Chi ha vinto il Meta Film Festival 2015?

E’ stata un successo la seconda edizione del “Meta Film festival”, dedicato alle tematiche ambientali e di educazione alla salute e alla legalità, dedicato quest’anno al mare e alla salvaguardia del bene prezioso che è l’acqua. In ogni festival che si rispetti, ci sono vincitori e premiati. In questo caso, i vincitori sono davvero tanti: L’amministrazione di Meta, che ha fortemente voluto l’evento ed è stata sempre in prima linea nelle serate, il Sindaco Giuseppe Tito, definito “l’uomo del fare”, sempre in campo nella lotta per il mare pulito in Penisola, e le sempre attive e attente Angela Aiello, Biancamaria Balzano, Susanna Barba Carderopoli. Il Circolo Endas “Penisola sorrentina” onlus, presieduto da Adele Paturzo, operante sul territorio dal lontano 1983 con iniziative di promozione culturale, artistica,cinematografica, sportiva e di educazione ambientale rivolte ad un pubblico di ogni età, che ha confermato ancora una volta di essere un punto di riferimento irrinunciabile per la cultura in Penisola. Il Direttore artistico, Antonio Volpe, che ha confezionato una rassegna di un mese(10 novembre-12 dicembre) che con un ricco ed articolato programma di film, documentari, testimonianze, forum, gare, mostre, ha saputo promuovere la cultura ambientale e sensibilizzare le coscienze, coinvolgendo in primis le giovani generazioni . Il conduttore, Carlo Alfaro, da tutti apprezzato per capacità comunicativa, afflato empatico e verve espositiva. La Scuola Buonocore –Fienga, col suo attrezzatissimo Auditorium e la fattiva disponibilità della Dirigente Ester Miccolupi, il vicepreside Francesco Saverio Soldatini, il collaboratore scolastico Peppe Astarita. Il Festival della Cultura Europea promosso dall’Associazione Prometeo presieduta da Francesco Manca di Torre del Greco, giunto alla XIII edizione, che col gemellaggio col Meta Film Festival ha conquistato anche l’interesse e la partecipazione del pubblico della costiera. Il Festival mira alla divulgazione della cultura dell’integrazione e della cooperazione nell’ambito dell’Unione Europea, soprattutto fra le giovani generazioni, e proprio quest’anno, dichiarato dalla U.E. “l’anno europeo per lo sviluppo”, si svolge “sotto l’alto patrocinio del Parlamento Europeo”. Il maestro di chitarra, poeta e compositore Rocco Aversa, protagonista dell’overture musicale del festival con sue inedite composizioni di alta suggestione. Il prof. Leopoldo Milano, docente di fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina) dell’Università di Napoli Federico II, che ha incantato la platea con la sua lezione magistrale l’Acqua nell’Universo e la possibilità di acqua e vita in altri Pianeti, divulgando in maniera affascinate un concetto importante: “se l’acqua, la luce e il calore di una stella sono gli elementi base da cui può scaturire la vita, non c’è da meravigliarci se un giorno scopriremo qualche pianeta in cui esiste una vita complessa come sulla Terra”. Don Maurizo Patriciello, il parroco della chiesa di S. Paolo apostolo al Parco Verde in Caivano, nel cuore della Terra dei Fuochi: uomo simbolo del riscatto del Sud , una voce autorevole della Chiesa militante a difesa dell’ambiente e degli ultimi, che ha portato alla ribalta internazionale il dramma della Campania ridotta a serbatoio di tutti i rifiuti tossici della nostra (in)civiltà industriale con il silenzio e la complicità di una parte consistente delle Istituzioni che per decenni hanno taciuto. Il Capitano di fregata Rosario Meo, attualmente capo del Compartimento marittimo di Torre del Greco, un vero eroe dei nostri giorni che ha combattuto in tutt’Italia contro l’inquinamento del mare legato alla grande criminalità organizzata, partecipando in prima linea alle operazioni contro le navi dei veleni, occupando ruoli tecnici di rilievo e conquistando medaglie e riconoscimenti. L’attore Sebastiano Somma, insignito del “Premio Meta film festival” per la pellicola dall’alto valore educativo “Il bacio azzurro” (Ita,2015) di Pino Tordiglione da un soggetto di Fausto Baldassarre Il film è la storia, raccontata in prima persona, di Francesco, un ragazzino di 11 anni sensibile e intelligente, che vive il dramma della separazione dei genitori e della mancanza del padre, e trova supporto nell’amorevole nonno, interpretato da Remo Girone, che lo introduce alla conoscenza del mondo magico dell’Acqua. Il film ha ricevuto i patrocini dell’Onu e dell’Unesco come Opera essenziale, a cui si sono affiancati quelli del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dell’Istruzione. Il maestro di arte presepiale Giuseppe Ercolano, autore del Trofeo “Meta Film festival”, opera originale realizzata appositamente per l’occasione, raffigurante un pescatore, simbolo delle tradizioni marinare metesi. La Grande Onda con Laura Cuomo, Marco Cuomo(l’eroe di EcoOnda, il trio di giovani, lui, Luca Castellano e Paolo Santalucia che nell’estate 2012 percorsero a nuoto i 45 km di costa da Positano a Vico Equense, per promuovere la tutela del nostro mare), Raffaele Attardi( ingegnere chimico ed ex Sindaco di Sorrento): il movimento, lanciato su facebook quest’estate sull’onda dello sdegno per l’inquinamento del mare della Penisola sorrentina culminato in ripetuti divieti di balneazione, in pochi giorni ha raccolto 7000 adesioni, e prosegue nel suo ruolo propositivo ed incalzante nei confronti delle autorità responsabili della salvaguardia del nostro mare. Fiore all’occhiello della Grande Onda, l’incontro tra i 6 sindaci (da Massalubrense a Vico Equense), il 5 agosto in Regione Campania alla presenza dell’Assessore Bonavitacola, del consigliere regionale onorevole Enza Amato e dell’ingegnere Angelo Pepe, responsabile del servizio idrico campano, in cui si è deciso di instaurare un tavolo di lavoro permanente: a Giuseppe Tito è stato affidato da Bonavitacola il ruolo di coordinatore Comuni/Regione. Primi provvedimenti sul tavolo di lavoro la questione depuratore Punta Gradelle e commistione acque bianche e acque nere. Anche in inverno la Grande Onda, silenziosamente e con determinazione, continua coinvolgere, discutere, proporre, ascoltare: in questi giorni i gestori degli stabilimenti balneari, e le altre associazioni di tutela del mare presenti nel territorio costiero campano. Grande successo della Grande Onda, aver ottenuto nella nuova legge approvata dal Consiglio Regionale della Campania sul riordino della gestione servizio idrico, con l’istituzione dell’Eic (Ente idrico campano) cui partecipano obbligatoriamente tutti i comuni del territorio regionale, l’accoglienza di un emendamento proposto dal movimento, che prevede la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali dell’Eic, attraverso un Comitato consultivo. Luigi De Pasquale, il fotoreporter per passione che ha presentato al festival, in anteprima assoluta, il documentario “Il mare dei fuochi”, un suo sconvolgente reportage sullo scempio ambientale di proporzioni inaspettate nel vallone Lavinola, dove rifiuti di ogni genere abbandonati abusivamente nell’alveo trasformato in un’immonda discarica sversano tossici e veleni nel rivo Lavinola che conduce le sue acque torrentizie fino alla baia del Purgatorio, spiegando il dramma dell’inquinamento del mare sorrentino , oltre che per un sistema fognario mal funzionante e inefficiente anche a causa di tronchi e rami che, accumulandosi nel corso dei decenni, per incuria e abbandono, hanno creato pericolose barriere che ostruiscono il rio Lavinola, esponendo il territorio a pericolosi rischi idrogeologici. Mission di Luigi De Pasquale, che infaticabilmente con ogni clima batte in lungo e in largo decine di ettari di territorio, tra Vico Equense, Piano di Sorrento e Meta, per realizzare le sue inedite documentazioni, è sensibilizzare l’opinione pubblica e le autorità competenti sull’origine dell’inquinamento del mare in Penisola, anche attraverso l’attività dei due gruppi che ha creato su face book: “La cloaca delle Sirene” (che cerca di far chiarezza su cosa avviene lungo l’intero percorso della condotta fognaria che da Sorrento va a Punta Gradelle)e “Vallone di Lavinola park” (per chiedere alle Autorità regionali e al Ministero dell’Ambiente la bonifica, il risanamento e la rivalutazione di un sito del Vallone di Lavinola o Vallone di Rosella e dopo richiedere all’UNESCO di inserirlo tra i beni Mondiali dell’Umanità per le sue preziose particolarità geologiche e florofaunistiche”). Al suo fianco, Antonella Ambrosio, docente di scienze biologiche, che ha chiarito gli effetti biologici degli sversamenti abusivi e nocivi nel vallone Lavinola svelati dalle immagini di Luigi(amianto, batterie di auto, fusti di metallo, carcasse di animali, rame, intere macchine arrugginite, contenitori di plastica)sulla catena alimentare alimentare. Proprio grazie alle segnalazioni di Luigi De Pasquale e Grande Onda, gli uomini del nucleo di polizia marittima e difesa costiera della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, al comando del Comandante Guglielmo Cassone, stanno effettuando attenti sopralluoghi nel Vallone di Lavinola. Augusto Maresca, avvocato ed ex assessore all’Ambiente Città di Piano di Sorrento, protagonista di tante battaglie civili e politiche a difesa dell’ambiente in Penisola sorrentina. Antonino Miccio, direttore dell’Area Marina Protetta di “Punta Campanella”, istituita nel 1997, ha portato immagini esclusive di questa eccellenza della Costiera, con le sue attività ed i suoi progetti innovativi per la tutela di un habitat davvero unico nel mondo, classificata come Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo. Claudio D’Esposito, responsabile del WWF Penisola sorrentina, ora confluito nel più ampio WWF del Tirreno, da anni in prima linea contro l’inquinamento del mare, l’abusivismo edilizio, la cementificazione del verde urbano, il bracconaggio, la pesca di frodo, gli incendi, le discariche, il Business Boxlandia, e a favore degli alberi monumentali, i parchi, la fauna selvatica, come la volpe Polly che ha commosso l’Italia(trovata cieca e salvata dai volontari del WWF Penisola Sorrentina, la volpe Polly è stata restituita alla libertà nel Vallone Porto di Positano), la raccolta differenziata, l’uso delle energie rinnovabili, la conservazione del paesaggio, la diffusione nelle scuole e sui media di una nuova coscienza ecologica. Luigi Gallo, l’onorevole grillino che rappresenta una voce autorevole a livello nazionale a difesa dell’acqua pubblica, famoso per la sua strenue battaglia contro la Gori e la privatizzazione delle acqua. Enrico Gargiulo, chimico, con la moglie Maria Rosaria Di Natale, il loro figlio Marco Gargiulo, biologo marino, e la nipotina Lorenza Gargiulo, famiglia di fotografi subacquei sorrentini di fama internazionale,che hanno mostrato le loro stupefacenti fotografie dell’habitat marino della costiera sorrentina, ricco di una flora ed una fauna di inimmaginabile bellezza. Enrico Gargiulo iniziò la sua avventura fotografica subacquea nel 1959, e nel 1964, in occasione del matrimonio con Maria Rosaria, si fece regalare una bellissima Rolleiflex biottica con obiettivo Planar f:3,5, che diventò il punto di partenza di un’avventura straordinaria negli abissi di tutto il Mediterraneo, coadiuvati da Marco a partire dal 1974. I giovanissimi artisti del Concorso di arte estemporanea en plain air “Ti racconto il mio mare, appartenenti all’I.C.”Buonocore-Fienga”(Meta) coordinati dalla prof.ssa Michela Ruberto, l’I.C. “G. Amalfi- M. Massa“(Piano di Sorrento) coordinati dalla docente Carmelina Salvia, ed il Liceo Artistico “F. Grandi”(Sorrento) seguiti dai professori Raffaele Mellino e Gelsomina De Maio. La mattinata del 21 novembre, la marina di Meta è stata letteralmente “invasa” da un esercito di piccoli artisti armati di colori e pennelli, pronti a dipingere la loro personalissima visione della spiaggia, con risultati splendidi ed emozionanti, testimoniati da una mostra dei lavori nella serata conclusiva del festival. Tutti i lavori sono stati meritevoli di segnalazione da parte della Giuria tecnica del festival “per la cura degli elaborati realizzati en plein air, la creatività ed il messaggio universale di amore per la natura l’ambiente e la pace”, risultando alla fine tutti vincitori ex-aequo. Il Forum dei Giovani di Meta presieduto da Vincenzo Emmanuel Castellano, che ha organizzato la prima edizione Trofeo “Marina di Alimuri PhoTUGraphy Contest “ (caccia fotografica a tempo ) che si è svolta sulla spiaggia di Meta il 28 novembre, con gli studenti dell’I.C. “Buonocore- Fienga”e del Liceo “Virgilio” di Meta e gli appassionati di fotografia di ogni età. Una emozionante gara che ha messo alla prova giovani e meno giovani nel cogliere con il mezzo fotografico il grande fascino autunnale di uno dei luoghi più belli della Penisola sorrentina. Il concorso ha preso il nome di “PhoTUGraphy Contest”, da “Photo Tug”, che in gergo inglese significa “tiro al bersaglio fotografico”. Il “PhoTUGraphy Contest” prevedeva la realizzazione di 5 scatti: dai Gradoni dei Pescatori, foto al panorama; dal porto di Meta, foto alla Madonnina; dal lato dell’Alimuri, foto alla spiaggia; dalla Marinella/Metamare, foto a “Punta Scutolo”; dal Resegone, foto alla “Spiaggia del Purgatorio”. I concorrenti hanno avuto un’ora a disposizione e hanno scelto loro l’angolazione/ il punto da dove scattare le foto, ma rispettando obbligatoriamente i cinque “check-point”. I giovani cantanti del coro del “Virgilio”di Meta, che hanno regalato un piacevole intermezzo musicale augurale la serata finale del festival. Ma soprattutto, ha vinto Meta, col suo pubblico caloroso e attento, con la sua ricchezza geografico-paesaggistica che comprende sia zone costiere, con oltre 800 metri di litorale (Meta “di sotto”), sia zone montuose(Meta “di sopra”), con la sua storia e le sue leggende. Meta ancora più bella dopo l’abbattimento dell’Ecomostro di Alimuri, dopo cinquant’anni, la cui esplosione, il 30 novembre 2014, si è caricata di valori di speranza e rinascita per la comunità assetata di natura e pulizia.(FONTE POSITANO NEWS)

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, aspettando il Premio Penisola Sorrentina 2019

A fine settembre in costiera sorrentina parte l’appuntamento diretto da Mario Esposito A fine settembre in costiera sorrentina parte l’appuntamento…

20 Ago 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, mare sporco: allarme di Gianfranco Wurburger

Il commissario arcivescovile del Pio Monte dei Marinai in vacanza la cittadina della penisola sorrentina   Foto tratta…

16 Ago 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, festeggiamenti dei Santi Patroni Ciro e Giovanni

Le celebrazioni ricordano a distanza di oltre tre secoli e mezzo l’arrivo via mare da Napoli delle reliquie dei due…

20 Ago 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Wanda Nara in arrivo a Capri per uno shooting fotografico

I tifosi del Napoli sperano in un incontro tra Lady Icardi e Adl Wanda Nara, secondo rumors giornalistici napoletani, sarebbe in…

22 Ago 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Passeggiata all’aurora, l’alba caprese a Villa Lysis

Con Renato Esposito e il concerto di Al Martino   Le passeggiate d’autore a cura del prof. Renato Esposito, inserite nel programma…

15 Ago 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Cade a Valle delle Ferriere, 14enne soccorsa in elicottero

Si è concluso intorno alle 16 e 30 l’ intervento   Si è concluso intorno alle 16 e 30 un intervento di…

24 Ago 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Tragico incidente nella notte a Praiano

Morto ragazzo di 15 anni, due i feriti. Costiera unita nel dolore   Una vera e propria tragedia quella consumatasi la notte…

18 Ago 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook