Chi sono i veri padroni del calcio? È questo l’interrogativo

Ha cercato di rispondere Marco Bellinazzo, giornalista di punta del Sole 24 Ore a Villa Fondi

 

L'immagine può contenere: 1 persona

Foto tratta dal diario di Facebook di Marco Bellinazzo

 Piano di Sorrento – Chi sono i veri padroni del calcio? È questo l’interrogativo che si pone Marco Bellinazzo, giornalista di punta del Sole 24 Ore e penna arguta all’interno del blog “Calcio & Business”, dove approfondisce temi di economia sportiva con un linguaggio semplice ed efficace. Una domanda a cui l’editorialista napoletano cerca di rispondere nell’omonimo libro presentato alla Villa Fondi a Piano di Sorrento, in un appuntamento promosso dal Commendatore Gaetano Mastellone (imprenditore e dirigente del Sorrento in Lega Pro), moderato dal giornalista Salvatore Dare con la partecipazione dell’assessore all’Identità, Promozione e Partecipazione Carmela Cilento.
Sono cambiati i tempi, e la Serie A non è più il miglior campionato d’Europa bensì viene dopo Premier, Liga e Bundesliga in termini di fatturato. Cosa è successo e come di può recuperare terreno?

“È accaduto semplicemente che quando negli anni Novanta sono arrivati i soldi dei diritti tv, la Serie A si è accontentata di questa “droga”, illudendosi di poter continuare a prosperare basandosi soltanto su questo tipo di entrata. In Italia non si è investito su stadi o reti commerciali, mentre questo passo è stato compiuto da altri paesi che hanno approfittato della possibilità di ospitare competizioni importanti in ambito europeo e mondiale. Tutto ciò ha provocato una fortissima inversione di tendenza, per cui i flussi di investimento si sono diretti verso altre realtà che hanno rubato alla Serie A il ruolo da protagonista svolto negli anni Ottanta-Novanta, quando la massima serie italiana era considerata il miglior campionato del mondo”.

Diritti tv e stadi di proprietà. Cosa manca al sistema Italia per potersi avvicinare ai top-club europei?

“I diritti tv hanno permesso di ripartire proventi per 1,2 miliardi, e bisognerà vedere se la prossima asta produrrà gli stessi risultati. Si tratta però a mio parere di un problema relativo, a differenza di quello degli stadi che rappresenta un autentico handicap per il nostro paese. Gli stadi italiani hanno 60 anni di età media e sono fatiscenti, mentre gli incassi da botteghino sono tra i più bassi in Europa. La Serie A perde quasi 500 milioni all’anno per l’inadeguatezza delle strutture, per cui il solco che si va scavando tra il campionato italiano e le altre leghe europee diventa sempre più profondo”.

Il calciomercato è ormai iniziato. Come sarà la campagna acquisti del Napoli? Un mercato all’insegna dei giovani talenti da far crescere e valorizzare tipo Ounas?

“Le operazioni più importanti del Napoli riguardano il rinnovo dei contratti di Mertens e Insigne. Il presidente De Laurentiis non ha badato a spese, visto che parliamo di 20 milioni tra imposte ed ingaggi. Per il resto si punterà su giovani di prospettiva che possano arricchire la rosa, ed in questo senso Giuntoli ha già dimostrato di sapersi muovere molto bene”.

Milan e Inter: proprietà cinesi con strategie agli antipodi.

“L’Inter ha senz’altro una proprietà più solida con Suning che fattura più di 40 miliardi all’anno, anche se ha dovuto prima chiudere tutte le plusvalenze entro il 30 giugno prima di poter operare sul mercato. I nerazzurri non hanno alcuna fretta, possono costruire con calma una squadra vincente e sono sicuro che nei prossimi anni diventeranno un competitor da temere.
Viceversa il Milan ha una proprietà molto più fluida che deve ancora consolidarsi, ma necessita di raggiungere al più presto gli obiettivi prefissi, centrando la Champions League per poi fare anche i conti con la Uefa visto che al momento sta violando le regole del fair-play finanziario. Il progetto dei rossoneri è sicuramente più a breve termine, considerando anche il debito verso il Fondo Elliott che dovrà essere rimborsato in 18 mesi”.

 

Giovanni Minieri

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Dichiarati colpevoli amico e sua madre

Non prestarono soccorso tempestivamente per salvare Giuseppe Gargiulo    Piano di Sorrento – Sono stati dichiarati colpevoli l’amico e sua madre perché…

21 Set 2017 Campania Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

A settembre omaggio a Raffaele Lauro a Meta e a…

  A metà settembre, la Penisola Sorrentina si appresta a rendere un sentito e doveroso tributo al suo illustre concittadino Raffaele…

29 Ago 2017 Cultura Meta Sant'Agnello Spettacolo Carlo Alfaro

Vico Equense

Trekking, concerto ed arte ‘Pro Faito’

Domenica 24 si va all’avventura ed i proventi andranno a formare un fondo in favore del Ripristino del Monte Faito    Vico…

22 Set 2017 Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Rubati nel trasporto dall'isola orologi "Capri Watch"

Per un valore di 40mila euro, tre persone denunciate dai carabinieri per ricettazione e furto   Capri - Rubate alcune centinaia di…

21 Set 2017 Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Frana a Capri: cadono pietre e terreno

Dal costone che sovrasta Marina di Caterola alle spalle del Porto Turistico Capri - Nuovo movimento franoso a Capri. Stavolta è…

19 Set 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Positano

Villa Guariglia, Vietri sul Mare: XII edizione della Festa dei…

Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio   Vietri sul Mare - Sabato 23 settembre, alle ore 19:00, a Raito di Vietri Sul…

22 Set 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Maiori: sequestrato locale

Occupazione abusiva al Porto turistico   Nella giornata di ieri, l'Ufficio Locale marittimo di Maiori, con la polizia locale, ha eseguito un…

19 Set 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook