Quella scogliera sottratta ai cittadini

Rassegna stampa
Il nuovo “business” sulle concessioni demaniali arriva a Meta

di Paolo Balzano su Metareporter

Il nuovo “business” sulle concessioni demaniali arriva a Meta

La scogliera situata davanti l’Hotel Alimuri sarà prossimamente ricoperta da un tavolato. L’idea è quella di costruire un solarium e togliere quello spazio ai cittadini che prima lo utilizzavano liberamente e senza pagare nulla. Si tratta di una “regolare” concessione senza gara, affidata allo stesso proprietario dell’albergo nelle vicinanze. Tutto fatto secondo una vecchissima normativa sulle concessioni demaniali che ha portato con se negli anni diverse proroghe (l’ultima al 2020) perché i balneari si potessero poi preparare ad una nuova legge sulle concessioni che entro il 31 dicembre 2017 deve essere calendarizzata per la discussione in aula e la cui approvazione è prevista a fine 2018.

La nuova legge, infatti, bloccherebbe i rinnovi automatici delle concessioni; renderebbe obbligatori i bandi di gara anche per le concessioni demaniali. Anche se nella bozza della legge è previsto che a chi gestisce tratti di litorale bisogna riconoscere al gestore il valore dell’impresa costruita.

Canoni di locazione ridicoli, assenza di qualsiasi tipo di gara pubblica, occupazioni abusive di tratti di costa, violazione sistematiche di norme e sentenze europee. Ecco la situazione delle spiagge italiane, comprese quelle sul territorio comunale di Meta, che nell’ultimo anno è stato sottoposto ad un sensibile peggioramento in questo campo. Quella che dovrebbe essere una gigantesca risorsa economica — il Belpaese vanta 7.375 chilometri di coste (la Spagna circa 4.000) — si traduce in una situazione di caos totale e in un misero introito per lo Stato: le concessioni hanno infatti generato nel 2016 solo 101,8 milioni di euro, a fronte di un fatturato stimato da Nomisma in almeno 15 miliardi di euro.

A marzo fu rilasciata la concessione per la realizzazione del solarium che ha bloccato definitivamente l’accesso all’ultimo tratto del molo. Che sebbene sia stato precedentemente classificato come impraticabile deve sempre rimanere accessibile in qualche modo, dato che è parte del demanio pubblico. Ad aprile ecco che giunge un altro sconforto per i cittadini metesi, che sono stati privati dell’ennesimo spazio libero appartenete alla collettività e poi concesso in maniera totalmente inappropriata ad un privato: quello davanti l’hotel Alimuri. Non solo il danno, ma anche la beffa. Non solo, infatti, i bagnanti non potranno più usufruire liberamente di quello spazio che sarà sottoposto ad un pedaggio, ma non è stata nemmeno data l’opportunità a tutti di concorrere per ottenere la concessione. Tale pratica è diffusissima in Italia soprattuto per le vecchie concessioni, che ingiustamente, vengono rinnovate all’infinito sempre ai soliti imprenditori che le continuano ad ottenere in alcuni casi, addirittura, in eredità. Tutta l’opposizione si è unita sotto un’unica voce contro questo scempio ed ha deciso di chiedere spiegazione al sindaco mediante un’interrogazione, a firma di Susanna Barba, Antonella Viggiano, Laura Attardi e Francesco Pane.

Nell’interrogazione si fa riferimento in particolare agli interessi ed al volere della cittadinanza, assolutamente contraria alla privatizzazione di tale zona. Da un punto di vista normativo-burocratico sembra infatti essere tutto in regola. Solamente per un motivo ci si potrebbe opporre: tra una concessione e l’altra è obbligatoria la presenza di una spiaggia libera, che tra l’altro, per legge, non deve essere situata in una zona difficoltosa da raggiungere o “nascosta”.

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Per chi è ‘na bona furchetta, cannelloni al ragù

Il primo prototipo di cannellone forse lo si fa risalire all’Ottocento    Costiera sorrentina – Non è molto sicura l’origine di questo…

20 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Con banconota falsa azzardano a comprare gratta e vinci

Tre 16enni lo provano nella tabaccheria della stazione ricalcando il film di Totò ma poi sono denunciati    Meta - Tre 16enni…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, momenti concitati su treno della Circum

Un cittadino dell’Est Europa rifiuta di acquistare un biglietto ed è stato portato in caserma   Vico Equense – Ci sono stati…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Ennesimo incidente stradale sulla via che collega il Porto con…

Auto esce fuori strada e finisce in un fondo sottostante, per fortuna nulla di grave per la donna alla guida Poteva…

22 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Abusivismo, a Capri i vertici dei carabinieri

Per fare il punto sulle attività di indagine di Anna Maria Boniello   CAPRI - Carabinieri in prima linea nella lotta all'abusivismo edilizio…

16 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Nuova destinazione per il convento San Domenico di Maiori

Una scuola di alta formazione turistica Una scuola di alta formazione professionale di management turistico. È quanto immaginato dall'Amministrazione comunale di…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Una nuova mappa turistica per Amalfi

Il Consorzio degli albergatori premia le strutture di qualità Sette percorsi di visita che, oltre agli itinerari classici, propongono esperienze insolite…

17 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook