La balena sepolta nella terra di Sant’Antonino

La sua salma è stata interrata nella mattina del 25 gennaio e tra un anno la musealizzazione

L'immagine può contenere: cielo, albero e spazio all'aperto

Foto di Luigi D’Alise tratta dal diario di Antonino Siniscalchi

Sorrento – La balenottera è stata sepolta nella terra di Sant’Antonino.

La sua salma è stata interrata nella mattina del 25 gennaio dopo che è stata trasportata con un enorme tir e tra un anno ci sarà la musealizzazione.

Non è stato facile trasportare la Balenoptera physalus, nome scientifico della Balenottera comune ritrovata morta il 14 gennaio scorso, a venti metri di profondità, nel porto di Marina Piccola, da Sorrento fino a Napoli, per poi essere immessa nel Cantiere Nautico “Compagnia Cantieri Napoletani” dove è stata effettuata l’autopsia e le indagini del caso.

Uno dei cetacei più grandi mai visti nel Mediterraneo, come è stato appurato dalla misura: 19,77 di lunghezza, che il destino ha voluto che dapprima morisse nel mare di Sorrento e poi che fosse sepolta nella terra di Sant’Antonino.

Infatti si racconta che circa 1400 anni fa mentre i pescatori erano al largo della costa intenti al loro lavoro, i bambini giocavano chi sulla sabbia a fare i castelli di sabbia, chi era nuotava e gareggiava con gli amici. All’improvviso nei pressi delle tonnare apparve un pesce enorme (forse una balena), che avanzò minaccioso verso i bagnanti e divorò uno dei bambini. Alle grida dei compagni, accorsero remando velocemente i pescatori della zona ma inutilmente. Intanto la notizia si sparse in paese ed ai pianti disperati della mamma del bambino rispose Sant’Antonino, allora umile abate del monastero di Sant’Agrippino, che scese sulla spiaggia ed ordinò al ‘mostro’ di restituire il bambino. Il pesce lo vomitò sulla sabbia sano e salvo. Tutti festeggiarono e da allora tutti ebbero una devozione particolare per Sant’Antonino.

Questo è il racconto, poi nella basilica che porta il suo nome, è conservato l’osso che il Santo tolse dall’animale.

Il sindaco Massimo Coppola ringrazia “Terna per avere subito accolto la nostra richiesta. Così come esprimo la gratitudine dell’amministrazione comunale per l’impegno di Capitaneria di Porto, Dipartimento Prevenzione Servizio Veterinario dell’Asl Napoli 3 Sud, Asl Napoli 1 Centro, Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno, Cetaceans strandings Emergency Response Team, Area marina protetta di Punta Campanella, Stazione zoologica Anton Dohrn, Arpac e Marevivo. Senza dimenticare il lavoro del nostro assessorato all’Ambiente, degli Uffici tecnici e di Penisolaverde che hanno seguito, 24 ore su 24, tutte le varie fasi di questa triste vicenda, coordinando il lavoro dei vari enti e di tutte le istituzioni coinvolte”.

Il primo cittadino conferma che “la volontà è quella di trasformare la balena, che ci piace immaginare abbia scelto Sorrento come destinazione per il suo ultimo viaggio, in un simbolo che testimoni il legame della nostra terra con il mare. L’idea è quella di esporre lo scheletro proprio a Marina Piccola, opportunamente montato su una struttura che ne preservi l’integrità e ne sottolinei il valore scientifico, nell’ambito di un progetto di musealizzazione. Ovviamente siamo aperti ad ogni eventuale progetto, che miri in ogni caso a celebrare, in chiave ambientale e didattica, la risorsa marina”.

Dal canto suo la ditta Terna fa sapere che “ha deciso di prendere parte all’iniziativa del Comune di Sorrento mettendo a disposizione un’area adiacente alla stazione elettrica terminale del cavo sottomarino che collega l’isola di Capri. La scelta dell’azienda conferma la proficua collaborazione con l’amministrazione comunale e la volontà di continuare ad operare in linea con la propria strategia orientata alla sostenibilità, ed in particolare in un clima di attenzione e sostegno a un territorio strategico per il sistema elettrico nazionale”.

GiSpa

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

L’ex sindaco Gaetano Botta lascia la vita terrena

È stato anche un  esponente di spicco della Democrazia Cristiana degli anni 80/90 di cui è stato segretario cittadino Piano di…

25 Feb 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Luigi Celentano, telefonata anonima: “Sta bene, non vuole essere cercato”

Arriva alla redazione della trasmissione di Chi l’ha visto?, da parte di una donna dall’accento campano ma non si sa…

04 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, chiusi uffici comunali e biblioteca comunale

Lo saranno fino al 6 marzo e  resta chiusa la sede centrale di piazzale Siani Vico Equense – Resteranno…

01 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Capri, i sindaci alle aziende di trasporto: con zona arancione…

Hanno scritto una nota congiunta indirizzata alla Regione Campania, all’Autorità Portuale di Napoli, alle compagnie di navigazione ed alle società…

20 Feb 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

GdF, sanzioni a Sorrento e Capri

Controlli nel fine settimana con la concomitanti festività di San Valentino e Carnevale Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di…

15 Feb 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Frana Amalfi, SS 163: avviato anche terzo fronte della cantierizzazione

Relativo al ripristino del corpo stradale in corrispondenza del km 29,750, distrutto dall’evento franoso occorso nel febbraio scorso dal sovrastante…

03 Mar 2021 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Costa d'Amalfi, piromani in azione fuori stagione [FOTO]

Un rogo è visibile dalle 17,45 circa sulle colline siprastanti l'abitato di Maiori, in zona San Lazzaro (Fonte il vescovado.it) In Costa d'Amalfi incendi…

01 Mar 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano