Aerei e weekend al mare. Le missioni fantasma dell’ex ministro Bussetti

Ecco come l’ex ministro Bussetti durante i pochi mesi del suo dicastero ha speso più di 25.000€, soldi del MIUR, per fini personali. Avrebbe potuto usare i soldi della diaria (3.500€ netti al mese oltre i 4.500€ percepiti come stipendio), e invece … leggete qua:

(da la Repubblica)
Aerei e weekend al mare. Le missioni fantasma dell’ex ministro Bussetti
26 OTTOBRE 2019
Immotivati 80 viaggi di lavoro su 133, tutti pagati con i soldi dello Stato. Oltre alla diaria, extra da più di 25mila euro. Lui replica: non ricordo
DI CORRADO ZUNINO

ROMA – Le missioni di Marco Bussetti, ministro dell’Istruzione leghista in un governo Lega-5 Stelle durato fino al 5 settembre scorso, sono state concentrate in Lombardia. Concentrate in maniera sospetta. Viaggi istituzionali, visite a scuole e palestre. In 13 mesi sono state 133 (mancano all’appello le “note spese per missione” di gennaio, agosto e settembre 2019). Di queste, ottantotto sono state realizzate, appunto, in Lombardia e settanta segnatamente a Milano. Perché un ministro italiano concentra i due terzi dei suoi viaggi di lavoro nella regione in cui vive? (Bussetti abita in un condominio di Gallarate, provincia di Varese, appartamento di proprietà dei genitori concesso in usufrutto).
“Dovevo curare le scuole della mia regione”, dice, leghista affezionato all’orto di casa. Ma la lettura dell’agenda dell’ex ministro, un’agenda elettronica curata dalla sua segreteria – raffrontata da Repubblica con l’elenco delle missioni e i relativi costi, quindi con il profilo Facebook di Bussetti -, rivela una storia peggiorativa rispetto a quella del ministro campanilista pronto a lasciare il giovedì l’ufficio per tornarvi il martedì successivo. Rivela l’esistenza di un numero impressionante di missioni fittizie, create ad arte, per le quali il ministero dell’Istruzione – lo Stato, quindi – ha pagato il rimborso.

Il biglietto aereo per Roma in “spese missione”
Ottanta missioni di Bussetti delle 133 sono fortemente sospette. Non esistono sull’agenda ufficiale dell’ex ministro che per sedici mesi ne ha registrato gli spostamenti o sono state fissate in giorni in cui la rubrica elettronica segnava “impegno privato”. Ancora, in alcuni casi il già ministro dell’Istruzione non si è presentato all’evento annunciato, ma ha mandato lo stesso a rimborso il biglietto aereo utilizzato per rientrare a Linate o a Malpensa. Con questa voce – “missioni non giustificate” – abbiamo contato 54 trasferte. In diversi giorni, poi, l’evento previsto appare gracile sul piano istituzionale, somiglia piuttosto a una scusa per poter tornare a casa spesato dallo Stato. All’interno di questa seconda voce – “scuse istituzionali” – ricadono nove viaggi. Grazie al gioco delle “finte missioni” l’ex ministro Bussetti ha messo con continuità in nota spese gli spostamenti – quasi sempre in aereo, sempre Alitalia – che all’inizio della settimana lo hanno portato a Roma, al lavoro alla scrivania in Viale Trastevere 76/A. “Una missione prevede un’andata e un ritorno”, prova a spiegare adesso Bussetti. Il punto è proprio questo: la “missione” in diversi casi non c’era stata. Il volo “casa-ufficio” l’ex ministro avrebbe dovuto onorarlo con la sua diaria mensile, messa a disposizione dal dicastero. Se un viaggio lo si paga con i soldi della “missione” (quindi del Miur), si risparmia sulla diaria personale che, in questo modo, può essere intascata per intero. Bussetti da ministro guadagnava 4.500 euro netti il mese, la diaria era pari ad altri 3.500 euro netti mensili. L’ha incassata – e questo lo prevede la legge – a prescindere dal fatto che avesse affrontato spese di lavoro.

Tra le missioni 2018-2019 dell’ex ministro ci sono stati undici appuntamenti elettorali pagati con i soldi pubblici. Su tutti, “la colazione in onore di Salvini” – testuale, secondo agenda – tenuta il 19 marzo 2019 all’Hotel Principe di Savoia di Milano. Bussetti va a spegnere le candeline per il Capitano che compie 46 anni. Costo dell’osanna, 440,95 euro. Il giorno dopo, buon peso, interverrà alla scuola politica della Lega. Con i soldi di tutti Bussetti seguirà Capitan Salvini nel famoso comizio di Pontida “governeremo per i prossimi trent’anni” e nell’adunata per l’Immacolata di Piazza del Popolo, a Roma (con rientro a casa pagato con 135,58 euro). Ha affiancato candidati leghisti sindaci a Forlì (“Zattini sindaco”), Sant’Arcangelo di Romagna, Ascoli, a Canzo nel Comasco, ad Albavilla. Partecipato alle feste della Lega di Alzano Lombardo, Treviglio, Lezzeno. A volte i suoi collaboratori si sono peritati di inserire visite a piccole scuole, dove il ministro ha imbandito aperitivi elettorali, altre volte in agenda c’era il deserto. “Un comizio può essere considerato una missione se in quegli stessi giorni c’è anche un appuntamento istituzionale”, prova a spiegare, imbarazzato, l’ex ministro. “Se ho fatto degli errori”, dice, “li ho fatti in buona fede”.

Le “ottanta missioni discutibili” sono costate, secondo i conteggi fatti da Repubblica, 25.456,24 euro. Soldi pubblici, rimasti nella disponibilità di Marco Bussetti. Una vera e propria cresta.

Weekend in Costa Azzurra, niente Consiglio dei ministri
Il 21 giugno 2018, tre settimane dopo l’insediamento del governo, il penultimo ministro dell’Istruzione prende un aereo alle ore 13 da Fiumicino per Linate. Alle 19 a Palazzo Chigi è previsto il Consiglio dei ministri, ma lui preferisce un lungo weekend (giovedì-lunedì) in Costa Azzurra insieme a Luciana Volta, la dirigente di provveditorato che Bussetti ha cercato di imporre alla direzione dell’Ufficio scolastico della Liguria congelando le nomine in quindici uffici del ministero (la questione è alla Corte dei conti). Bene, quei quattro giorni e mezzo privati – come evidenziano le pagine bianche dell’agenda ministeriale – diventano una missione del Miur con una spesa richiesta di 507,96 euro. Da subito si notano due questioni: l’ex ministro, che il suo staff assicura viaggiare in seconda classe per gli impegni di lavoro, richiede una cifra troppo alta per giustificare solo il volo d’andata su Linate. Accadrà altre 24 volte E, poi, già nel primo mese di governo nove missioni su nove sono su Milano, da lui personalmente controfirmate. Giovedì 5 luglio, continuiamo, l’agenda segnala “impegno privato”. Bussetti è riuscito a mettere in missione il volo per Malpensa che lo ha portato, la mattina successiva, di nuovo a Milano. “E’ andato dal dentista”, rivela oggi il suo staff, che nel periodo di governo ha organizzato gli appuntamenti. Sono 262,33 euro, a carico nostro.

Perfomance da maratoneta del viaggio
L’uomo si regala performance da viaggiatore-maratoneta: martedì 17 luglio 2018 parte da Linate alle 12 per il Consiglio dei ministri del pomeriggio a Roma, ma alle 19 è di nuovo a Fiumicino: vuole risalire a Milano. Non c’è nulla nell’agenda di quel giorno eppure il ministro si segna in missione (519,21 euro, anche qui rimborso andata e ritorno). La mattina dopo è ancora a Roma: altri 256,88 euro. Tre voli su tre sono “senza giustificazione”.

A spese dello Stato il nostro va a trovare le figlie a Misano Adriatico venerdì 3 agosto. Quel giorno si segna in missione prima su Milano e poi su Bologna senza uno straccio di giustificazione istituzionale. Proseguirà, nei fatti, per il mare della Romagna. Solo nel mese di agosto le missioni non giustificate o gonfiate saranno nove per un costo che sfiora l’entità della sua diaria mensile: 3.484,48 euro. La diaria, già bonificata, resta intatta.

Interrogato sui singoli episodi, Marco Bussetti è in difficoltà. “Non ricordo, dovrei rivedere tutte le carte”, dice, “forse l’agenda è stata gestita male dalla segreteria”. L’ex capo della segreteria, Biagio Del Prete, viceprefetto aggiunto, assicura: “L’abbiamo aggiornata minuziosamente, non possiamo sapere se poi il ministro ha partecipato agli incontri”. Marco Lonero, il primo segretario particolare di Bussetti, allontanato dopo quattro mesi, racconta: “Il secondo piano del ministero dell’Istruzione era diventato un suk dell’evento. Del Prete chiedeva a tutti i collaboratori di rintracciare manifestazioni e incontri in Lombardia per far rientrare il ministro gratis a casa”.

L’appuntamento schermo alla scuola di Giorgetti
La “strategia del rimborso” si affida, presto, agli “appuntamenti schermo”, necessari a giustificare lo spostamento. Un esempio a metà tra la gita istituzionale e l’alibi per il rientro è la missione del 14 ottobre 2019 quando Bussetti accetta l’invito a partecipare alla festa della scuola elementare di Cazzago Brabbia, 75 alunni in riva al Lago di Varese. C’è la banda e la scuola apre di domenica. La ragione vera dell’ennesima salita dell’ex ministro in Lombardia, a ventitré minuti di distanza dalla sua casetta in condominio, è il fatto che qui sia cresciuto Giancarlo Giorgetti, l’amico e protettore, e che alla “Pascoli” insegni una cugina dell’ex sottosegretario di Stato. Missione-schermo e, in parallelo, marchetta al leghista potente, presente al vernissage. Il lungo ponte al Nord dal 15 al 19 febbraio 2019 è giustificato dal Premio Reverberi oscar del basket: è stato un allenatore di pallacanestro, Bussetti, ma l’oscar c’entra niente con il ruolo da ministro. Invece di prendere un Frecciarossa Roma-Bologna (poco più di due ore, un quarto il costo), l’uomo sale in aereo a Milano, sta tre giorni in pace e da casa riscende a Reggio Emilia con l’autista della Prefettura. Un autista-agente, alla fine di un tour nel Nord-Est, lo accompagnerà dal dentista milanese: lunedì 25 marzo 2019. La mattina dopo Bussetti andrà a controllare il trilocale che sta acquistando per 190 mila euro a Gallarate (con rientro su Roma pagato dallo Stato).

Le festività che precedono l’ultima Pasqua il malinconico Bussetti se le prende tutte: sei giorni di inattività, soliti rimborsi. Due giorni in trasferta (regolare) a Reggio Calabria e, risalito in capitale, monta su un treno Roma Termini-Milano Centrale per “l’impegno personale” di venerdì 19, ore 11: deve chiudere con il rogito della casa. Si fa affiancare nel compito dall’avvocato Michele Zarrillo, consulente Miur a 60 mila euro il mese, uno della “banda di Caserta” – così li chiamavano al ministero – che Marco Bussetti ha chiamato senza controllare qualifiche e qualità. “Si occupava anche delle mie questioni personali”, certifica ora l’ex ministro. Il problema è che in almeno cinque occasioni l’avvocato Zarrillo si è spostato – per quelle “questioni personali” – a spese del Miur. Dopo dieci mesi di finte missioni Bussetti va a giustificare gli ultimi 421,05 euro scrivendo in agenda “impegno personale, Gallarate”. Inizia a farsi rimborsare le visite immobiliari senza neppure provare a nasconderle. Il 19 luglio scorso, poi, l’invito al concerto dell’orchestra di Budapest di Gazzada Schianno lo salta senza rimpianti nonostante siano solo 13 minuti in auto da casa: il rimborso sarà di 480,92 euro.

Le missioni internazionali possono rientrare sotto la voce “sprechi di Stato”. Il biglietto per Berlino – convegno sulla sostenibilità ambientale – viene pagato due volte perché Bussetti si è scordato che quel giorno, giovedì 25 ottobre 2018, nel pomeriggio ha il question time al Senato e poi il Consiglio dei ministri: s’imbarcherà con l’affanno il sottosegretario Salvatore Giuliano. I due viaggi lontani – Buenos Aires e la Norvegia – costeranno, invece, 45 mila euro totali visto che l’ex ministro porta con sé rispettivamente quattro e tre accompagnatori per una bilaterale di scarsa importanza, la prima, e un tour scientifico poco ripreso.

Le notti romane in convento
Nella sua intera stagione romana Marco Bussetti ha dormito, e con lui il capo segreteria Del Prete, nel convento San Carlo ai Catinari gestito da Don Francesco Ciccimarra, presidente dell’Agidae, piccola associazione cattolica che coordina direttamente alcune scuole paritarie confessionali. Bussetti non ha ritenuto che questa ospitalità a prezzo di favore, 200 euro il mese, fosse un conflitto di interessi. E in tempi recenti l’ex segretario particolare Lonero ha fatto recapitare al suo ministro il conto dei vestiti acquistati per lui, della festa in discoteca organizzata per il compleanno della figlia, dei voli pagati alla compagna. E l’onorario: 47.992 euro totali. Il ministro ha fatto rispondere l’Ufficio cerimoniale: “E’ pronto per lei, dottor Lonero, un assegno da duemila euro”.

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Piano, Ascom: montepremi "Gratta e Vinci" da 23mila euro

Street band e sbandieratori per il Natale 2019 della confcommercio Eventi domenica 15 e 22 dicembre 2019. Concorso "Gratta e Vinci"…

14 Dic 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

BICENTENARIO DI META: SABATO CONFERENZA E MOSTRA SULLA NASCITA DEL…

BICENTENARIO DI META: SABATO CONFERENZA E MOSTRA SULLA NASCITA DEL COMUNE "UN DESIDERIO DI AUTONOMIA ALIMENTATO DALLO SVILUPPO ECONOMICO" Sabato 14 dicembre…

13 Dic 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Redazione

Vico Equense

Turismo 4.0. La Penisola Sorrentina eletta come meta da sogno…

I risultati dell’indagine di Tourist Satisfaction effettuata nell’ambito del Progetto “Big Data e Tecnologie 4.0”  Vico Equense - Lunedì 16 dicembre…

10 Dic 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Bufera di Santa Lucia a Capri: cade grosso albero

In via Marina Piccola, strada chiusa l maltempo non dà tregua a Capri in questo turbolento weekend di Santa Lucia. Notte…

14 Dic 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Anacapri, passeggiata a Cetrella per un incontro ideale tra Norman…

Domenica 15 dicembre, appuntamento alle 10.00 in piazza Vittoria   Domenica 15 dicembre, appuntamento alle 10.00 in piazza Vittoria ad Anacapri, “Sulle…

10 Dic 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Trionfo Costa d’Amalfi

Nella semifinale di andata di coppa secco tris alla Polisportiva santa Maria Foto di Michele Abbagnara tratta…

12 Dic 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Sport Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vietri sul Mare, presentazione libro "Negritudine della ceramica vietrese. Da…

Si terrà Presso il Centro Culturale C.a.T. mercoledì 4 dicembre alle ore 18,00 Presso il Centro Culturale C.a.T., in Via Ospizio 3 a…

04 Dic 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook