Sorrento: il sogno finisce sui legni

Il gol di Zerillo in ‘zona cesarini’ promuove ai play off nazionali l’Audax Cervinara

 

 Sorrento – I sogni di un’annata del Sorrento finiscono contro i legni della porta avversaria e poi il gol di Zerillo in ‘zona cesarini’ promuove ai play off nazionali l’Audax Cervinara.

Una stagione in cui si doveva essere protagonisti e si era partiti con i pronostici dei favori assieme all’Ebolitana ed alla Battipagliese, da un lato lo si è stati protagonisti ma nei momenti opportuni il meccanismo si è inceppato in qualche gara specie nel girone di andata dando via libera agli ebolitani.

Ma in questa finale dei play off regionali non si può imputare nulla ai giocatori che ci hanno messo l’anima e ci credevano anche dopo la rete di Zerillo, quello che ha frenato, ma anche fino ad un certo punto, i costieri è senz’altro l’espulsione di Ammendola. Gli errori ci sono stati in un’altra annata nella quale per la seconda volta i play off sono fatali, su cosa abbia prodotto questi errori bisogna riflettere e vedere il futuro cosa ci riserva, anche perché si parla di questo stadio nuovo che potrebbe essere un viatico per dare un’ulteriore spinta. Ma a mente fredda staremo a vedere i prossimi giorni e l’estate cosa ci riserveranno, delusioni o soddisfazioni?

 

Goals – Quando si era in ‘zona cesarini’ al 45’ un lungo cross dal fondo campo destro di Colarusso sotto porta viene rifinito con una zampata da Zerillo che fredda cinicamente da metri zero Pezzella che tocca giusto la sfera che cozza sul palo interno e poi entra in porta. I sogni cervinaresi vanno avanti e si infrangono quelli dei costieri che sono andati vicini alla rete in tre occasioni colpendo un palo e due traverse con Marcucci.

La gara – La tensione e l’agonismo sono stati alla base di una partita che ha visto un Sorrento approcciare con il verso giusto andando vicino alla rete colpendo i legni della porta difesa da De Luca, poi i caudini escono dal guscio e prendono campo assestandosi dopo i pericoli corsi. La tensione in qualche fase gioca dei piccoli scherzi ai rossoneri che non sono proprio precisi, ma che cercano di stanare il lupo dalla tana. L’espulsione di Ammendola all’inizio della ripresa condiziona l’azione dei rossoneri che devono chiudere i varchi stringendo i denti contro un’Audax che forza i ritmi anche se deve subire qualche palla pericolosa avversaria che per poco non la fa capitolare prima della rete.

 

Il palo di Marcucci al 1’ del primo tempo apre la partita dopo che il cross di Esposito Lauri da fondo campo lo imbecca a pochi passi dalla porta, poi dopo sessanta secondi la testa di Fontanarosa è salvata sulla linea da Calabrese. Il Sorrento batte colpo su colpo ed al 6’ va ancora vicino alla realizzazione ancora con Marcucci che sempre di testa ci riprova ma stavolta è la traversa a dirgli di no anche con l’ausilio di De Luca. I tentativi costieri finiscono momentaneamente qui mentre c’è il primo dei cervinaresi all’8’ con Zerillo dal limite dell’area con la sfera che termina di poco larga. La gara è alquanto manovrata con vari lunghi rilanci costieri verso Marcucci che però non hanno gli effetti sperati, in qualche caso la tensione gioca qualche brutto scherzo a qualche giocatore sorrentino che erra qualche passaggio o non si libera subito della palla. I botti si vedono nel finale di tempo al 43’ con Scarpa che innesca Marcucci ma la sua finalizzazione al volo va alta, da parte caudina la risposta arriva al 44’ con un cross di Russolillo che è sventato a pugni in uscita da Pezzella.

 

L’inizio della ripresa è fatale ai sorrentini che perdono Ammendola al 4’ per fallo da ultimo uomo su Befi che era diretto verso la porta di Pezzella. In dieci la squadra di mister Coppola stringe i denti poiché i biancazzurri con una punizione decentrata dal limite all’8’ di Pepe sfiorano di poco la trasversale. La gara è sempre spigolosa e spezzettata per i vari falli commessi, ma il Sorrento nonostante in inferiorità numerica tenta al 14’ con Marcucci di mettere la sfera nella rete avversaria ma ancora una volta la traversa gli ferma la finalizzazione. Sessanta secondi dopo Russolillo innesca una conclusione alta che è sventata a pugni dall’estremo rossonero. Gli ospiti facendo girare palla cercano il varco giusto ma i costieri stringendo i denti chiudono i varchi  ma devono subire in due primi un Befi che cerca di folgorare Pezzella sia al 20’ con un rasoterra diagonale che esce vicino al palo e poi al 22’ da pochi metri non finalizza per poco la deviazione vincente.

Il Sorrento non demorde ed il nuovo entrato Favetta fa vedere i sorci rossi alla difesa biancazzurra che deve vedere al 39’ una sua conclusione al volo alta di un metro e poi al 44’ un pallonetto che sorvola la trasversale di poco. La rete di Zerillo però non scoraggia i rossoneri che cercano nei minuti di recupero di raddrizzare le sorti dell’incontro ma al 49’ una punizione di Vitiello a fil di traversa è smanacciata in angolo da De Luca, dal corner palla pericolosa sotto porta ma Arpino non affonda il colpo.

Termina con amarezza non solo una finale di play off regionale ma tutto un campionato messo a repentaglio nel girone di andata, dove sono stati persi tredici punti anche per varie cause.

 

Novantunesimo – In sala stampa si presenta mister Coppola visibilmente provato perché “siamo scottati per come siamo usciti, con due cross siamo stati eliminati” e “non posso dire nulla ai giocatori che hanno dato il massimo”. Sul fatto dei tre legni colpiti è secco nel suo verbo: “Nel calcio vince chi la butta dentro e bisogna avere fortuna. Si deve accettare il verdetto del campo che il Cervinara va avanti”. Comunque è stata “una gara che abbiamo giocato con sacrificio e che non meritavamo di perdere. Hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo. Sono orgoglioso dell’impegno dei ragazzi”. Sull’espulsione che “ci ha condizionato ma fino ad un certo punto” e che poi ha caratterizzato la ripresa è stata fatale ma non proprio, perché “noi per un tratto del secondo tempo in dieci abbiamo gestito la palla, ma poi non potevi concedere campo. In inferiorità numerica abbiamo avuto tre palle gol che non abbiamo saputo sfruttare”. La delusione è forte e palese specie dei tifosi che avevano, insieme a molti, accarezzato il sogno del passaggio verso i play off nazionali, ma il mister sottolinea che “i tifosi sono delusi ma noi lo siamo più di loro perché volevamo portare in alto il nome di Sorrento”.

Ma ora non è il momento di rivangare gli errori del passato, del prima di mister Coppola, è ora di vedere cosa accadrà visti i volti scuri del presidente Peppe Cappiello e del factotum Franco Giglio.

L’estate ci dirà se sarà calda o fredda.

 

 

Le foto a corredo dell’articolo sono di Carmine Galano

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2016-17 – GIRONE B – PLAY OFF – FINALE REGIONALE

FC SORRENTO – AUDAX CERVINARA  0-1

Goals: 45’st Zerillo.

FC SORRENTO (4-3-3): Pezzella 6; Cioffi 5.5, Arpino 5.5, Terracciano 5.5 (47’st Vitale sv), Ammendola 4.5; Esposito Lauri 6, Vitiello 5.5, Fontanarosa 5.5; Savarese 5.5, Marcucci 7 (24’st Favetta 6.5), Scarpa (11’st Bolzan 6).
A disp: Santaniello, Banco, Serrapica, Raimondi.  Allen: Maurizio Coppola 6.

AUDAX CERVINARA: De Luca 6; Furno 6, Calabrese 5.5, Pepe 5.5, Liguoro 6; Fusco 6 (31’st Colarusso 6), Calandrelli 7, Saginario 6; Russolillo 6.5 (44’st Maiella sv), Befi 6 (47’st Clemente), Zerillo 7.

A disp: Fincato, Parente, En Namli, Greco.   Allen: Pasquale Ferraro 6.

Arbitro: Mario Perri di Roma 1 6.

Assistenti: Paolo Cipolletta (Avellino) – Antonio Portella (Frattamaggiore).

Espulsi: 4’st Ammendola (S) per fallo da ultimo uomo.

Ammonti: 2’pt Savarese (S); st – 9’ Saginario (AC), 21’ Cioffi (S), 42’ Liguoro (AC), 47’ Zerillo (AC).

Note: giornata serena, 26°; erba sintetica buona; spettatori 700 circa (280 da Cervinara).

Angoli:  6-2.   Recuperi: 0’pt e 5’st.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Un pino che scoppiava di salute,tagliato

Di Claudio d'Esposito WWF Il pino di via Caposcannato faceva parte del paesaggio e della geografia dei luoghi da decenni. Dall'analisi…

28 Mag 2017 Campania Piano di Sorrento Antonio Volpe

Meta

Tito ritorna alla grande sui social

Rassegna Stampa Corso Italia News META. Gli interventi messi in campo dal primo cittadino del Comune di Meta, Giuseppe Tito, negli…

27 Mag 2017 Meta Antonio Volpe

Vico Equense

Spiagge a Vico. Svendita ai privati. Denuncia di Franco Cuomo…

Di Franco Cuomo (articolo pubblicato su Facebook ) A proposito di un articolo apparso su Positano news sull'intervento della Procura…

28 Mag 2017 Campania Vico Equense qadisha

Capri

Tennis: "Capri Watch" al prestigioso Roland Garros 2017 con ben…

Marin Cilic, Fabio Fognini e Simone Bolelli, tutti vincitori dei Tornei del Grande Slam E’ iniziato oggi, domenica 28 maggio, a…

28 Mag 2017 Capri Uncategorized Giuseppe Spasiano

Ospedale di Capri, avviata la procedura per i lavori

Completamento della vecchia ala e per il nuovo centro dialisi   L'Amministrazione Comunale di Capri, attraverso una nota ufficiale, ha comunicato che…

26 Mag 2017 Capri Giuseppe Spasiano

Positano

Le ali della morte sul sentiero degli Dei

Di Nino Aversa guida escursionista . Purtroppo, oggi, sul Sentiero degli Dei si è presentata la Morte. Un anziano straniero, sul Sentiero…

28 Mag 2017 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

Scoppia condotta del gas sull'Amalfitana [FOTO]

Paura e caos a Marmorata. Strada chiusa, traffico in tilt   Disastro sfiorato questa mattina sulla Statale Amalfitana, in località Marmorata, nel…

26 Mag 2017 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook