“L’ospedale “modello” italiano? Il Cotugno di Napoli. Qui nessun medico contagiato”

Vi proponiamo la traduzione  a cura di Federico Hermann di un articolo uscito su Sky UK firmato da Stuart Ramsey sull’Ospedale Cotugno di Napoli dove lo si definisce ospedale modello per il fatto che qui nessun medico o sanitario è stato contagiato dal covid.

(Fonte identitainsorgenti.com)

Nel nord Italia centinaia di operatori sanitari si sono ammalati combattendo la pandemia di coronavirus, ma lontano, al sud, hanno avuto il tempo di prepararsi.

All’ ospedale Cotugno, (nelle didascalie definito “modello italiano a Napoli”), una struttura specializzata nel trattamento di malattie infettive che oggi si occupa esclusivamente di pazienti affetti da covid-19, guardie armate pattugliano i corridoi.

Quando siamo entrati siamo passati attraverso macchine disinfettanti che somigliano agli scanner degli aeroporti ma ti disinfettano.

Mentre la velocità della tempesta virale ha colto tutti di sorpresa al nord, travolgendo gli staff medici, le cose in questo ospedale sono andate diversamente.

Siamo stati portati in un’unità di terapia intensiva dell’ospedale indossando tute e occhiali protettivi. Un livello completamente diverso da tutto quello che avevamo fin’ora visto. Lo staff cura i pazienti più colpiti indossando maschere protettive tecnologicamente avanzate che somigliano più a maschere antigas che a quelle che normalmente vediamo indossate negli ospedali dagli staff sanitari.

Essi indossano spesse tute impermeabili e sono praticamente sigillati dentro di esse.

Incredibilmente, almeno fin’ora nessuno dello staff sanitario è stato contagiato e pare che ciò possa avvenire utilizzando l’attrezzatura giusta e le giuste pratiche.

Sentiamo un improvviso mutamento: un’infermiere ci supera correndo e aspira disperatamente un farmaco in una siringa. Un paziente ricoverato sta peggiorando rapidamente. Come abbiamo visto, l’infermiere ha preparato la siringa all’esterno della stanza che ospita il paziente.

Non entra dentro ma comunica attraverso una finestra con i colleghi che operano all’interno che non lasciano mai la stanza nei momenti di crisi come questo.

Quando la siringa è pronta viene passata attraverso compartimenti stagni.

Notate, l’infermiere non è mai entrato nella stanza ne ha toccato niente ma si cambia i guanti e si lava accuratamente. Questa attenzione ai dettagli èuna costante assoluta.  Questo ospedale rappresenta un’eccezione per il Sud della nazione. Era già un’eccellenza ma noi iniziamo a capire che preservare gli staff medici è possibile.

Ciò che ci spiegano è che ciascuno può essere infettato non solo gli anziani.
Ci sono molti pazienti giovani e, dato interessante, si sta riscontrando che la classe media è la più colpita.

Chiedo perché: la risposta è ovvia in realtà, i viaggi.

Ciò che è realmente straordinario in questo ospedale, è la regola di tenere separati gli ambienti infetti e disinfettare il resto. Ognuno vi si attiene.
Ad ogni modo, ci sono le guardie armate in ogni corridoio nel caso qualcuno lo dimentichi.

Ci fanno tornare ai corridoi sigillati all’arrivo di un nuovo paziente; questo accade ogni volta visto che farsi trovare pronti è la chiave per bloccare il virus.
“Questa è la prima cosa da fare in un ospedale di questo tipo”, ci dice il Dr. Roberto Parrella primario del reparto di malattie respiratorie dopo che i pazienti in barella sono stati trasportati.

“E’ molto importante tenere separato l’esterno e così via, organizzare come vestire l’equipaggiamento e come svestirsi, far entrare un medico o un infermiere in una stanza, indossare nel modo giusto la mascherina, tutto questo è estremamente importante”.

Domando se avere l’equipaggiamento giusto è ugualmente importante.

 

federico hermann

Federico Hermann, napoletano classe 1973, laureato in Sociologia con indirizzo etno-antropologico alla Federico II, dopo un percorso di attore teatrale e cinematografico si dedica alla macchina da presa e alla fotografia. Ha collaborato con Rai, Reuters, BBC. Dal 2015 collabora con Identità Insorgenti realizzando video e documentari.

Fonte identitainsorgenti.com

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, rampe marina: pubblicata gara

I lavori hanno come oggetto il consolidamento e la loro manutenzione straordinaria  Piano di Sorrento - È stata pubblicata la gara…

21 Mag 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, lavori somma urgenza marina

La forte mareggiata prenatalizia del 22 dicembre causò un vero è proprio disastro La Grande Onda -…

16 Mag 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, accesso limitato spiagge libere

Il sindaco Andrea Buonocore ha emesso un’ordinanza per regolamentare l’entrata Vico Equense - Il sindaco Andrea Buonocore ha emesso un’ordinanza per…

24 Mag 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Pomeriggio di sangue a Capri: giovane aggredito a colpi di…

Medicato al pronto soccorso, 15 giorni di prognosi. Indagini dei carabinieri (Fonte caprinews.it) Pomeriggio di sangue a Capri. Un giovane di 26…

24 Mag 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Migliorano le condizioni del ragazzo di Anacapri ferito in un…

Stanno lentamente migliorando le condizioni di salute di Vincenzo (Fonte caprinews.it) Stanno lentamente migliorando le condizioni di salute di Vincenzo, il ragazzo…

19 Mag 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Si ferisce durante escursione, soccorso in elicottero sul Sentiero degli…

Intervento degli uomini del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania questo pomeriggio in Costiera Amalfitana (Fonte il vescovado.it) Intervento degli uomini del…

24 Mag 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Barca a vela in avaria a largo di Amalfi, soccorso…

La chiamata è pervenuta tramite il numero 1530 proveniva da un cittadino italiano, unico occupante dell'unità, che segnalava difficoltà di…

18 Mag 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook