Sorrento-New York: ospitalità mediterranea e ponte culturale

Weekend dedicato ad una delle località più note e gettonate del Bel Paese

 

Risultati immagini per new york

 Redazione – Italia ed USA a stretto contatto da Sorrento a New York: ospitalità mediterranea e ponte culturale con il paese di oltreoceano con un weekend dedicato ad una delle località più note e gettonate del Bel Paese.

Un contatto tra due nazioni che in passato, quando ci fu nei secoli scorsi la corsa  degli emigranti verso l’America per lavoro, si è coagulato strettamente e che si cerca sempre di mantenere vivo con qualche manifestazione che ricordi la nazione da dove venivano i padri.

Quello della settimana scorsa è stato un weekend intenso nella città della mela, dedicato a questa località molto nota, quello promosso dall’Ilica, l’Italian Language Inter-Cultural Alliance, in collaborazione con il John D. Calandra Italian American Institute, il Queens College della Cuny – City University of New York, e la Noiaw – National Organization of Italian American Women.

sorrento-new-york-2017

L’evento è stato aperto dal convegno dal titolo “Ospitalità mediterranea dalla Magna Grecia al 21mo secolo”, tenutosi presso la John Jay School of Criminal Justice, moderato dal fondatore dell’Ilica, Vincenzo Marra, che ha posto l’accento sulla capacità di Sorrento di “attrarre enormi flussi turistici, ammaliare i visitatori e di rappresentare un vero proprio mito in tutto il mondo”.
Vi hanno partecipato, Mario Gargiulo, assessore agli Eventi del Comune di Sorrento, in rappresentanza dell’amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo, del giornalista e scrittore Pino Aprile, di Donna Chirico, preside della Scuola delle Arti e delle Scienze del York College della Cuny, di Anthony Julian Tamburri, preside del Queens College della Cuny e di Giampiero Barbuto, direttore della Relazioni Internazionali dell’Università della Calabria.

L’assessore Gargiulo è soddisfatto poiché “per il secondo anno consecutivo la Città di Sorrento è ospite a New York su invito della Fondazione Ilica, dell’Istituto Calandra, della Cuny e della Noiaw. Un evento resto possibile attraverso l’organizzazione di Mvula Sungani, direttore artistico di Sorrento Incontra”. Poi si sofferma sul come si articola l’eccellenza sorrentina: “Su diverse componenti: dal confort e dalla qualità delle strutture ricettive, di ristorazione, bar e balneazione, alla cortesia e alla competenza degli operatori”, mentre “l’accoglienza è per noi un modo di essere, nella cultura e nelle tradizioni, nella quotidianità delle nostre attività produttive”.

Perciò “è questo lo spirito del sistema Sorrento: una grande famiglia sempre pronta ad ospitare, a confrontarsi, a promuovere lo scambio. Ed è per questo che, oggi, rinnoviamo l’invito per un confronto sulla possibilità di scambi, nel segno della cultura, tra New York e il distretto turistico della penisola sorrentina. Incentivando l’incoming di newyorkesi, in particolare di origine italiana, verso Sorrento, ma anche nelle vicine Pompei ed Ercolano, isola di Capri e costa d’Amalfi, e per stringere collaborazioni per rendere operativo il ponte tra i due mondi”.
Pino Aprile mette l’accento sull’ospitalità e l’accoglienza che Sorrento riserva ai suoi ospiti: “Molti si sono stupiti che nel Sud dell’Italia ci sia una cittadina di poco più di 16mila abitanti che accoglie 3 milioni di turisti l’anno. In realtà tutto questo deriva da millenni di attitudine all’accoglienza, essendo il Mediterraneo un mare dove si sono sovrapposte tante civiltà. Chiunque venga a Sorrento, ha quindi la sensazione di tornare a casa. Gli antropologi spiegano che il viaggio dell’homo sapiens verso la civiltà cominciò quando, per la prima volta, un esemplare della nostra specie ne ospitò un altro. Da allora, l’ospitalità è stata ritenuta sacra in molte culture, specie mediterranee. Il tema diviene prorompente oggi, in un mondo globalizzato, in cui tutti possono andare ovunque”.
Nel suo intervento il direttore artistico del festival, Mvula Sungani ha spiegato che Sorrento Incontra “che dà il nome al contenitore di eventi e manifestazioni promosse dal Comune di Sorrento, dalla Fondazione Sorrento e dalla Federalberghi, interpreta bene questa caratteristica del territorio sorrentino: incontrare cultura, arte, musica, danza, letteratura”. Si è soffermato come si articola il contenitore: “Il progetto prevede spettacoli, concerti, proiezioni di film, lezioni, stages, workshop, incontri e momenti di approfondimento che andranno a stabilirsi permanentemente sul territorio per diventare nel tempo un laboratorio permanente ed un centro di produzione delle arti e dell’audiovisivo capace di essere per Sorrento un volano promozionale di respiro internazionale. L’idea è quella di creare un salotto in cui gli artisti incontrano la città e si raccontano”.
Dopo la cena che è stata a base di prodotti tipici campani, si è tenuto presso il Queens Museum,  lo spettacolo della compagnia di danza Mvula Sungani Physical Dance, poi è stato presentato il progetto ‘Passione 3.0’, davanti ad un parterre gremito da più di 300 persone.

L’etoile Emanuela Bianchini, applauditissima nella sua performance, sul palco con il partner Damiano Grifoni e le soliste Giulia Francescotti, Giorgia Balestrieri e Sofia Mancinanti, hanno danzato sulle note di celebri canzoni napoletane. Che nella nazione d’oltreoceano sono sempre molto apprezzate ed anche cantate.

Una standing ovation che ha fatto da cornice al momento della premiazione del celebre regista e coreografo italo africano quale ‘Man of the Year 2017’, il riconoscimento tributato da Ilica, ed anticipata da un video omaggio alla Città di New York, prodotto e realizzato dallo stesso Sungani, accolto con emozione e partecipazione da tutti gli intervenuti. Grande interesse ha destato anche l’iniziativa ‘Physical Dance Fine Art’: immagini che diventano opere d’arte, fissate su lastre di acciaio con una particolare tecnica di riproduzione, grazie alla quale Sungani e il coautore Alessandro Risuleo hanno ricevuto l’invito a presentarle alla Casa Bianca.
Tra gli ospiti della serata, Claudia Tenney, membro del Congresso degli Stati Uniti, Annavaleria Guazzieri, del Consolato italiano a New York, i vertici della polizia e dei vigili del fuoco della Città di New York, Edward Jackson dell’Hunter College ed un gruppo di imprenditori e professionisti italiani: Francesco Albertelli, Francesco Di Romano, Andy Lee, Roberta Magrini, Lorenzo Paganelli, Stefano Pizzolato, Sandro Rosiglioni, Manuela Stefoni e Michele Siracusano. Nel corso della due giorni è stato inoltre sottoscritto un protocollo per l’istituzione di Ilica Italia, che sarà guidata da Stefano Maria Zappalà.

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, nuovo concorso natalizio ed accensione luminarie

Buoni da spendere, gratta e vinci con vincita di altri 1000 premi in palio   Foto d'archivio Piano di…

08 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Nel centro storico di Meta torna il Contest a tempo…

La campagna di sensibilizzazione on the road per il patrimonio artistico-culturale Locandina PhotoGraphy Contest  Meta - Unire la…

07 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Il governatore De Luca illustra il Piano Lavoro in Costiera

In un incontro a Vico Equense e si punta a dare il lavoro a 10mila ragazzi al posto delle 13mila…

30 Nov 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Buon compleanno Norman 2018, escursione a Capri

Si visiteranno il Parco Astarita e la Villa Iovis   Villa Jovis, foto tratta da capri.it Nel calendario di…

13 Dic 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Sanità: bufera a Capri per le dichiarazioni di De Luca,…

Il Comitato Articolo 32: “Si vergogni”   Hanno scatenato una vera e propria bufera a Capri le dichiarazioni rese oggi dal governatore…

10 Dic 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Bonifica ultimata, ma a Furore la strada resta chiusa

Rinviata a domani (salvo imprevisti) la riapertura della Strada Statale 163 Amalfitana Era prevista per la giornata di oggi ma è…

10 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

ITINERARI DIGITALI IN COSTA D’AMALFI: ALLA SCOPERTA DEL PATRIMONIO UNESCO

Saranno avviate le procedure di realizzazione dei percorsi progettuali previsti dal PON sulla valorizzazione del Patrimonio culturale Redazione - Presso l’aula…

04 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook