Punta Campanella salvate due tartarughe Caretta caretta

Lo sono state nel golfo di Salerno da due pescatori ed una si chiamerà Diego Armando, l’altra viene dalla Toscana

L'immagine può contenere: il seguente testo "Eleonora Deptwof Biology Univ. of Pisa 70 km 2092-8 GMS 2019 220701:32 Straight-line Distance: 449 km on trackin Distance Traveled: 731 km"

Massa Lubrense – Sono state salvate due tartarughe Caretta caretta nel golfo di Salerno da due pescatori ed una si chiamerà Diego Armando, l’altra viene dalla Toscana.

I due esemplari erano rimasti intrappolati nelle reti di due pescatori, Luigi Guida e Antonio De Mai. I due, che collaborano da anni con il Parco Marino nel salvataggio delle tartarughe e in altre iniziative di tutela del mare, hanno prontamente allertato i soccorsi e consegnato le Caretta caretta allo staff dell’Amp Punta Campanella. Uno dei due esemplari, una giovane femmina di 60 cm e 30kg di peso, ha una targhetta di riconoscimento e aveva un trasmettitore satellitare che però si è staccato dal carapace. Si chiama Eleonora, era stata recuperata nel 2018 al largo di Livorno- nella zona delle secche di Meloria- dall’acquario di Grosseto e rimessa in mare a luglio del 2019. Dopo circa un mese, però, si erano perse le sue tracce. L’ultimo rilevamento satellitare, come riportato sul sito seaturtle.org, è avvenuto l’8 agosto del 2019. La tartaruga si trovava nei pressi del golfo di Gaeta e aveva percorso circa 450 chilometri in meno di 30 giorni. Ora, dopo la disavventura di ieri sera, è stata trasferita al Turtle point della Stazione Zoologica A. Dohrn e le sue condizioni appaiono buone. L’altro esemplare recuperato, un maschio adulto di 70cm di carapace e 50kg, sarà invece chiamato Diego Armando per volere del pescatore che l’ha salvato, Luigi Guida, che è appunto soprannominato Maradona. Anche il maschio è in buone condizione ed è stato trasferito al Turtle Point di Portici per tutte le analisi e le cure del caso.

“Ringraziamo i due pescatori che ci hanno prontamente avvertito della presenza delle tartarughe nelle reti- dichiara Lucio Cacace, Presidente dell’Amp Punta Campanella- Con diversi pescatori abbiamo un rapporto proficuo di collaborazione da anni, cercheremo di intensificare ed estendere questa sinergia nei prossimi mesi. Stiamo valutando anche la riapertura del Centro di Primo Soccorso per tartarughe marine a Massa Lubrense, ma non sarà facile a breve. Nel frattempo, continuiamo a salvarle grazie alla preziosa sinergia con il Turtle Point.”

Le due tartarughe saranno ora visitate dagli specialisti del centro di Portici. Se non dovessero avere particolari problemi, saranno rilasciate in mare tra qualche mese, quando la temperatura dell’acqua sarà intorno ai 20 gradi, tra fine aprile e maggio probabilmente. L’ Area Marina Protetta Punta Campanella invita tutti i pescatori ad avvertire la Capitaneria di Porto o i centri di soccorso di riferimento nel caso in cui dovessero trovare tartarughe nelle reti e di non gettarle subito in mare. Le Caretta caretta infatti, oltre a eventuali danni dovuti alle reti, potrebbero avere- come già accaduto molte volte in passato, nel 60% circa dei recuperi- altri problemi di salute come infezioni sul carapace, ami in gola, plastica nello stomaco o altre patologie che potrebbero causarne la morte nel tempo. Portandole in un centro di soccorso e assistenza saranno curate al meglio e potranno ritornare in mare in perfette condizioni di salute. Nella zona sud del Golfo di Napoli e nord del golfo di Salerno, in caso di tartaruga nella rete o in difficoltà, si può contattare anche l’Area Marina Protetta di Punta Campanella che in 12 anni ha recuperato circa 160 esemplari di Caretta caretta.

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

L’ex sindaco Gaetano Botta lascia la vita terrena

È stato anche un  esponente di spicco della Democrazia Cristiana degli anni 80/90 di cui è stato segretario cittadino Piano di…

25 Feb 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Luigi Celentano, telefonata anonima: “Sta bene, non vuole essere cercato”

Arriva alla redazione della trasmissione di Chi l’ha visto?, da parte di una donna dall’accento campano ma non si sa…

04 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, chiusi uffici comunali e biblioteca comunale

Lo saranno fino al 6 marzo e  resta chiusa la sede centrale di piazzale Siani Vico Equense – Resteranno…

01 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Capri, i sindaci alle aziende di trasporto: con zona arancione…

Hanno scritto una nota congiunta indirizzata alla Regione Campania, all’Autorità Portuale di Napoli, alle compagnie di navigazione ed alle società…

20 Feb 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

GdF, sanzioni a Sorrento e Capri

Controlli nel fine settimana con la concomitanti festività di San Valentino e Carnevale Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di…

15 Feb 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Frana Amalfi, SS 163: avviato anche terzo fronte della cantierizzazione

Relativo al ripristino del corpo stradale in corrispondenza del km 29,750, distrutto dall’evento franoso occorso nel febbraio scorso dal sovrastante…

03 Mar 2021 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Costa d'Amalfi, piromani in azione fuori stagione [FOTO]

Un rogo è visibile dalle 17,45 circa sulle colline siprastanti l'abitato di Maiori, in zona San Lazzaro (Fonte il vescovado.it) In Costa d'Amalfi incendi…

01 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano