Punta Campanella, motoscafo affondato: subito recupero per rischio fuoriuscita di gasolio

Il Presidente e il Direttore dell’AMP Punta Campanella, Lucio Cacace e Alberico Simioli, hanno voluto verificare di persona la situazione

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona, oceano e natura

Un sopralluogo ai Galli per verificare la situazione dopo l’incendio e l’affondamento del motoscafo nei giorni scorsi in piena zona B del Parco Marino e in zona SIC (Sito di Interesse Comunitario).

Il Presidente e il Direttore dell’AMP Punta Campanella, Lucio Cacace e Alberico Simioli, hanno voluto verificare di persona la situazione.
“Al momento non ci sono gravi fuoriuscite di gasolio, da quanto emerge da una ricognizione superficiale, anche grazie al lavoro svolto egregiamente dalla Capitaneria di Porto che ha attivato con tempestività il pronto intervento del Consorzio Castalia che ha contenuto la dispersione di carburante in mare – fanno sapere dal Parco -. Ma bisogna fare presto, rimuovere il motoscafo il prima possibile, perché potrebbe esserci un serio rischio di rottura della parte rimanente dello scafo, con possibile fuoriuscita di gasolio dai serbatoi”.

Intanto, nei giorni scorsi, l’AMP Punta Campanella aveva prontamente inviato una diffida all’armatore, nella quale si richiedeva un rapido intervento e un piano di recupero efficace del relitto, che giace a 35 metri di profondità nei pressi del Gallo Lungo. L’armatore ha assicurato che i tempi saranno stretti e al più presto avrebbe inviato un piano di recupero al Parco Marino ed alla Capitaneria di Porto di Salerno per ottenere il nulla osta.

L’AMP Punta Campanella sta costantemente informando anche il Ministero della Transizione Ecologica e la Regione e per cautelarsi ha già attivato d’urgenza le procedure per l’affidamento di un incarico di consulenza ad un tecnico di alta specializzazione a supporto delle valutazioni del piano di recupero che presenterà l’armatore. E anche per programmare la bonifica dell’area. Le indagini sono ancora in corso e il Parco è in costante contatto con la Capitaneria di Porto di Salerno e di Castellammare di Stabia, con le quali ha subito stabilito una costante collaborazione sia in termini informativi, che di soluzioni più idonee per risolvere questo problema, ciascuno per le proprie competenze. Bisogna capire le cause dell’incendio e anche se il motoscafo stesse violando le regole dell’Area Marina Protetta nel momento dell’incidente. Il Parco Marino ad inizio estate ha lanciato una campagna social per il rispetto delle regole dell’Area Protetta e il Direttore Alberico Simioli, qualche settimana fa, aveva lanciato un appello e un allarme: “Troppe barche nella zona, c’è bisogno di maggiori controlli”. In particolare, l’AMP Punta Campanella ha richiesto che la Capitaneria di Porto di Massa Lubrense venga dotata di almeno un mezzo nautico che possa vigilare sulle norme del Parco e sulla sicurezza in mare.

Un appello per fornire alle Forze dell’Ordine il supporto adeguato per il prezioso e difficile lavoro che svolgono, spesso in condizioni difficili, data l’esiguità dei mezzi e degli uomini disponibili.
“L’alta pericolosità della presenza di un elevato numero di imbarcazioni impone una attenta riflessione sul tema – si legge nella nota che il Direttore dell’AMP Punta Campanella ha inviato al Ministero e alla Regione – Per la prossima stagione estiva, questa direzione è impegnata nella predisposizione di un piano, da porre all’attenzione del CdA dell’Ente, per la regolamentazione del diporto nautico, da realizzare secondo il principio “precauzionale” e basato su:
– contingentamento del numero di imbarcazioni;
– facile riconoscimento delle imbarcazioni autorizzate;
– attivazione di un’assicurazione sull’intera area a copertura dei danni ambientali che necessariamente dovrà essere a carico delle imprese nautiche operanti nell’area e che determinano un alto rischio per l’intera AMP (3 affondamenti in 45 giorni);
– intesa con le forze dell’ordine per un costante controllo”.

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, il Comune aderisce alla “tregua fiscale”

È stata prevista dalla legge di bilancio 2023 introdotta dal Governo Meloni Piano di Sorrento - Il Comune aderisce alla cosiddetta…

27 Gen 2023 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Lo spettacolo del Faito innevato nelle foto di Mariateresa Caiafa

Si è inerpicata anche a piedi sulla montagna che sovrasta le due costiere, la piana campana ed il Vesuvio, ed…

26 Gen 2023 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

SAS Campania, spettacolare intervento a Capri (Video)

Due scalatori si erano arrampicati sul faraglione di terra e durante la discesa hanno perso la via che porta verso…

09 Gen 2023 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri Hollywood 2022, ritorna il cinema internazionale

Avrà una formula diversa: sarà infatti un festival sobrio, intenso, impegnato. Ecco perché il sottotitolo scelto è 'Cinema, amore e…

24 Dic 2022 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Tramonti festeggia Anastasia Russo che compie 109

Non solo è la donna più longeva della cittadina ma anche tra quelle della Regione Campania, il cui scettro è…

02 Gen 2023 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Amalfi: selfie, brindisi e tuffo in mare a Natale

Si è ripetuto il tradizionale scambio d'auguri sulla spiaggia grande dove ogni anno si festeggia in maniera alternativa Redazione - Ad…

26 Dic 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano