HOUSING SOCIALE S. AGNELLO, 15 INDAGATI

Rassegna stampa fonte STYLO24

Caso housing sociale, le contestazioni del pm al sindaco e all’ex giunta comunale contenute nell’avviso di conclusione delle indagini

Si è discusso tanto – e tanto ancora si dovrà discutere – dell’inchiesta sull’housing sociale a Sant’Agnello che vede coinvolti il sindaco, Piergiorgio Sagristani, e la sua ex giunta. Soprattutto si discute, tra i cittadini, delle motivazioni che hanno portato il pm Andreana Ambrosino, titolare di alcuni dei più importanti e delicati fascicoli sulla penisola sorrentina, a iscrivere nel registro degli indagati ben 15 persone rispetto alle quattro iniziali.

Stylo24, in esclusiva, ha potuto visionare gli atti giudiziari – ormai pubblici, perché notificati ritualmente alle parti – per cercare di ricostruire la genesi dell’indagine e le accuse che la Procura di Torre Annunziata muove ai politici di Sant’Agnello.

Le norme violate secondo il pm

Il primo capo di imputazione a cui si fa riferimento, nell’avviso di conclusione delle indagini, è il 323 cp (abuso d’ufficio) perché il sindaco Sagristani, in concorso con gli altri indagati, tra cui i componenti dell’ex giunta comunale di Sant’Agnello (Clara Accardi, Pasquale Esposito, Giuseppe Gargiulo e Antonino Castellano), nonché con il responsabile della quinta unità organizzativa dell’ufficio tecnico comunale dell’Amministrazione (Francesco Ambrosio), con il tecnico del servizio di edilizia privata del Comune di Sant’Agnello e responsabile del «procedimento relativo alla richiesta di permesso a costruire» (Salvatore Palomba) e con il responsabile del procedimento paesaggistico per il Comune di Sant’Agnello (Pietro Iaccarino) – definiti dal pm «pubblici ufficiali nello svolgimento delle loro funzioni» – avrebbero violato cinque articoli di quattro leggi. I primi due sono gli articoli 9 e 12 della legge regionale n. 35/1987 (il Piano urbanistico territoriale) che «prescrivono che l’edificazione di nuovi vani residenziali deve avvenire esclusivamente secondo il proporzionamento dello strumento urbanistico comunale».

Il terzo è l’articolo 7 della legge regionale 19/2009 che «disciplina gli interventi relativi esclusivamente alle aree urbane degradate da riqualificare e presuppone il preventivo accertamento dell’insussistenza “di aree destinate ad edilizia residenziale sociale e la presenza di nuclei familiari con disagio abitativo”».

Il complesso di housing sociale a Sant’Agnello

Il quarto è l’art. 16 della legge urbanistica generale secondo cui «i piani particolareggiati nei quali siano comprese cose immobili soggette alla legge […] sulla tutela delle cose d’interesse artistico o storico e alla legge […] sulla protezione delle bellezze naturali sono preventivamente sottoposti alla competente soprintendenza».

Il quinto, e ultimo, è l’art. 26 della legge regionale n. 16/2004 che «prescrive che la variante al Pua (Piano urbanistico attuativo) approvato deve essere “motivata dal Comune al fine di dimostrare i miglioramenti conseguibili e in ogni caso l’assenza del carico urbanistico”».

«Attestazioni ideologicamente false»

È stato fatto questo? Secondo il pubblico ministero della Procura di Torre Annunziata, no. E infatti, si legge nel provvedimento del sostituto procuratore Ambrosino, che il 17 ottobre 2014 la giunta comunale approvava una delibera, sulla base della relazione istruttoria di Francesco Ambrosio, con la quale veniva dato disco verde al Piano urbanistico attuativo del comparto edilizio di housing sociale. Delibera nella quale, scrive il pm, il sindaco e gli assessori «attestavano falsamente che la proposta» fosse «coerente con le previsioni del Prg […] non costituiva variante al Prg […] era di pubblico interesse […]».

Attestazioni ideologicamente false, si legge nell’avviso di conclusione delle indagini, in quanto la proposta approvata – scrive il pm – «non era coerente con le previsioni delle zone C2 ed F1.13 e non poteva sostituire la “dotazione minima inderogabile di spazi pubblici riservati alle attività collettive, a verde pubblico o a parcheggi di cui al dm 1444/1968” […]». Inoltre, la delibera «costituiva variante al Prg perché il Pua modifica il perimetro della zona C2 e di quella F1.13, aumenta notevolmente la quantità insediativa incidendo in maniera esponenziale sul dimensionamento del piano, sugli indici di fabbricabilità e sulla dotazione di spazi pubblici o di uso pubblico […]». E ancora: […] alla stregua del Prg adeguato al Put [la delibera, ndr] non era conforme alle previsioni» sul proporzionamento del Prg «secondo cui l’edificazione di nuovi vani residenziali deve avvenire nel rispetto del proporzionamento regolamentato dallo strumento urbanistico comunale ed è destinata […] ai soli abitanti delle abitazioni malsane da sostituire e delle abitazioni sovraffollate e dev’essere attuata unicamente attraverso interventi di edilizia residenziale pubblica».

E ancora, leggiamo dal provvedimento (rispetto al quale, ovviamente, gli indagati avranno la possibilità di dimostrare la correttezza del proprio operato): «[L’intervento, ndr] non poteva considerarsi di pubblico interesse» in quanto la norma a cui si fa riferimento è stata abrogata ben dieci anni fa con la legge regionale del 5 gennaio 2011 n. 1 […] aveva ad oggetto il comparto di edilizia residenziale sociale di via Gargiulo di circa 17200 mq […] costituito da un vasto ed antico agrumeto tipicamente sorrentino che non presentava le caratteristiche di un’area urbana degradata».

1. continua

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, piazza Cota: isola pedonale serale

Sarà in vigore fino al 30 settembre e così residenti e turisti hanno modo di riappropriarsi del salotto della città,…

10 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

GIULIO DE MAIO IL MAESTRO DECANO DELLA TARSIA LIGNEA

Nato nel 1927 ha sempre amato la sua attività lavorativa e didattica e sembra quasi che fosse nato con la…

03 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

BBC, speciale su Violetta Elvin Prokhorova e le bellezze naturali…

Centrale sarà l'intervista, a tutto campo, che la storica e prestigiosa emittente inglese ha realizzato, con lo scrittore Raffaele Lauro Nell'ambito…

15 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Basket femminile Capri, alla volta della promozione in A2

La finale sarà giocata in un duplice confronto con differenza canestri contro la vincente del girone lombardo, che verrà fuori…

09 Giu 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Festività del 2 giugno, prove d’estate a Capri: le foto…

Complice il bel tempo e il clima quasi estivo, ha fatto segnare un buon afflusso di turisti e bagnanti ai…

02 Giu 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Maiori, operaio resta ferito nella Cartiera

È accaduto nella notte dove un 32enne di Minori nel turno  di notte stava per rimanere incastrato con un braccio…

09 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Praiano, chiusura notturna della SS163 Amalfitana

Per con consentire lavori di ripristino del manto stradale, che saranno effettuati dal 7 al 12 giugno Praiano – Ci sarà…

07 Giu 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano