Piano di Sorrento sotterranea,il racconto del prof.Ciro Ferrigno

Piano di Sorrento sotterranea,il racconto del prof.Ciro Ferrigno su Facebook

I CUNICOLI

Il “si dice” nasconde sempre una verità, anche se romanzata e arricchita dalla fantasia del popolino, un po’ come la leggenda che sempre custodisce e tramanda un fondo di verità.
A Carotto si dice che ci sarebbero dei cunicoli sotterranei che metterebbero in comunicazione Gottola con la chiesa di San Michele ed il centro del paese che oggi corrisponde a Piazza Cota e, dall’altra parte la stessa Gottola con il Palazzo di Sopramare. La tradizione popolare vuole che alcuni cunicoli fossero utilizzati per nascondersi durante le incursioni dei saraceni e per conservare gli agrumi, le noci, l’olio, il vino e la legna destinata ai cantieri navali della Marina.
Che la popolazione abbia provveduto a costruire una rete di cunicoli sotterranei con uno sviluppo di un paio di chilometri, mi sembra una cosa piuttosto fantasiosa. Sarebbe stato un lavoro lungo, costoso e faticosissimo, quasi un percorso da metropolitana ante litteram e senza i moderni mezzi di scavo. Eppure i misteriosi cunicoli sono evocati da tante persone e posso dire con certezza che ne ho sentito parlare fin dall’infanzia, come un mistero trasmesso oralmente di generazione in generazione. Escludendo l’intervento dell’uomo, è possibile fare qualche ipotesi plausibile, che però ci riporta ad epoche assai antiche, tra la preistoria ed il periodo arcaico.
Come ho avuto più volte modo di raccontare, un gruppo appartenente alle popolazioni del Gaudo stanziatosi stabilmente a Trinità nel terzo millennio prima di Cristo, con il naturale aumento della popolazione, ebbe necessità di occupare altro spazio e colonizzò la parte a valle del primitivo insediamento, che corrisponde all’attuale centro cittadino. Andò a vivere nelle grotte naturali, utilizzandole come dimora, creando un piccolo centro abitato un po’ simile alla Matera dei Sassi: grotte e muri di chiusura, delimitazione degli spazi per ogni nucleo familiare.
All’epoca, con molta probabilità, il luogo si presentava come un piccolo vallone, poco profondo, nelle cui pareti laterali si aprivano le grotte suddette e, la cui parte più bassa, letto di un rivo, fungeva da via di comunicazione. Un vallone che, parallelo a quelli ancora esistenti, si estendeva proprio dall’attuale Piazza Cota a San Michele, a Gottola e fino alla zona costiera, oggi occupata dal Palazzo Sopramare.
Con la fondazione di Sorrento, da parte del mitico Liparo, probabilmente la popolazione dovette abbandonare l’abitato arcaico, per spostarsi nella nuova città e, dopo lo spopolamento, la natura avrebbe fatto il resto. Con l’eruzione pliniana del Vesuvio, nel 79 d.C. materiale piroclastico dovette colmare in parte l’antico, poco profondo vallone, dove il rivo, diventato sotterraneo, avrebbe scavato, nei secoli, i leggendari cunicoli.
Cavità percorribili? Non credo, ma certo in più punti riconoscibili, per piccoli tratti esplorate, e le caverne più ampie, certamente utilizzate nei secoli, come vuole la tradizione popolare. Forse qualcosa venne alla luce nella costruzione delle fondamenta di qualche palazzo o durante lo sterro per fini agricoli. La vox populi ha sempre raccontato di un passaggio esistente proprio sotto il Palazzo del Vescovo a Gottola ed ancora i conti tornano, trovandosi questo, sulla linea immaginaria che congiunge San Michele con Gottola ed il Palazzo Sopramare. L’esistenza di altri cunicoli è testimoniata a Mortora e a Sorrento e, come altri affermano, un po’ in tutta la penisola sorrentina.
Sotto i nostri piedi il fascino dell’occulto, del mistero, del prima. Tutto è ipotesi, teoria, supposizione, una sola la verità: l’antichità del popolamento della nostra terra.
Il racconto del lunedì di Ciro Ferrigno
Le foto che accompagnano il racconto sono di Nino Aversa, che ringrazio

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, riqualificazione dell'area collinare

Nuovi spazi pubblici per il benessere Nell'ambito di una consolidata unione di intenti tra il Comune di Piano di Sorrento e…

19 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Iguana a spasso tra le strade di Meta

Lo strano “avvistamento” è stato fatto nella sera del 19 settembre sul corso Italia   Meta – Uno strano “avvistamento” è stato…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Monte Faito, piazzale del Pian del Pero pista motocross (Video)

È accaduto nel pomeriggio del 20 settembre quando due moto hanno utilizzato il piazzale per improvvisare una corsa di moto,…

21 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Elezioni: l’affluenza alle 19. Capri: 26,13% referendum, 20,83% regionali. Anacapri:…

Continuano le operazioni di voto per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari e per l’elezione del nuovo presidente di…

20 Set 2020 Campania Capri Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Il professor Ascierto in visita al Comune di Anacapri

L’incontro con una rappresentanza dell’Amministrazione (Fonte caprinews.it) Il professor Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto dei tumori “Fondazione Pascale” di Napoli, “padre” del cosiddetto…

04 Set 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Referendum costituzionale, in Costiera Amalfitana il "Sì" al 75,83% [TUTTI…

L'affluenza definitiva al voto è stata del 53,84% alla chiusura dei seggi. I dati si evincono dal sito del Viminale   (Fonte il vescovado.it) Il…

21 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Elezioni, alle 19,00 affluenza maggiore ad Amalfi (42%). A Praiano…

Il dato di riferimento è quello relativo al referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari   (Fonte il vescovado.it) Col 42,58% sono Amalfi è il centro…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook