CERVI, CAPRETTE E PECORIELLI UNISCONO LUOGHI LEGGENDARI

Su SURRENTUM – Pasqua 2021

I luoghi segreti della Penisola Sorrentina
CERVI, CAPRETTE E PECORIELLI
UNISCONO LUOGHI LEGGENDARI
di Antonino De Angelis

Surrentum – Marzo 2021

Il primo indizio è un nome: cala “Cervo”; è esattamente il luogo di confine nel mare di Salerno fra i due paesi della piana di Sorrento: Sant’Agnello e Piano. Più in alto sotto uno strapiombo di roccia si apre una grotta dove i contadini usavano accatastare fasci di fieno per ripararli dai temporali. E’ una grotta senza fondo che si infila nel masso calcareo e sembra non avere fine, un silenzio afoso e buio avvolge un mistero non ancora esplorato. Un mistero lungo circa quattro chilometri che sembra concludersi sul lato opposto della penisola nel mare del golfo di Napoli alla foce del torrente che si riversa sotto i bastioni della villa di uno scrittore horror quale fu l’americano Marion Crawford. Qui non un indizio ma una testimonianza ci parla di una scultura, un caprone di marmo affossato nella sabbia di una grotta buia e fredda invasa dal mare dove due giovani bagnanti tanti anni fa la intravidero e ne restarono meravigliati. Lì un cervo, qui un “pecoriello” si tratta dello stesso animale che stimola la fantasia e alimenta la leggenda nei due siti? Può darsi, dal momento che essa raccoglie animali, indizi e testimonianze negli stessi luoghi lungo un itinerario affascinante e misterioso. Il racconto degli anziani, ascoltato tante volte ai Colli di Fontanelle e non solo lì, ci dice che in località “Puzzo” viveva un contadino che aveva sempre delle caprette al seguito; un bel giorno una di esse si inoltrò nella grotta e sparì. Inutili i richiami del povero uomo il quale la segui nel buio per lungo tratto sempre chiamandola e richiamandola con tutte le sue forze. Niente, nessun risultato, nessun ritorno. L’animale sparì, sostiene sempre la leggenda, per riapparire sul lato opposto proprio nel fiordo che prenderà il suo nome. Inizia così il leggendario itinerario della capretta. Non si sa se abbia percorso, attraverso una unica lunghissima galleria l’intero tratto oppure sia uscita all’aria aperta, attraverso uno speco nel tufo, nella forra del vallone della Ferrella per proseguire lungo il greto fino al piccolo arenile che a lui sarà dedicato. Il Golfo del Pecoriello appunto. In ogni caso, che sia un cervo, una capra o un “pecoriello”, questo mitico animale unisce nel suo nome due luoghi magici. Il primo si affaccia coi suoi strapiombi ricoperti di ginepri e di ginestre, sul mare delle Sirene, il mare abbagliato dal sole, il mare greco secondo Raffaele La Capria, su cui galleggiano le isole de Li Galli, luogo di miti e leggende descritte dagli antichi scrittori e dai moderni cronisti per essere state nel corso del Novecento la dimora degli indimenticabili artisti della danza russa Leonide Massine e Rudolf Nureyev a poche bracciate di mare dal buon retiro di Eduardo De Filippo. Sull’altro capo, verso il golfo di Napoli, ecco l’anfratto più straordinario che si apre nelle falesie del tufo del costone sorrentino, proprio davanti al vulcano che le ha generate, il Vesuvio sterminatore. “E’ uno dei luoghi dove la natura col suo aspetto favoloso sembra trasmettere l’eco di storie remote – osserva Roberto Pane – e aggiunge – La profonda insenatura terminante con una piccola spiaggia nella cornice dei ciuffi di arbusti che spuntano qua e là dalle pareti anfrattuose……un angolo dove si è felici di raccogliersi in solitudine ascoltandone l’alto silenzio e contemplandone il vario colore delle rocce e del mare”. Come si vede due luoghi straordinari collegati nel profondo con il fil rouge della leggenda.
Antonino De Angelis

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, no alla violenza di genere

Il Presidente Confcommercio Gianluca Di Carmine: «Fronte umano compatto per veicolare valori» La Consigliera Katia Veniero: «Mai minimizzare. Costruiamo insieme una…

24 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, buoni spesa in favore di famiglie in difficoltà economiche

Il Comune ha indetto un avviso pubblico per l’assegnazione di un contributo economico mediante per l’emergenza di Covid-19 Meta – Il Comune…

18 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Il Napoli Femminile tra l’assessore Ferrante e gli studenti

Il presidente Raffaele Carlino e l’amministratore delegato Francesco Tripodi sono stati ricevuti dall’assessore allo spot, Emanuela Ferrante, mentre Kelly Chiavaro…

30 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Capri, spaventosa frana sulla Provinciale Capri-Anacapri

Dal costone si è staccato un enorme masso che ha sfondato la rete di protezione ed è piombato sulla carreggiata…

04 Dic 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

In Piazzetta a Capri l’accensione delle luminarie e dell’albero di…

Contemporaneamente il campanile si è trasformato in un’opera d’arte contemporanea a cielo aperto, con la video istallazione “Endless Blue” (Fonte caprinews.it) Stasera nella…

27 Nov 2021 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Colatura di alici di Cetara: aspettando la prima spillatura dop

Venerdì 3 dicembre, presso la sala  Sala M. Benincasa, alle ore 18.30, si terrà il convegno "Aspettando la prima spillatura…

03 Dic 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Sconfitta amara del Costa d’Amalfi a Scafati

I biancoazzurri tengono bene testa ai padroni di casa, ma un episodio, ed ancora un arbitraggio assolutamente inadeguato, condannano i…

22 Nov 2021 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano