Chi sono ‘I veri padroni del calcio’?

Una domanda alla quale cerca di rispondere Marco Bellinazzo: potere, denaro, corruzione e scandali

 

 Piano di Sorrento – Serata calda nella cavea della scuola media ‘Gaetano Amalfi’ con una luna quasi piena per la presentazione del libro di Marco Bellinazzo ‘I veri padroni del calcio’, ma chi sono?

Una bella domanda da rispondere da quando il calcio ha svoltato la curva, ossia da quando chi ha i cosiddetti petrodollari ha messo i suoi tentacoli su di esso, ed un fatto eclatante lo è stato in questi ultimi giorni con l’acquisto da parte del Paris St. Germain, dello sceicco Nasser Ghanim Al-Khelaïfi, di Neimar dal Barcellona. Questo perché la nazione qatariota è stata boicottata dalle altre del Medio Oriente: Arabia Saudita, Egitto, Bahrain ed Emirati Arabi Uniti, perché dicono che sostiene i ‘gruppi terroristici’, oltre ad al-Qaida, l’Isis e i Fratelli Musulmani. Ed allora lo sceicco qatariota ha emanato una forma di rivalsa dimostrando che lui non bada a spese e così ha portato in terra di Francia il calciatore brasiliano. Ma proprio in queste ultime ore la squadra blaugrana ha disposto che non darà il via libera per la certificazione del transfer di Neymar al Psg fino a quando non saranno effettivamente arrivati i 222 milioni pagati con un assegno per la clausola rescissoria del giocatore brasiliano, anche se i rappresentanti del giocatore hanno depositato l’assegno la settimana scorsa nella sede del Barca.

L'immagine può contenere: una o più persone, campo da basket e spazio all'aperto

Ma ritornando dopo questa parentesi al libro di Bellinazzo, la Fifa che è un centro di potere sempre più nevralgico ma, insieme agli ultimi grandi club del Vecchio continente – Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Juventus –, per conservare la propria sovranità deve scendere a patti con i veri, nuovi, padroni del calcio.

E qui si va in quello che il giornalista di punta del Sole 24 Ore e penna arguta all’interno del blog ‘Calcio & Business’, approfondisce con un linguaggio semplice ed efficace parlando dei giochi di potere e dei flussi di denaro, la corruzione e gli scandali che si nascondono dietro il calcio globale e ricostruisce i fili rossi di un mercato multimiliardario che coinvolge le potenze politiche ed economiche del pianeta. Dagli oligarchi russi agli sceicchi degli Emirati arabi, dalle big company americane alle corporation cinesi, il legame che unisce gli interessi di governi e multinazionali a questo sport è sempre più saldo e, spesso, torbido. Tutto questo da quando dietro a quel pallone già anni fa iniziarono, con le televisioni e quel che ne è scaturito con il passare del tempo, a girare tantissimi soldi che hanno fatto perdere la testa sia ai giocatori che ai procuratori, quelli che in qualche modo sono anche stati forse la rovina della sfera tonda. Ma anche da quando i soldi per motivi economici e di lavoro, in tempi non sospetti, circa dodici anni fa, o più, stavano prendendo specie la via di quelle nazioni dell’estremo Oriente, come la Cina, l’India e l’Indonesia.

Foto tratta da Twitter

Seduti al centro della palestra scoperta delle cavea ne hanno dibattuto, moderati dal giornalista Salvatore Dare, lo stesso scrittore, Gaetano Mastellone (ex dirigente Sorrento calcio), mister Gigi De Canio, il sindaco Vincenzo Iaccarino, l’assessore all’Identità, Promozione e Partecipazione Carmela Cilento e Giancarlo D’Esposito in rappresentanza degli ‘Zoccoli Volanti’ che in quest’anno festeggiano il loro 25°.

Come mai sono stati messi insieme tanti tasselli? E Bellinazzo risponde che “quando l’ho scritto ho visto tante cose che accadevano nel mondo e le ho radunate nel libro”. Ma subito si va al caso ‘Neimar’ e lui ritorna indietro nel tempo perché il passaggio del calciatore nella fila del Paris SG “nasce dagli attentati di Parigi e dopo di essi il presidente del Barcellona non rinnovò la sponsorizzazione al Qatar, (per i fatti che ho succitati) ed allora per uscire dal’isolamento diplomatico lo sceicco qatariota fa un colpo ad effetto e compra un grande giocatore e decide di farlo rompendo le regole per dimostrare che può fare quello che vuole”. E possiamo dire che questo è l’esempio lampante che ormai si è dati una svolta di non ritorno intorno a quella palla che rotola sul rettangolo verde. Una svolta di questi grandi mecenati che provengono dal vicino ed estremo Oriente e da nord America, che in Europa sta coinvolgendo i grandi club e che anche gli altri, stando le cose così, dovranno adeguarsi. Ma non la pensa così mister De Canio perché “il calcio lo vedo che è quello di un ragazzo che deve giocare. E lo vedo nelle sue essenze perché quello che è la vita nello spogliatoio. Ma vedere un calciatore che se guadagna molto e non trova spazio e va a giocare in una categoria minore, significa che vuole giocare”.

Una nave la cui prua difficilmente cambierà rotta.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Per chi è ‘na bona furchetta, cannelloni al ragù

Il primo prototipo di cannellone forse lo si fa risalire all’Ottocento    Costiera sorrentina – Non è molto sicura l’origine di questo…

20 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Con banconota falsa azzardano a comprare gratta e vinci

Tre 16enni lo provano nella tabaccheria della stazione ricalcando il film di Totò ma poi sono denunciati    Meta - Tre 16enni…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, momenti concitati su treno della Circum

Un cittadino dell’Est Europa rifiuta di acquistare un biglietto ed è stato portato in caserma   Vico Equense – Ci sono stati…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Ennesimo incidente stradale sulla via che collega il Porto con…

Auto esce fuori strada e finisce in un fondo sottostante, per fortuna nulla di grave per la donna alla guida Poteva…

22 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Abusivismo, a Capri i vertici dei carabinieri

Per fare il punto sulle attività di indagine di Anna Maria Boniello   CAPRI - Carabinieri in prima linea nella lotta all'abusivismo edilizio…

16 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Nuova destinazione per il convento San Domenico di Maiori

Una scuola di alta formazione turistica Una scuola di alta formazione professionale di management turistico. È quanto immaginato dall'Amministrazione comunale di…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Una nuova mappa turistica per Amalfi

Il Consorzio degli albergatori premia le strutture di qualità Sette percorsi di visita che, oltre agli itinerari classici, propongono esperienze insolite…

17 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook