale?

–          Non so, forse sì! Ma preferisco che sia eterna!

–          Intendi quella che ci riunisce a Gesù?

–          Non solo. Qualche giorno fa, dopo una manifestazione contro la criminalità organizzata, Fabiola, Salvatore e Giuseppe si sono trattenuti in un bar. Proprio confidandosi su noi due, hanno confabulato di fisica quantistica.

–          Sì, c’ero anch’io! C’ero… insomma… Una teoria che si basa sul multiverso…

–          … quello di Face Book?

–          Non proprio! Il multiverso comprende simultaneamente innumerevoli universi. Il metaverso di Zuckerberg è invece lo stesso principio applicato a internet.

–          Un attimo! E cosa c’entra la vita eterna?

–          Ma allora non sei stato attento alla conversazione della nostra prole! All’interno del multiverso, ogni universo potrebbe incrociarne uno in cui l’energia potrebbe riversarsi in altri, che entrerebbero in connessione secondo dinamiche parallele.

–          Quindi una persona, in un universo può essere sepolta, mentre in un altro può continuare ad esistere!

–          Allora noi siamo vivi qua e morti là!

–          Sì! Ma ora in quale universo siamo? Noi stiamo qui e lì!

–          Siamo contemporaneamente in entrambi, anche se ognuno segue traiettorie separate. Però non correre, il multiverso è una teoria, non è assodato!

–          Scusa, proprio adesso Bea, Salvatore e Giuseppe cominciano a pranzare, per me! È l’anniversario!

–          Fabiola sta guardando il mare… Ora raggiungo Angela. Scusa se ti lascio. Abbracciamoci! Oh, perdonami, ora non possiamo!

–          Qui ci abbracciamo senza abbracciarci, pensiamo senza pensare, ci parliamo senza parlarci…

–          Ma allora non ci siamo parlati?

–          Non lo so! Quello che so è che qualcuno sta scrivendo di noi!

Lello Pastore fu ucciso il 23 novembre 1996. Gigi Staiano il 4 luglio 1986.

michi del gaudio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, no alla violenza di genere

Il Presidente Confcommercio Gianluca Di Carmine: «Fronte umano compatto per veicolare valori» La Consigliera Katia Veniero: «Mai minimizzare. Costruiamo insieme una…

24 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, buoni spesa in favore di famiglie in difficoltà economiche

Il Comune ha indetto un avviso pubblico per l’assegnazione di un contributo economico mediante per l’emergenza di Covid-19 Meta – Il Comune…

18 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, accensione albero di Natale e luminarie

Il sindaco di Vico Equense, Giuseppe Aiello, la farà venerdì 26 novembre, alle ore 18:30, in piazza Umberto I Domani, venerdì…

25 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

In Piazzetta a Capri l’accensione delle luminarie e dell’albero di…

Contemporaneamente il campanile si è trasformato in un’opera d’arte contemporanea a cielo aperto, con la video istallazione “Endless Blue” (Fonte caprinews.it) Stasera nella…

27 Nov 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Rissa davanti ad hotel a Capri, emanati 5 ‘daspo’

Il Questore di Napoli li ha emessi nei confronti di 5 persone tra i 26 e i 40 anni, originarie…

22 Nov 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Sconfitta amara del Costa d’Amalfi a Scafati

I biancoazzurri tengono bene testa ai padroni di casa, ma un episodio, ed ancora un arbitraggio assolutamente inadeguato, condannano i…

22 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Cetara, dal 14 novembre è già festa con “Le Luci…

Per il piccolo borgo marinaro della Costiera amalfitana, è tempo di accendere le luminarie, che daranno il via ad un…

14 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano