Sorrento avanti di forza

Marcucci da la svolta alla gara, il Faiano finisce in 9 e domenica con l’Audax Cervinara

 

 Sorrento – Che le gare di play off sono di altro stampo è noto ed il Sorrento va avanti di forza contro un Faiano che non ha nulla da perdere che resta in nove ma fa la sua buona figura e domenica prossima nella finale regionale dei play off sarà una gara ostica contro l’arcigna Audax Cervinara. 

Non è stato facile per il Sorrento battere un coriaceo e chiuso Faiano in una partita secca che sulla carta sembrava avvantaggiarlo anche perché la si giocava sul campo amico, che approccia bene ma poi per una palla persa stava per compromettere tutto se non fosse per la tenacia e l’esperienza immessi nel finale di una ripresa nervosa. Alla fine tutto si risolve per il meglio grazie sia alla suddetta esperienza e sia anche perché i biancoverdi restano in nove e devono alzare bandiera bianca.

I rossoneri passano a disputare sul campo amico la finale regionale dei play off contro un’Audax Cervinara che non concede nulla a nessuno specie fisicamente e con un organico formato da giocatori di una buona caratura ed esperienza. Per cui sarà una finale molto dura, con il nervosismo che potrà fare facilmente capolino e con i costieri nel cadere nella trappola che metteranno in atto gli irpini.

 

Goals – Due realizzate nei tempi regolamentari e due in quelli supplementari.

L’unica rete del Faiano ed è la prima della gara, arriva su una palla persa da Esposito Lauri nella metà campo avversaria, la palla arriva a Mansuor che come un furetto fugge sulla fascia sinistra percorrendo circa settanta circa, arrivato in area fa secco due sorrentini ed innesca un rasoterra che secca un immobile Pezzella alla sua destra. Il pareggio dei ripresi rossoneri e ad opera dell’esperto Marcucci che si fa trovare puntuale all’appuntamento con la sfera che colpisce di testa mettendola alle spalle di Senatore su una punizione di Vitiello dalla sinistra. Il raddoppio lo mette in cantiere Favetta nel primo tempo supplementare al 12’ con un rasoterra diagonale dopo un’azione partita da Scarpa che imbeccava Marcucci che poi lo innesca in area. Triplicava al 5’ del secondo tempo supplementare Savarese anch’egli con un rasoterra diagonale dopo che era stato imbeccato sul filo del fuorigioco da un lungo lancio a cambiar campo da parte di Fontanarosa.

 

La gara – I play off sono sempre partite di altra fattura rispetto a quelle del campionato e così è stata anche questa che i rossoneri hanno disputato contro un Faiano che nell’ultima gara della stagione regolamentare aveva lasciato fuori i suoi pezzi migliori perché tra cui tre diffidati.

Il Sorrento anche lui aveva qualche pedina fuori e qualcuna non in buona forma ed altre in ripresa, ma inizia la gara con un buon approccio, con un piglio deciso che schiaccia l’avversario, che però non fa da sparring partner, nella propria metà campo e sembra che innescando l’azione propizia possa passare. Ma scelleratamente si perde palla nella metà campo avversaria ed il furetto Mansour non perdona ed i costieri entrano nella paura, perdono la bussola e non trovano la rotta giusta, abbozzano qualcosa ma con una certa fretta che non è buona consigliera. La punizione a girare dalla destra di Terracciano al 23’ per poco non è rifinita dagli avanti rossoneri per una spanna e la palla è respinta a pugni da Senatore, mentre dopo sessanta secondi la botta sicura di Vitiello è ribattuta da un difensore. Mansour è sempre pericoloso e per cui è spesse volte trovato dai suoi compagni che poi restano orfani del loro allenatore che viene espulso al 29’ perché non restituisce subitaneamente la palla per far battere il fallo laterale ai costieri. La rete segnata è un buon viatico e da coraggio ai biancoverdi che risultano insistenti ma errano con Erra la palla del raddoppio al 44’ perché la svirgola da buona posizione mandandola larga.

Lo sfasato, impreciso e frettoloso Sorrento che fa il gioco del Faiano mette in pericolo la porta difesa da Senatore al 3’ con Vitale che in area si mangia un gol già fatto sparando sul portiere in uscita che gli respinge la sfera. I lunghi infruttuosi rilanci sono il frutto di non poter giocare per certi versi la palla a terra com’era stata preparata la gara, poiché dall’altro lato la si era preparata aggredendo l’avversario per non far impostate l’azione e marcare stretto l’uomo. L’occasione favorevole l’ha al 18’ Esposito Lauri che da buona posizione colpisce debolmente di testa spedendo tra le mani del portiere.

 

Miste Coppola si gioca il tutto per tutto dapprima inserendo Scarpa e poi Marcucci che danno la svolta ad un incontro che si stava mettendo sui binari errati, ma la testa debole di quest’ultimo favorisce ancora una volta l’estremo faianese. L’espulsione diretta di Ruggiero per un fallo su Scarpa fa restare i suoi in dieci così come quella contemporanea di Paradisone per un fallo di reazione, e da il via alla punizione che fa pareggiare i sorrentini. La gara si finisce di infuocare ed il finale del tempo è alquanto nervoso, e ne fa anche le spese direttamente Martinangelo al 42’ che è espulso per un fallo di reazione su Cioffi, mentre prima il diagonale di Favetta al 36’ è respinto a pugni dall’estremo biancoverde.
Il tempo regolamentare si chiude dapprima con un sinistro decentrato di Favetta che è largo di poco e poi con Pellegrino che al 50’ si mangia il gol del raddoppio sparando su Pezzella in uscita. Nei tempi supplementari il Faiano resta addirittura in nove per l’espulsione di Imperiale per fallo da ultimo uomo su Marcucci lanciato a rete. Dalla susseguente punizione battuta da Scarpa la sfera sorvola la traversa di poco, poi arriva il meritato raddoppio costiero e si passava al secondo tempo supplementare. Il Sorrento ormai aveva la gara in tasca e Marcucci da posizione favorevole al 2’ spara alto su imbeccata di Scarpa, e la terza rete chiude la pratica Faiano e la semifinale regionale dei play off che porta alla finale arcigna contro l’Audax Cervinara.

Novantunesimo – Non è stato un passaggio alla finale regionale dei play off tirato con le unghie ed i denti. In pratica questo dice a chiare lettere mister Coppola perché “la qualificazione è meritata e loro hanno avuto una sola ripartenza. Noi potevamo segnare prima ma non ci siamo riusciti. Loro non avevano nulla da perdere ed hanno giocato con la testa libera. I nostri ragazzi avevano un fatto mentale”. La partita la si era preparata per giocare palla a terra ma soprattutto “per cercare di far muovere i loro due difensori centrali che sono molto alti” ma anche “sulle loro ripartenze ma dopo la loro rete abbiamo avuto un contraccolpo”.

Sulla gara della finale se l’avversario fosse l’Audax Cervinara o la Battipagliese cambiava qualcosa? Egli non si scompone perché “queste sono gara difficili e conta in esse soprattutto l’aspetto mentale”. E questa gara che potrebbe portare i costieri a disputare le semifinale nazionali dei play off di Eccellenza per la promozione in Serie D, va “affrontata con impegno e la prepareremo come di consueto”.

L’autore delle rete del pareggio, Marcucci,  è secco nel ribadire che si “deve cercare di andare avanti fino all’11 giugno” e che se si “ha la testa giusta non c’è per nessuna squadra e se stiamo bene mentalmente”.

Mister Turco spiega bene il perché è stato espulso poiché “la palla mi è arrivata addosso e l’ho presa e Fontanarosa è venuto addosso a strapparmela, con il guardialinee già avevo avuto qualche problema e mi aveva avvisato che alla prima problematica … e poi mi sono fatto ingannare”. Dalla sua espulsione a quella di Ruggiero che lui la reputa quella che “ha determinato la gara ma è stata avventata. Poi in dieci contro dieci avevamo l’occasione per passare ma il nostro problema è l’organico e poi non abbiamo giocato on continuità. Dopo l‘uscita di Di Donna ci siamo fatti segnare da Marcucci che entrando ha cambiato la partita e poi abbiamo perso la testa”.

Sulla gara del Sorrento contro l’Audax Cervinara analizza gli irpini come una squadra che “è brutta da incontrare perché ha dei giocatori esperti ed ha una buona fisicità. Perciò il Sorrento deve giocare una delle sue migliori partite perché è una squadra da prendere con le molle. Il loro punto debole è il portiere”.

Ed ora tocca ai costieri esprimersi al meglio specie mentalmente contro gli irpini per arrivare alle semifinali dei play off nazionali il 21 maggio.

Le foto della gara sono di Carmine Galano

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2016-17 – GIRONE B – PLAY OFF – SEMIFINALE REGIONALE

FC SORRENTO – FAIANO  3-1

Goals: 15’pt Mansour (F); 31’st Marcucci (S); 12’pts Favetta (S); 5’sts Savarese (S).

FC SORRENTO (4-3-3): Pezzella 5.5; Cioffi 5.5, Arpino 5.5, Terracciano 5.5 (20’pt Paradisone 4.5), Ammendola 5.5; Vitiello 5.5, Fontanarosa 5.5, Esposito Lauri 5 (20’st Marcucci 6.5), Savarese 5.5, Vitale 5.5 (8’st Scarpa 6.5), Favetta 5.5.
A disp: Santaniello, Bolzan, Banco, Serrapica.  Allen: Maurizio Coppola 6.

FAIANO (4-4-2): Senatore 6; Ruggiero 4.5, Di Donna 6 (1’st Impariale 4.5), Di Giacomo 6, Magazzeno 6; La Femina 6 (17’st Pisacane 6), Erra 5.5 (35’st Martinangelo 4.5), Grieco 6,  Anastasio 6; Mansour 7, Pellegrino 6 .

A disp: Ginolfi, Volpe, Chiagone, D’Orsi.  Allen: Carmine Turco 6.

Arbitro: Andrea Beretta di Monza 6.

Assistenti: Alessandro Ruocco (Ercolano) – Carmine Castiglione (Frattamaggiore).

Espulsi: 29’pt mister Turco (F); st – 29’ Ruggiero (F) per gioco violento, 42’ Martinangelo (F) per fallo di reazione; 7’pts Imperiale (F) per fallo da ultimo uomo.

Ammonti: pt 22’ Grieco (F), 28’ Vitale (S), 33’ Senatore (F); st –  7’ Magazzeno, 9’ Scarpa (S), 40’ Fontanarosa (S).

Note: giornata serena, 23°; erba sintetica buona; spettatori 400 circa (40 da Pontecagnano-Faiano).

Angoli:  5-1.   Recuperi: 3’pt; 6’st; 1’pts; 1’sts.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Dichiarati colpevoli amico e sua madre

Non prestarono soccorso tempestivamente per salvare Giuseppe Gargiulo    Piano di Sorrento – Sono stati dichiarati colpevoli l’amico e sua madre perché…

21 Set 2017 Campania Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

A settembre omaggio a Raffaele Lauro a Meta e a…

  A metà settembre, la Penisola Sorrentina si appresta a rendere un sentito e doveroso tributo al suo illustre concittadino Raffaele…

29 Ago 2017 Cultura Meta Sant'Agnello Spettacolo Carlo Alfaro

Vico Equense

Trekking, concerto ed arte ‘Pro Faito’

Domenica 24 si va all’avventura ed i proventi andranno a formare un fondo in favore del Ripristino del Monte Faito    Vico…

22 Set 2017 Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Via Krupp, ancora tensione tra maggioranza e opposizione

Il comitato raccoglie firme, la Primavera risponde con una diretta Facebook Capri - L'argomento via Krupp infiamma il dibattito politico a…

25 Set 2017 Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Rubati nel trasporto dall'isola orologi "Capri Watch"

Per un valore di 40mila euro, tre persone denunciate dai carabinieri per ricettazione e furto   Capri - Rubate alcune centinaia di…

21 Set 2017 Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Positano

Ospedale Costa d’Amalfi riavrà Cardiologia e Radiologia h 24

Le rassicurazioni di Andrea Reale delegato alla Sanità per la Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana   E' la notizia che tutti attendevamo…

25 Set 2017 Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Guariglia, Vietri sul Mare: XII edizione della Festa dei…

Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio   Vietri sul Mare - Sabato 23 settembre, alle ore 19:00, a Raito di Vietri Sul…

22 Set 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook