Crisconio un gigante della pittura del 900 napoletano

LUIGI CRISCONIO A SORRENTO E A META di Gege’ Lorenzano

Uno dei più grandi pittori napoletani del XX sec. fu certamente Luigi Crisconio. Sicuramente più apprezzato da morto che in vita, nacque a Napoli nel 1893. Il padre gestiva una cartoleria a Piazza Borsa a Napoli, il giovane pittore si sentiva costretto all’interno della cartoleria ed appena poteva ritraeva e dipingeva tutto ciò che aveva a tiro. Accettò un pò a malincuore di iscriversi all’Accademia di Belle arti di Napoli, aveva un carattere decisamente insofferente ed era riluttante alle convenzioni della società borghese dell’epoca. Nel 1920 presentò un nudo alla Biennale di Venezia che non fu preso in considerazione. Questo rifiuto gli provocò una forte crisi interiore e da quel momento iniziò ad uscire fuori dall’ufficialità dei premi accademici artistici e delle relative giurie. Iniziò quindi un solido e praticato anticonformismo artistico ed un viscerale antagonismo verso la “pittura ufficiale ed accademica”. Nel 1926 organizzò una mostra in uno scantinato a Via dei Mille ed un gruppo di intellettuali del Caffè Gambrinus visitò quella mostra apprezzando le qualità artistica del pittore e soprattutto la sua forza cromatica, i suoi variegati colori che ne caratterizzavano i quadri. Si sposò con la sua modella Elisa Amato ed andò ad abitare a Portici dalla madre. Proprio per la problematica convivenza con la madre Crisconio soleva trascorrere lunghi periodi di villeggiatura-lavoro a S. Angelo dei Lombardi in Irpinia ed a Meta per poi effettuare puntate in costa amalfitana-sorrentina e nelle isole del golfo. Crisconio si innamorò profondamente di Meta e intesse una bella amicizia con un ciabattino e provetto pittore: Antonino Mastellone detto “o capitaniello”. Mastellone sovente ospitava per lunghi periodi il pittore e la sua consorte nella sua dimora di Via Casa Miccio, o meglio in una traversa di detta via. Si dice che il ciabattino in qualche modo pagasse le sue lezioni di pittura ospitando Maestro Crisconio nella sua bella casa metese. Nella traversa di via Casa Miccio vi é un’edicola rappresentante la Madonna del Lauro dipinta proprio da Mastellone ed un quadro di Crisconio mostra proprio Mastellone intento a dipingere quell’edicola. Nelle sue “estensioni” a Sorrento Crisconio conobbe un giovanissimo pittore Domenico Fiorentino che divenne poi il suo allievo prediletto. Nel frattempo la sua fama in penisola sorrentina era divenuta notevole ed una serie di personaggi appassionati o facoltosi iniziarono a fungere da veri e propri commitenti come i fratelli Cafiero, il prof. Giosuè Astarita, il Dr. Luigi Cappiello, Raffaele Guida, le famiglie Iaccarino, Longobardi, De Martino e Cacace. Molti angoli di Sorrento, specie di Marina Grande e di Meta sono ben rappresentati nei suoi quadri. Purtroppo per motivi di non curanza e di non conoscenza del personaggio alcuni quadri del Crisconio sono andati perduti sia nell’allora residenza del maestro ciabattino Mastellone che nella Pensione Zì Teresa di Sorrento ove spesso soleva recarsi il pittore.
Crisconio morì giovanissimo nel 1946 a Portici. Solo post mortem ricevette le giuste attenzioni e considerazioni dei critici e molti di essi lo definiscono il più grande pittore napoletano del XX sec. Ancora molti suoi quadri sono conservati in case della penisola sorrentina. Una mostra organizzata a Napoli nel 1964 raccolse ed espose più di 200 suoi quadri. I più appassionati biografi ( e non critici d’arte… si badi bene) del pittore sono stati sicuramente la Prof. Nella Pane Circelli , il Prof. Lauro Gargiulo e
lo scultore Umberto De Martino, quest’ultimo per ironia della sorte abita proprio nella casa che fu abitata da Mastellone e Crisconio a Via Casa Miccio e cela molti aspetti ed aneddoti sconosciuti del pittore. Si spera almeno che la prossima commissione della toponomastica a Meta dedichi la traversa di Via Casa Miccio al grande pittore napoletano. É un dovere morale verso il pittore e verso il suo allievo-ciabattino che ne ha dipinto l’edicola. Tutti in attesa di Vico Luigi Crisconio a Meta
EUGENIO LORENZANO

Luigi Crisconio (1893-1946), autoritratto al cavalletto. Olio su tela di 50×40 cm
Veduta costiera
Probabile interno casa metese di Crisconio

 

 

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Luca Barbareschi "Torna a Surriento" nel nome della Bellezza

Da Roma​ l’attore, regista​ e produttore teatrale e cinematografico conferma la sua adesione al progetto di marketing culturale ideato a…

08 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, spiagge: minima apertura ai non residenti

Il sindaco Giuseppe Tito apre i lidi a tutti ogni giorno sempre che abbiano prenotato   Meta - Il sindaco Giuseppe Tito…

10 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, parte da Seiano il metro del mare

Dal 15 luglio il collegamento via mare toccherà Bacoli, Pozzuoli, Napoli Beverello, Ercolano, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Sorrento, Positano…

11 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Allan e Coutinho a Capri: relax in famiglia in Piazzetta…

Tour vacanziero per i due calciatori brasiliani (Fonte caprinews.it) Tour vacanziero a Capri per i due calciatori brasiliani Allan e Philippe Coutinho.…

10 Lug 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Incidente in barca a Capri per Simona Izzo: “Sto bene…

A raccontarlo è stata lei stessa in tv a “C’è tempo per…”, su Rai 1, la nuova trasmissione condotta da…

30 Giu 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

I Dirty Six a "Vietri in scena"

E' di scena il grande jazz alla kermesse di spettacoli che si tiene ogni anno, ingresso gratuito E' di scena il…

09 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vietri sul Mare, sei appuntamenti gratuiti per "Vietri in scena"

La kermesse segna l'inizio del ritorno alla vita culturale ed artistica ed inaugura l’estate vietrese Vietri sul Mare - Mercoledì 8…

08 Lug 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook