La Folgore Massa c’è, ko Marcianise

I costieri sfoderano gli artigli e con personalità si aggiudicano in maniera secca il derby esterno

La Folgore c’è. Archiviato lo sbandamento contro Taranto, gli uomini di coach Nicola Esposito sfoderano gli artigli e con personalità si aggiudicano in maniera secca il derby sul campo sempre insidioso di Marcianise. Il primo set è la chiave di volta dell’intera partita: i biancoverdi sono costretti sempre ad inseguire, mettono per la prima volta la testa avanti sul 19-20 e dopo aver annullato ben 4 set-point, si affidano alla verve di Nicolò Casaro che piazza tre punti consecutivi per mettere subito in chiaro le gerarchie. L’opposto della Folgore chiude a quota 20 punti, mettendo a segno anche la bordata definitiva puntando alla figura del libero casertano per un 3-0 senza appello. La corsa per i play-off continua: 4 finali, la prossima sabato a Ischia.

Coach Nicola Esposito si affida al regista Gianpio Aprea in diagonale con Casaro, Fantauzzo e Ferenciac in banda, Deserio e Cuccaro centrali, Pontecorvo libero.

PRIMO SET. Marcianise affonda centralmente nelle prime battute della gara, e sull’attacco vincente di Rucco si porta subito sul 5-2. I costieri ricuciono immediatamente lo strappo: Fantauzzo a segno di potenza, Ferenciac gioca con le mani del muro e poi ancora Fantauzzo trova l’ace con una traiettoria maligna in 5 che vale la parità (5-5). Qualche errore da entrambe le parti, si gioca punto su punto, Fantauzzo piazza un pipe da sogno (9-9), poi i padroni di casa tentano un nuovo allungo sul 12-10. I biancoverdi non mollano e si affidano a un Fantauzzo sontuoso: attacco al fulmicotone e monster block su Rucco per il 12-12. Casaro non fa sconti, poi coach Esposito chiama time-out sulla schiacciata in rete che rimanda Marcianise sul +2 (16-14). Al ritorno in campo Ferenciac mette il pallone a terra con precisione, e l’attacco fuori misura di Flaminio ristabilisce la parità (16-16). Le emozioni non si placano: Flaminio mette la freccia (18-16), quindi dopo due grandi difese di Fantauzzo e Pontecorvo, la sassata di Ferenciac riporta il parziale in equilibrio. Salgono i giri del motore biancoverde: Casaro trova una traiettoria strettissima vincente, quindi un Fantauzzo regale (8 punti nel set) prima alza le mani in faccia Flaminio e poi piazza il tap-in vincente sulla ricezione difettosa di De Luca che fa quel può sul tracciante di Ferenciac dai 9 metri (19-21). Marcianise chiama la sospensione, Menna trova un ace con l’aiuto del nastro ed è di nuovo parità (21-21). Entrambe le compagini mantengono il controllo del cambio palla, ed il primo set-point è biancoverde grazie ad un primo tempo cosmico di Deserio (23-24). Casaro prova a chiudere subito ma si imbatte nella strenua resistenza casertana, che difende il fortino e poi pareggia con De Luca (24-24). La pipe di Fantauzzo esce di un nulla: 25-24. Ferenciac annulla al culmine di un lungo scambio, quindi un’invasione ed il mani fuori di Casaro vanificano altri due set-point con il tabellone a segnare 27-27. Marcianise ancora avanti (28-27) fino al one-man show interpretato da Nicolò Casaro: il super opposto massese prima piega le mani del muro, poi apre i tentacoli su Montò (28-29) e dopo aver intercettato su Montò va a chiudere lo scambio con potenza inaudita (28-30).

SECONDO SET. Casaro sfonda da seconda linea con autorità, quindi Fantauzzo piega le dita di Montò ed è subito 0-2. Marcianise rientra (4-4), ma i massesi pigiano il piede sull’acceleratore e scappano via lasciando dietro di sé soltanto una nube di fumo. Casaro premia il bagher di capitan Aprea, Deserio fenomenale a muro, quindi Casaro trova lo spazio giusto per affondare il colpo (4-7). I padroni di casa attaccano out, chiedono immediatamente lo stop per riordinare un po’ le idee, ma alla ripresa delle ostilità Ferenciac trova l’incrocio delle righe per il 4-9. Casaro va a segno con la palla che si insacca tra muro e net, quindi l’opposto massese è vigile e piazza il pallonetto vincente sulla difesa approssimativa di Marcianise in enorme difficoltà sull’energica pipe di Fantauzzo (8-12). Monster block di Deserio su De Luca e la Folgore prende il largo (9-15). Magica palla dietro di Aprea per Casaro che piazza un chiodo sul parquet, quindi bomba di Ferenciac in zona 4 che fa esplodere lo spicchio di tribuna riservato ai supporters giunti in massa dalla Penisola Sorrentina (13-19). Cuccaro va a segno centralmente, quindi due punti consecutivi firmati Casaro legittimano il largo vantaggio (16-22). Casaro è sontuoso, Marcianise protesta in maniera troppo vibrante e l’arbitro estrae il cartellino rosso: 17-24. I casertani provano una timida reazione con l’ace di Pecoraro, ma Deserio sale in cielo per piazzare il 19-25 e mandare la Folgore sul doppio vantaggio.

TERZO SET. Ferenciac e Menna non trovano le misure dai nove metri, Ferenciac assesta la pipe dopo due tentativi di Fantauzzo ben contenuti, quindi Deserio piazza un primo tempo stellare dopo un salvataggio in extremis (4-4). La doppia fischiata a Menna manda la Folgore avanti (5-6), Montò ed il muro su Ferenciac cambiano le carte in tavola (7-6), prima di un break pesante griffato Ferenciac e Casaro (7-9). Deserio è letale al centro della rete (9-11), Pecoraro serve in mezzo al net e l’attacco lungolinea out di Flaminio sembra essere un segnale di resa (10-13). Impressione sbagliata: Marcianise reagisce con la forza della disperazione, ribalta il punteggio (14-13) e costringe coach Esposito a chiedere time-out per vederci chiaro. La reazione è immediata. Casaro vince la resistenza di Montò, Flaminio appoggia maldestramente in rete e la Folgore torna al comando (14-15). Cuccaro non trova opposizione, quindi numero di Fantauzzo che fuori posizione trova il mani out del muro mettendo in cascina un punto preziosissimo che sembrava ormai perso. (17-18). Piccola pausa per la sostituzione dell’asticella con la tensione che si taglia con un coltello. Casaro passa senza paura (18-19), Rucco risponde e l’infrazione fischiata a Miccio porta Marcianise sul 21-19. Le emozioni si susseguono come sulle montagne russe: Fantauzzo a segno sfruttando le mani del muro, poi dai 9 metri trova una traiettoria che esce per una questione di centimentri (22-20). Deserio scarica con rabbia sulla riga, poi il muro di Cuccaro dopo un gran recupero dello stesso Deserio ristabilisce la parità (22-22). Time-out Marcianise, che chiede nuovamente lo stop dopo un altro block imperioso di Ferenciac su Flaminio (22-23). Pareggia De Luca, e stavolta è coach Esposito ad interrompere le ostilità. Aprea va dietro per la gran botta in parallela di Casaro (23-24), quindi a segno Cuccaro (24-25) e poi Fantauzzo di prepotenza (25-26). Il terzo match-point è quello giusto: Casaro salva in tuffo, e poi va a chiudere schiacciando sul libero casertano che non può opporre alcuna resistenza.

VOLLEY MARCIANISE – SNAV FOLGORE MASSA 0-3 (28-30, 19-25, 25-27)

SNAV FOLGORE MASSA: Aprea 6, Casaro 20, Cuccaro 5, Deserio 9, Fantauzzo 13, Ferenciac 11, Pontecorvo (L). Cambi: Miccio, Cormio, Esposito. N.e.: Della Mura, Denza. All: Esposito.

Ace: 1 (Fantauzzo). Errori: 10. Muri: 7 (2 Deserio, 2 Fantauzzo)

Giovanni Minieri
Ufficio Stampa
SNAV Folgore Massa

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, Gino Rivieccio: premio per i quarant’anni di…

L’attore si aggiudica la sezione “Dino Verde” del Premio “Penisola Sorrentina”   NAPOLI – Quarant’anni di spettacolo celebrati con un riconoscimento speciale…

18 Set 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Covata di tartarughine scoperta a Meta

Fonte Positano news Covata di tartarughine scoperta a Meta. Ci sarebbero non poche incognite legate al ritrovamento delle tartarughine a Meta. Stando…

17 Set 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Redazione

Vico Equense

Vico Equense, candidatura ufficiale Bandiera Blu 2020

Il riconoscimento che viene rilasciato dalla Fee, la “Foundation Environmental Education” Vico Equense – La Città di Vico Equense si è…

19 Set 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Viola il decreto di espulsione, cittadino albanese arrestato a Capri…

Irregolare sul territorio nazionale, è stato condotto questa mattina al tribunale di Napoli per il rito direttissimo Ha violato il decreto…

17 Set 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri e il mistero dei gioielli scomparsi alla festa di…

Ecco chi sono gli sposi trovatisi loro malgrado al centro del giallo   Si chiamano Bea Hayden Guo e Jacky Heung. I…

13 Set 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Escursionista batte la testa sul Sentiero degli Dei, soccorsa in…

Una donna avrebbe riportato un trauma cranico in seguito a una caduta Intervento dell'eliambulanza al sentiero degli Dei, intorno a mezzogiorno,…

19 Set 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Costa d’Amalfi sprecone, solo pari

C’è da mordersi le mani per le occasioni mandate alle ortiche Foto tratta dal diario di Facebook…

15 Set 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook