Quella scogliera sottratta ai cittadini

Rassegna stampa
Il nuovo “business” sulle concessioni demaniali arriva a Meta

di Paolo Balzano su Metareporter

Il nuovo “business” sulle concessioni demaniali arriva a Meta

La scogliera situata davanti l’Hotel Alimuri sarà prossimamente ricoperta da un tavolato. L’idea è quella di costruire un solarium e togliere quello spazio ai cittadini che prima lo utilizzavano liberamente e senza pagare nulla. Si tratta di una “regolare” concessione senza gara, affidata allo stesso proprietario dell’albergo nelle vicinanze. Tutto fatto secondo una vecchissima normativa sulle concessioni demaniali che ha portato con se negli anni diverse proroghe (l’ultima al 2020) perché i balneari si potessero poi preparare ad una nuova legge sulle concessioni che entro il 31 dicembre 2017 deve essere calendarizzata per la discussione in aula e la cui approvazione è prevista a fine 2018.

La nuova legge, infatti, bloccherebbe i rinnovi automatici delle concessioni; renderebbe obbligatori i bandi di gara anche per le concessioni demaniali. Anche se nella bozza della legge è previsto che a chi gestisce tratti di litorale bisogna riconoscere al gestore il valore dell’impresa costruita.

Canoni di locazione ridicoli, assenza di qualsiasi tipo di gara pubblica, occupazioni abusive di tratti di costa, violazione sistematiche di norme e sentenze europee. Ecco la situazione delle spiagge italiane, comprese quelle sul territorio comunale di Meta, che nell’ultimo anno è stato sottoposto ad un sensibile peggioramento in questo campo. Quella che dovrebbe essere una gigantesca risorsa economica — il Belpaese vanta 7.375 chilometri di coste (la Spagna circa 4.000) — si traduce in una situazione di caos totale e in un misero introito per lo Stato: le concessioni hanno infatti generato nel 2016 solo 101,8 milioni di euro, a fronte di un fatturato stimato da Nomisma in almeno 15 miliardi di euro.

A marzo fu rilasciata la concessione per la realizzazione del solarium che ha bloccato definitivamente l’accesso all’ultimo tratto del molo. Che sebbene sia stato precedentemente classificato come impraticabile deve sempre rimanere accessibile in qualche modo, dato che è parte del demanio pubblico. Ad aprile ecco che giunge un altro sconforto per i cittadini metesi, che sono stati privati dell’ennesimo spazio libero appartenete alla collettività e poi concesso in maniera totalmente inappropriata ad un privato: quello davanti l’hotel Alimuri. Non solo il danno, ma anche la beffa. Non solo, infatti, i bagnanti non potranno più usufruire liberamente di quello spazio che sarà sottoposto ad un pedaggio, ma non è stata nemmeno data l’opportunità a tutti di concorrere per ottenere la concessione. Tale pratica è diffusissima in Italia soprattuto per le vecchie concessioni, che ingiustamente, vengono rinnovate all’infinito sempre ai soliti imprenditori che le continuano ad ottenere in alcuni casi, addirittura, in eredità. Tutta l’opposizione si è unita sotto un’unica voce contro questo scempio ed ha deciso di chiedere spiegazione al sindaco mediante un’interrogazione, a firma di Susanna Barba, Antonella Viggiano, Laura Attardi e Francesco Pane.

Nell’interrogazione si fa riferimento in particolare agli interessi ed al volere della cittadinanza, assolutamente contraria alla privatizzazione di tale zona. Da un punto di vista normativo-burocratico sembra infatti essere tutto in regola. Solamente per un motivo ci si potrebbe opporre: tra una concessione e l’altra è obbligatoria la presenza di una spiaggia libera, che tra l’altro, per legge, non deve essere situata in una zona difficoltosa da raggiungere o “nascosta”.

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Pini Villa Fondi. ..in due si salvano dalla motosega

Rassegna Stampa AGORÀ Ricorderete il provvedimento d’urgenza con cui il Sindaco Vincenzo Iaccarino ordinò all’Ingegnere Graziano Maresca il taglio di ben…

16 Giu 2017 Campania Piano di Sorrento Redazione

Meta

Meta, morto in mare ed auto in fiamme

Un uomo è colto da malore mentre nella notte va in fuoco una 500    Meta – In poche ore due avvenimenti…

21 Giu 2017 Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Abbiamo il depuratore ma ancora c'è tanto da fare per…

di Raffaele Attardi La Grande Onda Tutte le carenze denunciate dalla nota inviata dal Comune di Vico alla regione Campania hanno…

15 Giu 2017 Vico Equense Redazione

Capri

Veronica Maya, balli e canti con Guido Lembo

Parentesi vacanziera prima del ritorno in Rai   Veronica Maya, balli e canti alla taverna Anema e Core di Capri. Prima di…

16 Giu 2017 Capri Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri: bagnate le scale della Piazzetta

La cittadina isolana imita Firenze per non far sedere i turisti per bivaccare   Capri – Ed anche la cittadina isolana imita…

14 Giu 2017 Capri Giuseppe Spasiano

Positano

Il Galeone di Amalfi cede in curva

Sull’Arno i costieri non tengono il ritmo dei genovesi    Redazione – Non ce l’ha fatta il Galeone amalfitano sull’Arno che cede…

18 Giu 2017 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

17 e 18 giugno Regata Repubbliche Marinare a Pisa

Ecco il programma completo   Pubblicato il programma completo della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare che si volgerà a Pisa il 17…

16 Giu 2017 Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook