Amalfi, sepolture medievali rinvenute al Chiostro del Paradiso: Ferrarelle finanzierà restauri

L’antico cimitero dei nobili amalfitani realizzato tra il 1266 e il 1268

Tracce delle sepolture medievali sono state rinvenute, ad Amalfi, nel corso dei recenti lavori di restauro del Chiostro del Paradiso del Duomo, l’antico cimitero dei nobili amalfitani realizzato tra il 1266 e il 1268.

Il necessario rifacimento della pavimentazione è stato promosso dal Museo Diocesano di Amalfi sotto l’Alta Sorveglianza della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino (funzionario responsabile di zona Lina Sabino).

«L’esame diretto dei rinvenimenti motivava l’indifferibile esigenza di effettuare indagini archeologiche con lo scopo di documentare e tutelare quanto emerso con l’elaborazione di un progetto di scavo e di valorizzazione» ha spiegato in una nota la Soprintendenza.

Coivolto anche il DiSPAC dell’Università di Salerno che, con la supervisione della Soprintendenza ABAP di Salerno e Avellino, diretta da Francesca Casule, curerà la direzione scientifica dello scavo, affidata alla professoressa Chiara Lambert, a partire da oggi, 18 novembre. E il finanziamento necessario alla realizzazione dell’opera sarà garantito dalla Ferrarelle S.p.A., nota azienda di acque minerali campana che ha manifestato ancora una volta una non comune sensibilità nel sostenere il patrimonio culturale del territorio.

IL CHIOSTRO DEL PARADISO

È l’antico cimitero dei nobili di Amalfi che fu realizzato tra il 1266 e il 1268.
Il fascino degli inconfondibili archi intrecciati, sostenuti da 120 esili colonnine, regala il forte sapore d’Oriente.

Lungo la galleria sinistra del chiostro, candido peristilio dai cui archi trapela all’interno il verde del piccolo giardino mediterraneo, sono esposti vari sarcofagi, tra i quali spiccano quelli raffiguranti il Ratto di Proserpina e l’Unione di Marte con Rea Silvia della seconda metà del II secolo d. C.

Sullo stesso lato si possono ammirare i frammenti in marmo con decorazioni a mosaico degli antichi amboni della cattedrale, commissionati dall’Arcivescovo Dionisio (1174-1202) e realizzati da artisti attivi nella stessa Amalfi.

Proseguendo la visita, possiamo fermarci un momento al centro del suo lato nord per riprendere una caratteristica inquadratura del campanile della cattedrale
(1180-1276) con la torre campanaria ornata di maioliche policrome in stile moresco.
Sul fondo sono visibili le cappelline funerarie del chiostro: di grande interesse quella con l’affresco del Cristo Pantocrator della seconda metà del Duecento e subito dopo quella con la Crocifissione attribuita a Roberto d’Oderisio, il principale pittore attivo in Campania a metà del Trecento, che fu efficace divulgatore dello stile giottesco.
Si prosegue fino in fondo per entrare nella basilica del Crocifisso passando attraverso la cappella gentilizia dei Corsano con l’interessante ciclo di affreschi di XIV secolo, purtroppo molto deteriorato, attribuito alla bottega del Cavallini, in cui figurano la Dormitio Virginis e schiere di santi e profeti.

www.museodiocesanoamalfi.it

Fonte ilvescovado.it

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, riqualificazione dell'area collinare

Nuovi spazi pubblici per il benessere Nell'ambito di una consolidata unione di intenti tra il Comune di Piano di Sorrento e…

19 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Iguana a spasso tra le strade di Meta

Lo strano “avvistamento” è stato fatto nella sera del 19 settembre sul corso Italia   Meta – Uno strano “avvistamento” è stato…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Il Premio “Capo d’Orlando” andrà al Nobel May Britt Moser

La XXII edizione del prestigioso riconoscimento scientifico sarà dedicata alle donne e sarà attribuito il prossimo 9 ottobre     …

24 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Elezioni: l’affluenza alle 19. Capri: 26,13% referendum, 20,83% regionali. Anacapri:…

Continuano le operazioni di voto per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari e per l’elezione del nuovo presidente di…

20 Set 2020 Campania Capri Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Il professor Ascierto in visita al Comune di Anacapri

L’incontro con una rappresentanza dell’Amministrazione (Fonte caprinews.it) Il professor Paolo Ascierto, oncologo dell’Istituto dei tumori “Fondazione Pascale” di Napoli, “padre” del cosiddetto…

04 Set 2020 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Referendum costituzionale, in Costiera Amalfitana il "Sì" al 75,83% [TUTTI…

L'affluenza definitiva al voto è stata del 53,84% alla chiusura dei seggi. I dati si evincono dal sito del Viminale   (Fonte il vescovado.it) Il…

21 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Elezioni, alle 19,00 affluenza maggiore ad Amalfi (42%). A Praiano…

Il dato di riferimento è quello relativo al referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari   (Fonte il vescovado.it) Col 42,58% sono Amalfi è il centro…

20 Set 2020 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook