Massa Lubrense, il sindaco Balduccelli chiude le scuole

Sono passate poche ore dalla loro riapertura ma per l’aumento dei contagi ha dovuto prendere questa decisione e varato un’ordinanza

Massa Lubrense – Il sindaco Balduccelli chiude le scuole a causa l’aumento dei contagi degli ultimi giorni.

Sono passate poche ore dalla loro riapertura ed ha dovuto prendere questa decisione ed ha emanato “un’ordinanza di chiusura delle scuole con decorrenza immediata. Davanti ad un aumento esponenziale dei contagi è purtroppo l’unica scelta che come uomo e come sindaco posso adottare. Spero comprenderete le motivazioni che mi hanno portato a questa sofferta decisione”.

Una decisione sofferta ma presa per tutelare sia i bambini che le maestre, il personale Ata che i genitori.

In serata il primo cittadino dopo il Consiglio Comunale ha diramato l’ordinanza della chiusura delle scuole, che per motivi formali non ha potuto leggere ma che ha ritenuto pubblicare, e questo è il testo dell’informativa.

Fa una “cronistoria dei fatti che hanno portato alla emissione dell’Ordinanza di chiusura delle scuole di ieri sera 11 gennaio 2020.

– Il 4 gennaio avevamo a Massa Lubrense 15 casi di positività al CoViD

– Venerdì 8, Sabato 9 e Domenica 10 gennaio, con medici e paramedici volontari, abbiamo fatto uno screening riservato ai bambini del Nido le Coccole, alla scuola dell’infanzia dell’Istituto Sacro Cuore, alla scuola dell’infanzia e alle prime due classi della primaria dei comprensivi Bozzaotra e Pulcarelli, alla Paritaria Gattola ed al relativo personale docente e non.

– Allo screening in modalità drive in di piazza Vescovado con i tamponi antigenici della MSC e Fondazione Sorrento hanno aderito solamente 254 persone su una platea delle classi di Nido, Infanzia e prime due classi della primaria, con relativo personale docente ed ausiliario, di 775 persone pari al solo 32,77%.

– Dal report dell’ASL di sabato 9 gennaio risultavano esitati solamente 14 tamponi negativi e quindi la situazione sembrava tranquilla al di sotto della media degli altri comuni della Penisola Sorrentina.

– Dal report dell’ASL di domenica 10 gennaio, consegnatomi attorno alle 22, sera precedente all’apertura delle scuole, risultavano 7 nuovi positivi.

– Dal report di lunedì, arrivato alle 20, sono stati evidenziati ulteriori 13 nuovi casi di positività al CoViD portando il totale dei positivi a 48.

– In sette giorni i positivi sono più che triplicati con 20 positivi in più in soli due giorni. Vi chiedo cosa sarebbe successo a livello regionale o nazionale davanti ad una triplicazione dei dati dei contagi in solamente 7 giorni?

– Dal report di ieri sera è risultato positivo anche un bambino di 5 anni ed inoltre sono state richieste dai pediatri di libera scelta almeno 4 richieste di tamponi molecolari per minori di cui 3 per bambini sotto i 5 anni.

– Sempre ieri sera tra le ore 20 dell’arrivo del report ASL e l’emissione dell’Ordinanza sono arrivate notizie direttamente dagli interessati, adulti, di due nuove positività, non ancora inserite nel report. Inoltre da una sommaria richiesta di informazioni ad alcuni medici di base abbiamo saputo che ci sono almeno 14 tamponi molecolari in attesa di esito e la richiesta di ulteriori tamponi da effettuare. Mi sono confrontato con l’assessore alla Salute dottoressa Sonia Bernardo, le dirigenti scolastiche ed il dottor Antonino Belfiore, componente del Centro Operativo Comunale della Protezione Civile con funzione di tutela sanitaria della popolazione.

– Sempre ieri sera prima dell’emissione dell’ordinanza il quadro normativo non era chiaro vista che si stava predisponendo il nuovo DPCM ed in giornata era stato solo avviato il confronto in sede di Conferenza Stato – Regioni.

– Dalle prime anticipazioni degli organi di stampa si parlava di un nuovo parametro proposto dai tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità di zona rossa automatica con 250 casi di positività ogni 100.000 abitanti. Nella situazione di Massa Lubrense il parametro dovrebbe scattare, nel caso si accogliesse questa proposta, a 36 casi.

Analizzati questi dati ed in attesa delle determinazioni nazionali, in piena coscienza e non per capriccio, ho ritenuto che, in via precauzionale, nell’attesa dei dati dei prossimi giorni, fosse necessaria la chiusura delle scuole dell’infanzia, delle prime due classi della primaria per 4 giorni e del Nido le Coccole per 5 giorni.

Questi i fatti e davanti ad essi le scelte sono certamente prese non a cuor leggero. Se poi davanti a questa drammatica situazione si vogliono fare speculazioni di tipo politico prive di senso di responsabilità, solamente per becero populismo e solo per cavalcare la protesta di una parte dei genitori che sono giustamente in difficoltà, vi dico che io non ci sto.

Non ci sto a questo gioco al massacro fatto sulla salute dei cittadini. Sono pienamente cosciente delle enormi difficoltà dei bambini e ragazzi e delle loro famiglie. Credo che davanti a questa situazione, quella di ieri sera sia stata una decisione sofferta, pesante ma necessaria”.

GiSpa

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, gli agrumi protagonisti al Mercato della Terra

I meravigliosi frutti di alberi che fecero la fortuna dell'agricoltura della costiera sorrentina Piano di Sorrento - Gli agrumi sono i…

09 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, Covid: positivi nella casa di riposo

Lo affermano il sindaco Giuseppe Tito e l’assessore alla Sanità, Angela Aiello Meta – Nella casa di riposo si contato…

26 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, percorso degli olimpionici e recupero Villa Romana

Presentate le schede progettuali che consentiranno al comune di Vico Equense di entrare, assieme ad altri 19 comuni della zona Sud di…

20 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Incidente SS 163, recuperata l'auto della tragedia sfiorata

Nel primo pomeriggio del 16 gennaio l’autogru dei Vigili del fuoco di Napoli ha tirato su la Toyota finita nella…

16 Gen 2022 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri, pauroso incidente nel porto

La motonave della Caremar urta il pontile a causa delle forti raffiche di vento e meno male che non feriti [caption…

09 Gen 2022 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Atrani, anziana donna cade dal balcone è muore

Tutto accade nelle prime ore del mattino, verso le 3.30 Redazione – Ad Atrani un’anziana donna cade dal balcone è…

02 Gen 2022 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Maiori, riaperta a senso unico alternato la SS 163

Nella mattina del 18 dicembre, alle ore 10 circa, la statale è ripercorribile nella frazione di Erchie Redazione – A Maiori…

18 Dic 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano