La lettera alla ministra Fedeli con urgente richiesta di un incontro sulla valutazione dei dirigenti, il comunicato stampa ORA BASTA e il sollecito che il segretario Fratta ha fatto al Capo di Gabinetto, hanno prodotto il loro effetto. La Dr.ssa Bono, coerente come sempre,  ha invitato gli uffici competenti a disporre la convocazione della sola DIRIGENTISCUOLA per il 7 corrente alle ore 16.00

“Spiace constatare – afferma il segretario Fratta –  il silenzio delle altre OO.SS. che avevano comunque invitato la categoria alla disobbedienza civile invitandola a non compilare il portfolio inutile e non obbligatorio. E’ la prima volta nella storia della dirigenza scolastica che oltre il 33% dei dirigenti reagisce alla molestie burocratiche rifiutandosi di compilare il portfolio e non certamente perché contrari alla valutazione, che tutti dicono di volere e tutti osteggiano ben sapendo che, con la valutazione, bisognerà riconoscere anche la retribuzione di risultato. Dopo oltre 16 anni di prese in giro la categoria ha iniziato a reagire. Spiace anche constatare che bisogna ricorrere alle manieri forte per essere ascoltati. Se questo è il sistema ci adegueremo. Se l’Amministrazione non eliminerà tutte le molestie burocratiche DIRIGENTISCUOLA continuerà a invitare la categoria alla disobbedienza offrendo le garanzie del caso. Chi aderisce alle iniziative sindacali è tutelato dalla legge e non deve temere alcuna ritorsione. Il 33% lo ha capito. La prossima volta, se ci sarà una prossima volta, ci si augura che lo capirà anche il restante 67%!  La categoria va rispettata e la dignità ri-conquistata. E’ ora di dire BASTA. E’ anche ora di capire che solo l’unione fa la forza. Una categoria  divisa in oltre 40 sigle sindacali, di cui 6 rappresentative, e con 1884 doppie deleghe potrà solo peggiorare la propria situazione. Occorre un’unica O.S. e di soli dirigenti. Allo stato l’unica O.S. di categoria  è DIRIGENTISCUOLA. Basta associarsi.”