Housing sociale Sant’Agnello. Il pm: manipolata la relazione del prof. Pinto

RASSEGNA STAMPA fonte Stylo24 direttore De Meo

Le carte dell’inchiesta sull’housing sociale a Sant’Agnello. Il pm: manipolata la relazione del prof. Pinto

Abbiamo visto, nella prima puntata, come il pm della Procura di Torre Annunziata, Andreana Ambrosino, si sia soffermato in particolare sulla delibera di giunta comunale del 17 ottobre 2014 (n. 126) con la quale viene approvato il Piano urbanistico attuativo per la realizzazione del complesso di housing sociale in Via Gargiulo, a Sant’Agnello.

Ebbene, continuando a leggere gli atti dell’inchiesta, che ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati del sindaco di Sant’Agnello, Piergiorgio Sagristani, e dei suoi ex assessori oltre che di dipendenti e funzionari comunali, si scopre la genesi del ragionamento del pubblico ministero che contesta, in un primo capo di imputazione, a tutti gli amministratori il reato di concorso in abuso d’ufficio.

La bocciatura della Provincia di Napoli

Ma riprendiamo il racconto da dove l’abbiamo interrotto. La delibera incriminata n. 126 passa al vaglio della Provincia di Napoli che, con delibera n. 566 del 9 dicembre 2014, rileva alcune criticità che poi saranno riprese e fatte proprie anche dal pm.

La più importante delle quali è questa: la zona C2, nella quale ricade il complesso di housing sociale, «consente unicamente la possibilità di realizzare gli insediamenti di edilizia economica e popolare previsti dal Peep (Piani per l’edilizia economica e popolare)», e non di housing sociale. In particolare, la pm Ambrosino si sofferma sulla circostanza che la «destinazione residenziale risulta vincolata al soddisfacimento della quota di fabbisogno derivante dai vani malsani e dal sovraffollamento» […] con applicazione ai «soli abitanti delle abitanti delle abitazioni malsane e da sostituire e delle abitazioni sovraffollate». C’erano questi requisiti a Sant’Agnello? Al di là delle valutazioni di merito, rispetto alle quali gli indagati avranno modo e tempo di chiarire le loro posizioni, è un fatto che in quell’appezzamento, in Via Gargiulo, non fossero presenti né «abitazioni malsane» né «abitazioni sovraffollate». L’area era occupata, come è scritto nell’avviso di conclusione delle indagini, da un «vasto ed antico agrumeto tipicamente sorrentino». Sempre nell’avviso di conclusione delle indagini, il pm contesta la deroga al piano casa, varato dalla giunta regionale, con il Piano urbanistico territoriale. E ancora: nel Piano urbanistico attuativo del Comune di Sant’Agnello, a differenza di quanto disciplinato dall’art. 7 del piano casa, non «è prevista la cessione di immobili di Ers (Edilizia residenziale sociale, ndr) ma solo la vendita di alloggi». Dunque, una operazione potenzialmente speculativa.

«Il Pua non coerente con il Piano territoriale»

Dopo le contestazioni dell’Amministrazione provinciale, il sindaco e la giunta approvano, sempre sulla base della relazione istruttoria di Francesco Ambrosio, un’altra delibera di giunta: è la n. 90 del 3 agosto 2015 avente ad oggetto «Esame, osservazioni e approvazione Pua del comparto edilizio di housing sociale» – scrive il pm – «in spregio alle osservazioni formulate dalla giunta provinciale».

Andiamo ora a vedere le specifiche posizioni.

Il dipendente comunale Ambrosio, «per confutare le osservazioni dell’Amministrazione provinciale», riguardo alla non derogabilità del Put rispetto al piano casa, «riportava in maniera non conforme al vero il parere tecnico espresso dal legale dell’Ente, prof. Ferdinando Pinto, in data 16 febbraio 2015». Il pm pubblica uno stralcio della istruttoria che, secondo Ambrosio, avrebbe dato disco verde alla realizzazione del complesso edilizio. Ma per il pubblico ministero, quanto riportato nel provvedimento del dipendente comunale, è falso. Tant’è che il sostituto procuratore scrive che l’affermazione per il via libera all’housing sociale non è «rispondente al testo del citato parere nel quale il suddetto legale aveva, per contro, concluso» con la necessità di attendere, prima di adottare qualsiasi provvedimento, la «pronuncia della Corte costituzionale». Dunque, stando alla ricostruzione accusatoria, un marchiano caso di falso. Di manipolazione.

E il sindaco e gli assessori, invece, di che cosa sono accusati? Il pm rileva che Sagristani, Chiara Accardi, Pasquale Esposito, Giuseppe Gargiulo e Antonino Castellano, «procedevano, in assenza dei pareri della soprintendenza archeologica e della soprintendenza per i beni paesaggistici, alla approvazione definitiva del Pua». Aggiungendo per di più di aver «valutato le osservazioni della Provincia di Napoli in conformità al parere reso dal consulente legale del Comune», atto che – si legge nell’avviso di conclusione delle indagini – «veniva allegato alla relazione istruttoria». Attestando, «in maniera non conforme al vero», che il «Pua fosse coerente sia con il Prg che con il Put».

Il vincolo del Piano di edilizia pubblica

Arriviamo così al 26 febbraio 2016 quando alla società Shs srl, promotrice del progetto di housing social, viene rilasciato il permesso a costruire n. 19/2016. Attenzione alle date, sono importanti: perché il 28 gennaio 2016, quindi appena un mese prima, era stata depositata la sentenza n. 11 del 13 gennaio 2016 della Corte costituzionale che «sanciva il principio di prevalenza dei piani paesaggistici sugli altri strumenti urbanistici, chiarendo “definitivamente” i termini della questione sottoposta al professor Pinto in termini sfavorevoli all’applicabilità delle norme derogatorie della legge regionale sul piano casa nei territori sottoposti al Put».

Inoltre, ancor prima – il 26 gennaio 2016 – la Soprintendenza Belle arti e paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli, in sede di conferenza dei servizi, avevano espresso parere favorevole con prescrizioni. Imponendo al «servizio urbanistica del Comune di Sant’Agnello di verificare tutti i parametri urbanistici […] del Put». Accertamento che, scrive la pm Ambrosino, non veniva effettuato. Ragion per cui la procura ritiene che le condotte degli indagati «intenzionalmente procuravano» alla società Shs srl, «proprietaria dell’area», l’«ingiusto vantaggio patrimoniale consistito nel rilascio del […] permesso a costruire e nella conseguente realizzazione di un intervento speculativo di edilizia privata non consentito». In quanto – riportiamo integralmente dall’avviso di conclusione delle indagini – «l’area oggetto dell’intervento è destinata alla attuazione di interventi di edilizia residenziale pubblica previsti dal Peep […] da riservare esclusivamente agli abitanti-residenti nel comune di Sant’Agnello delle abitazioni malsane da sostituire e delle abitazioni sovraffollate». E perché «al di fuori di tali ipotesi […] non vi è in Sant’Agnello, alla stregua della delibera del servizio assetto del territorio della Provincia di Napoli n. 52 del 26 luglio 2004, alcuna altra possibilità di realizzare vani residenziali».

2 – continua

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, piazza Cota: isola pedonale serale

Sarà in vigore fino al 30 settembre e così residenti e turisti hanno modo di riappropriarsi del salotto della città,…

10 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

GIULIO DE MAIO IL MAESTRO DECANO DELLA TARSIA LIGNEA

Nato nel 1927 ha sempre amato la sua attività lavorativa e didattica e sembra quasi che fosse nato con la…

03 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

BBC, speciale su Violetta Elvin Prokhorova e le bellezze naturali…

Centrale sarà l'intervista, a tutto campo, che la storica e prestigiosa emittente inglese ha realizzato, con lo scrittore Raffaele Lauro Nell'ambito…

15 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Basket femminile Capri, alla volta della promozione in A2

La finale sarà giocata in un duplice confronto con differenza canestri contro la vincente del girone lombardo, che verrà fuori…

09 Giu 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Festività del 2 giugno, prove d’estate a Capri: le foto…

Complice il bel tempo e il clima quasi estivo, ha fatto segnare un buon afflusso di turisti e bagnanti ai…

02 Giu 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Maiori, operaio resta ferito nella Cartiera

È accaduto nella notte dove un 32enne di Minori nel turno  di notte stava per rimanere incastrato con un braccio…

09 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Praiano, chiusura notturna della SS163 Amalfitana

Per con consentire lavori di ripristino del manto stradale, che saranno effettuati dal 7 al 12 giugno Praiano – Ci sarà…

07 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano