Circumvesuviana, ora anche disegnata una svastica

Nella stazione di San Vitaliano è stata trovata nella mattina del 17 dicembre

 

 L'immagine può contenere: spazio al chiusoRedazione – Nella stazione dell’ex Circumvesuviana di San Vitaliano è stata trovata disegnata anche una svastica.

Non c’è più da meravigliarsi con quello che accade in questa ferrovia che è una tra le più antiche italiane, infatti il primo tratto sorse Nel 1884 veniva inaugurata una linea a scartamento ridotto che collegava Napoli con Baiano, passando per Nola, ad opera della società anonima Chemin de fer Naples-Nola-Baiano et extensions.

La nascita della Circumvesuviana vera e propria risale però al 18 novembre 1890, quando la Società Anonima Ferrovia Napoli Ottaviano inaugurò la linea fra tali località; il 9 febbraio dell’anno successivo la stessa venne prolungata fino a San Giuseppe Vesuviano (allora frazione di Ottaviano), raggiungendo i 23 km. L’intera linea era armata con binario unico a scartamento ridotto ed esercita con trazione a vapore.

Nel maggio 1901, la gestione venne assunta dalla Società Anonima Strade Ferrate Secondarie Meridionali (SFSM) la quale, nel corso di pochi anni, prolungò la linea originaria fino a Sarno e realizzò una nuova direttrice lungo la costa che da Napoli attraversava popolosi comuni quali quelli di Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata e Pompei, fino ad innestarsi nella linea Napoli-Sarno all’altezza di Poggiomarino, completando l’anello ideale intorno al Vesuvio dando vita alla vera e propria Circumvesuviana, lunga circa 64 km, la quale attraversava 23 comuni, con un bacino di utenza di circa 300.000 persone, e registrava il trasporto annuo di circa 3 milioni di viaggiatori.

Il 25 marzo 1905 fu attivata l’elettrificazione della linea Napoli-Pompei-Poggiomarino.

Un’importante inaugurazione avvenne il 6 gennaio 1913, quando fu attivata la stazione di Pugliano, in comune con la ferrovia Pugliano-Vesuvio.

Non prolungandoci molto storicamente, essa arrivò fino a Sorrento dopo il secondo conflitto mondiale, e dopo i lavori che richiesero impegnative opere di ingegneria come una galleria di quasi 4 km tra Castellammare di Stabia e Vico Equense ed un viadotto sul quale sorse la stazione di Seiano; il 6 gennaio 1948 entrò in funzione l’ultima tratta di 13,6 km da Castellammare di Stabia a Sorrento e venne soppressa la parallela tranvia Castellammare di Stabia-Sorrento.

Oggi dopo tutto quello che sta accadendo, tra treni soppressi perché mancano i pezzi di ricambio, con qualcuno che si ferma anche in qualche galleria provocando il panico tra i viaggiatori, che a volte se la devono fare a piedi sui binari fino alla più vicina stazione, poi con le pietre lanciate nei finestrini, e tutto quello che c’è intorno, oggi mancava solo la svastica.

Questa è stata postata dal presidente dell’Eav Umberto De Gregorio sulla sua pagina Facebook mostrando svastiche e scritte razziste su muri, vetri e pavimenti della stazione nel Napoletano. Raffica di commenti al post.

GiSpa

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, riqualificazione dell'area collinare

Nuovi spazi pubblici per il benessere Nell'ambito di una consolidata unione di intenti tra il Comune di Piano di Sorrento e…

19 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Iguana a spasso tra le strade di Meta

Lo strano “avvistamento” è stato fatto nella sera del 19 settembre sul corso Italia   Meta – Uno strano “avvistamento” è stato…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Il Premio “Capo d’Orlando” andrà al Nobel May Britt Moser

La XXII edizione del prestigioso riconoscimento scientifico sarà dedicata alle donne e sarà attribuito il prossimo 9 ottobre     …

24 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Elezioni: l’affluenza alle 19. Capri: 26,13% referendum, 20,83% regionali. Anacapri:…

Continuano le operazioni di voto per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari e per l’elezione del nuovo presidente di…

20 Set 2020 Campania Capri Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Il professor Ascierto in visita al Comune di Anacapri

L’incontro con una rappresentanza dell’Amministrazione (Fonte caprinews.it) Il professor Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto dei tumori “Fondazione Pascale” di Napoli, “padre” del cosiddetto…

04 Set 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Referendum costituzionale, in Costiera Amalfitana il "Sì" al 75,83% [TUTTI…

L'affluenza definitiva al voto è stata del 53,84% alla chiusura dei seggi. I dati si evincono dal sito del Viminale   (Fonte il vescovado.it) Il…

21 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Elezioni, alle 19,00 affluenza maggiore ad Amalfi (42%). A Praiano…

Il dato di riferimento è quello relativo al referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari   (Fonte il vescovado.it) Col 42,58% sono Amalfi è il centro…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook