A Villa Crawford di scena la chitarra ed il mandolino

Seconda edizione del Campus invernale dedicato a questi due strumenti

 

 Risultati immagini per villa crawfordSant’Agnello – La chitarra ed il mandolino saranno di scena a Villa Crawford fino a domenica 7 gennaio per la seconda edizione del Campus invernale dedicato a questi due strumenti.

In questa stupenda villa che fu  dello scrittore americano Francis Marion Crawford, il quale scelse di vivere a Sant’Agnello dal 1885, anno del suo matrimonio, si cimenteranno alle corde di questi strumenti allievi di ogni livello che hanno aderito da ogni parte del mondo. Infatti loro frequenteranno un corso che prevede delle lezioni individuali, di musica d’insieme, di lavori d’orchestra e vari workshop il cui filo conduttore ruota attorno alla antica prassi barocca, al repertorio per quartetto di strumenti a pizzico, fino al patrimonio folcloristico della tarantella.

Immagine correlata

Questa seconda edizione è un’iniziativa voluta da Carlo Aonzo, che è un suonatore di mandolino italiano conosciuto in tutto il mondo, originario di Savona dove è cresciuto immerso nella musica, poiché la sua stessa casa ospitava la scuola di musica del “Circolo Mandolinistico G. Verdi”.

Diplomato con lode al Conservatorio di Padova nel 1993 ha suonato per diverse istituzioni prestigiose come l’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano (Italia), la Nashville Chamber Orchestra (USA), la McGill Chamber Orchestra di Montreal (Canada), la Philharmonia di San Pietroburgo (Russia), il solista della Camera di Minsk (Bielorussia), il Festival del Musik dello Schleswig-Holstein (Germania). Tra i suoi numerosi riconoscimenti figurano il primo premio “Vivaldi” a Venezia e il primo premio al Concorso nazionale mandolino di Walnut Valley a Winfield, Kansas. E’ un docente e divulgatore del mandolino classico italiano, strumento a corde entrato di diritto nell’immaginario collettivo a rappresentare l’italianità nel mondo. Uno strumento che appartiene al genere dei cordofoni e tuttora si trova in Italia come nel resto del mondo.

Oltre al mandolino “classico” (o napoletano), caratterizzato da quattro corde doppie accordate insieme, ne esistono altri tipi denominati nell’Ottocento e Novecento dal luogo d’origine dei relativi prototipi, per esempio: cremonese, milanese, toscano.

L’origine del mandolino risale alla prima metà del XVII secolo: soltanto a circa la metà del Settecento risale invece l’inizio della produzione di mandolini napoletani da parte della Casa Vinaccia di Napoli, cioè prodotti dai Vinaccia, famiglia di celebri liutai. Questi mandolini sono quasi tutti intarsiati ed hanno filettature d’avorio e madreperla lungo il manico, e si deve proprio ai Vinaccia l’applicazione delle corde di acciaio in sostituzione di quelle in ottone, nel primo  Ottocento.

La chitarra è uno strumento musicale cordofono a pizzico, che può essere suonato con i polpastrelli, con le unghie o con un plettro. Quella moderna ha origine dalla chitarra barocca che a sua volta deriva dallo strumento medievale a cinque corde chiamato quinterna (dal latino “quinque” = cinque e dal persiano “tar” = corda).

Le prime chitarre medievali avevano quattro corde come pure il liuto: i primi liuti arabi erano montati con sole 4 corde di fili di seta da qui la parola “Chahar” quattro e “Tar” corde da cui la parola araba Qîtâra dalla quale derivano anche le parole: kithara, la quinterna  guiterne Gittern, citola  e chitarra in Italia.

Lo strumento più antico ritrovato simile ad una chitarra ha 3500 anni ed è stato scoperto nella tomba egizia di Har-Mose Sen-Mut. A sua volta le radici vanno trovate nel setar persiano (Iran) e nella citara.

Dalla seconda metà del XVII secolo fino alla metà del XIX secolo, con i progetti e le innovazioni apportate in Spagna da Antonio de Torres, si ha la nascita del prototipo della chitarra classica moderna. Il maestro Aonzo si avvale della collaborazione di docenti di consolidata fama che hanno una pluriennale esperienza, da Michele De Martino (mandolino) per finire con Marco Caiazza e Roberto Margaritella (chitarra). In più sono previsti interventi di approfondimento a cura di Mauro Squillante, maestro dell’Accademia mandolinistica napoletana, e del quartetto partenopeo a plettro Motus Quartet.

Il programma prevede giovedì 4 gennaio alle ore 21.00 lo stage di tarantella a cura del gruppo Damadakà,  poi due concerti aperti al pubblico: venerdì alle ore 20.00 sarà la volta dei “Motus Mandolin Quartet” presso la Parrocchia della Natività di Maria Vergine dei Colli di Fontanelle.

Un quartetto composto da Nunzio Reina, Michele de Martino (mandolini), Raffaele La Ragione (mandola), Salvatore Della Vecchia (liuto cantabile), tutti musicisti che provengono dai più importanti conservatori italiani che vantano molteplici premi nazionali ed internazionali e collaborazioni con artisti di livello mondiale come Ray Charles, Ennio Morricone, Lina Sastri, Roberto De Simone, Luis Bacalov. Ed infine sabato 6 gennaio alle 19.00, nella parrocchia dei Santi Prisco e Agnello, si chiuderà con l’esibizione dei partecipanti e dei maestri dell’Accademia internazionale di mandolino e chitarra.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Libro ‘L’alimentazione nella prevenzione del cancro’, presentazione a Piano di…

Si parlerà dello scottante tema del rapporto tra alimentazione e cancro    Piano di Sorrento – Nella sala consiliare del Comune sarà…

19 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

La Fedeli premia i Virgiliani a Roma

comunicato Miur – Si terrà domani, mercoledì 14 marzo, alle 12.30, la premiazione del concorso nazionale “Scuola: spazio al tuo…

14 Mar 2018 Editoriale Meta Giuseppe Volpe

Vico Equense

Riaperta la strada per Monte Faito

Ne da comunicazione l’amministrazione comunale attraverso il proprio profilo Facebook    Vico Equense - È stata riaperta dopo ben sei mesi ed…

20 Apr 2018 Campania Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Illustrato il progetto relativo allo studio di fattibilità per la…

E la realizzazione del nuovo parcheggio di Piazzale Europa a Capri   E’ stato presentato presso la Casa Comunale di Capri, alla…

21 Apr 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Condannato l’autore del furto a Capodanno in un supermercato di…

In via definitiva è stato arrestato: deve scontare 1 anno e 8 mesi di reclusione Approfittando del trambusto per i festeggiamenti…

17 Apr 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Rubò due auto ad Amalfi, arrestato pregiudicato di Scafati

I Carabinieri hanno arrestato ed eseguito l’ordinanza del GIP di Salerno   La scorsa notte i Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di…

21 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Dramma ad Atrani, 67enne precipita nel vuoto. E' morto

Un uomo è precipitato da altezza considerevole   Ancora notizia drammatica dalla Costiera Amalfitana. Pochi minuti fa, poco prima delle 14, fra…

17 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook