Insegnamenti tibetani per un Occidente in crisi…Dialogo con il monaco tibetano rettore del monastero di Gaden Jangtse (casato Tsawa – India),il venerabile Gheshe Ngwang Dhondup.

Insegnamenti tibetani per un Occidente in crisi…
“In cambio della rabbia riceviamo paura, odio.
Se invece siamo gentili, riceviamo gentilezza e amore”

Dialogo con il monaco tibetano rettore del monastero di Gaden Jangtse (casato Tsawa – India),il venerabile Gheshe Ngwang Dhondup.
E’ un periodo molto difficile per tutta l’umanità, l’Istituto Samantabhadra, dopo il Tibet festival di dicembre, propone una serie di incontri di Pace con il Lama di Roma, che vogliono farci riflettere ma danno anche degli strumenti per affrontare al meglio le difficoltà della vita quotidiana. In esclusiva per i lettori di Telestreet Arcobaleno ecco l’intervista che ci ha rilasciato nella sede di Roma.
Domanda: Quali sono le differenze che ha notato con il modo di vivere dell’uomo occidentale? Ha incontrato difficoltà ad inserirsi in Occidente?
Risposta: La mia è un’opinione molto personale quindi non deve rispecchiare per forza tutte le persone che ho incontrato.L’idea che mi sono fatto e la differenza fondamentale è che siete molto orgogliosi e tracotanti perché avete paura e vi vergognate di chiedere agli altri aiuto, quando non sapete fare qualcosa; se siete in un percorso formativo o state attraversando un fase particolare della vostra vita invece di chiedere aiuto agli altri, a qualcuno che potrebbe effettivamente darvi un sostegno, preferite fare da soli e non comunicare con gli altri, in questo siete molto orgogliosi in senso negativo…questa è la differenza fondamentale tra il vostro modo di fare e quello a cui ero abituato. Ribadisco è una mia opinione non vorrei che qualcuno si sentisse offeso.
Domanda :I giovani oggi sono molto distratti dai falsi miti del successo , del denaro e sono anche poco meditativi, non riescono a programmare il futuro, la sua filosofia buddista potrebbe aiutare i giovani oggi ad essere più riflessivi e a programmare il futuro, ad essere più in pace con se stessi e gli altri?
Risposta: Oggi molti giovani tra i venti ed i trent’anni hanno un elevato livello culturale perché la maggior parte di loro frequenta l’università o hanno concluso il loro percorso di studi, tuttavia quello che manca nel percorso educativo fin dall’infanzia è l’educazione al rispetto degli altri, alla gentilezza, all’amore reciproco, è questo quello che manca perché se si educasse i bambini, i giovani fin da piccoli a questo, l’amore e il rispetto degli altri diventerebbero parte della loro consuetudine, diverrebbero un loro comportamento naturale; questo non spetta soltanto agli educatori, non solo agli insegnanti ma anche ai genitori, al padre e alla madre che sono i primi modelli educativi a cui fanno riferimento i bambini. Infatti il Dalai Lama ripete spesso che il suo primo maestro è stato sua madre, è lei che gli ha insegnato appunto il rispetto, l’amore e la gentilezza. In generale le persone anziane, le persone di grande esperienza potrebbero essere ascoltate. Dunque i giovani dovrebbero pensare ai consigli che gli vengono dati.
Domanda: Quali dovrebbero essere le caratteristiche dei leader politici , degli uomini che guidano i popoli in questo periodo così difficile dove ci sono preoccupazioni per le guerre, per gli scontri razziali, questa incertezza verso il futuro.
Risposta: Il ruolo delle persone influenti è estremamente difficile e quello che vediamo è proprio il risultato della mancata educazione al rispetto e alla gentilezza, al rispetto reciproco, perché se queste persone avessero ricevuto determinati imput fin da piccoli una volta giunti al potere lo avrebbero esercitato in modo diverso, con altri criteri, cosa che non accade, così questi atteggiamenti sono l’effetto ed il risultato di questa mancanza, di questa assenza di educazione al rispetto, che è fondamentale. Ovviamente adesso sarebbe impossibile modificare quelle che sono le politiche delle persone che governano che seguono determinati programmi, quello che possiamo fare è sperare nel futuro e nelle nuove generazioni ed educarle in modo positivo affinchè ci sia un cambiamento.

Domanda: Venendo al tema dell’incontro di oggi presso la sede dell’unione buddhista italiana: Come poter condurre la propria vita nel miglior modo possibile?
Risposta: Se cambiamo tendenze mentali anche paura, dolore e fatica diminuiscono.
La serenità mentale si riflette anche sulla salute fisica.
Vediamo ad esempio persone povere in India che sono felici nonostante la povertà mentre persone ricche sono infelici e sono alla ricerca di felicità.
Molti sono preda di desideri, cose costose, che non ci fanno raggiungere la felicità.
Non c’è differenza, non è importante seguire una tradizione religiosa, la differenza non sta nell’attenersi ad una fede religiosa ma ciò che conta è una educazione civica, un rispetto per tutti.
Nelle scuole tibetane questo si riceve.
Le nostre attitudini mentali influenzano anche le malattie fisiche.
La malattia non sparisce ma affrontare una malattia circondati da gentilezza aiuta.
Dobbiamo riconoscere un comportamento sbagliato, sostituendolo con uno opposto, altruistico fondato sulla gentilezza, con chiunque.
Una mente buona è la base per l’ottenimento della pace nel mondo.
Non si può ottenere con un farmaco ma spetta a noi stessi.
Importante è l’educazione che diamo ai bambini che saranno i leader politici del domani.
Occorrono percorsi educativi per i giovani, forniti non solo dagli educatori ma anche dai genitori, che prevedano il rispetto degli anziani, ed anche il rispetto dei coetanei.
Oggi che facciamo? I bambini vanno a scuola, si inizia dall’alfabeto, dai numeri ma non è l’unica cosa importante.
Il Dalai Lama dice: la pace parte dal rispetto che abbiamo verso il prossimo, ricco o povero che sia, tutti sono degni di rispetto, questo deve essere insegnato ai bambini.
Anche chi non ha un credo religioso stima il Dalai Lama, buddisti, musulmani, cristiani.
C’è assenza di una corretta educazione e comportamento, anche nei conflitti tra nazioni e tra leader politici.
Il Dalai Lama analizza la mancanza di una sana condotta. Mancano sani principi.
La possibilità di una vita felice si basa su una nostra giusta condotta: aiutarci e rispettarci reciprocamente.
Siamo tutti sullo stesso piano.
In famiglia, nella società, tra le nazioni.
Dobbiamo partire da noi stessi, rispettare nostra madre,i familiari fino ad investire gli altri in una più ampia prospettiva
Oggi c’è anche un uso sbagliato di Internet e dei mezzi di comunicazione, dei cellulari, un comportamento fine a se stesso,il 70% li utilizza per propri interessi.
Dobbiamo usarli per parlare con le persone care o arricchire noi stessi, non con attività prive di senso.
Una cosa fondamentale è sottoporre noi stessi ad analisi continua. Quali azioni positive e quali negative compio?

Per molte persone ciò che desiderano diventa fonte di stress, invece di dare importanza al denaro solo come mezzo si pensa all’accumulo di ricchezza come fine della propria vita.
Le parole spese per noi solo, le dobbiamo mettere poi in pratica.
I figli devono rispettare i genitori.Gli adulti devono essere dei modelli comportamentali corretti per i giovani.
I genitori devono educare i loro figli.
Non rispondere alle offese con le stesse parole ma essere sempre gentili.
Non dobbiamo prendere modelli vincenti come esempi da seguire.
La ricchezza non dura per sempre accade anche il contrario.
Per strada quando chiediamo una informazione molte persone non rispondono, altre persone rifiutano un aiuto per diffidenza, non cè più fede(fiducia negli altri) e non si crede nel prossimo, manca infine rispetto dei giovani nei confronti degli anziani.
La ricchezza di oggi, la possibilità di studio rispetto al passato sono superiori ma mancano gli elementi positivi del passato.
Molti anziani non hanno istruzione ma hanno coltivato buoni sentimenti e modi di vivere.
Nelle società rurali non erano in contrasto ed infelici come oggi, erano più rispettosi.
Manca oggi rispetto reciproco.
I nostri genitori avevano grandi meriti, anche nel costruire case e ponti lo si faceva per il bene di tutti, ora sfruttiamo solo le risorse. Non costruiamo più con lo stesso intento. Lo ripeto, mancano sani principi.
Se su 10 persone oggi presenti a questo incontro, 5 hanno trovato beneficio, sono contento.
Riflettete su quanto detto, punto di partenza per poi mettere in pratica.
Rispetto ed essere modello educativo per i giovani, sono i cardini dell’educazione .
Se pensassimo all’amore di una madre che porta in grembo per nove mesi il bimbo, o a quanto i genitori fanno dopo la nascita privandosi a volte del necessario, o quanto soffrono quando il figlio piange, come uno spillo che trafigge il proprio cuore, ecco…allora una volta ottenuto un lavoro, dopo aver studiato, grazie ai genitori, dovremmo essere riconoscenti invece li abbandoniamo.
Dovremmo essere riconoscenti.
E considerare inoltre negatività la rabbia che distrugge la pace interiore, modificando il comportamento nei confronti non solo dei propri simili ma anche nei confronti degli animali.
Quando riceviamo carezze rispondiamo con carezze, quando invece si è arrabbiati ci si sfoga anche contro gli animali.
In cambio della rabbia riceviamo paura, odio.
Se siamo gentili, riceviamo gentilezza e amore

Intervista a cura di Antonio Volpe.Si ringrazia Rossana Barbolla Vice Presidente del Centro Samantabhadra di Roma

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Cittadina guarita e Piano ritorna città Covid-free

Il sindaco Vincenzo Iaccarino è lieto di dare questa notizia positiva   Piano di Sorrento – La cittadina che circa dodici giorni…

01 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Sindaco Tito: “Se sarò costretto chiuderò stazione e spiagge” (Video)

In un video tramite Facebook ha puntualizzato la questione degli arenili riferendosi a quanto è accaduto nel weekend scorso   Meta –…

01 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Monte Faito, nuova segnaletica

Grazie al Cai ecco i nuovi cartelli per gli escursionisti della montagna che sale tra i golfi di Napoli e…

30 Giu 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Incidente in barca a Capri per Simona Izzo: “Sto bene…

A raccontarlo è stata lei stessa in tv a “C’è tempo per…”, su Rai 1, la nuova trasmissione condotta da…

30 Giu 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Giornata in mare a Capri diventa incubo: affonda barca con…

I naufraghi salvati, uno di loro ha rischiato di annegare: portato in ospedale (Fonte caprinews.it) Momenti di paura nel pomeriggio di oggi…

28 Giu 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Costa d'Amalfi, stop alle targhe alterne: intesa dei Sindaci

I Comandi di Polizia Locale dei comuni costieri sono stati informati delle nuove disposizioni: da domani si transiterà regolarmente   (Fonte il…

19 Giu 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Voleva farla finita lanciandosi dalla Statale Amalfitana: Carabinieri salvano 56enne…

Aveva pensato di lanciarsi nel vuoto. Provvidenziale l'intervento dei militari dell’Arma (Fonte il vescovado.it) Aveva pensato di farla finita e di lanciarsi…

12 Giu 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook