Pompei viene alla luce tomba monumentale

Scoperta durante lo scavo connesso alla ristrutturazione dell’edificio di San Paolino

 

Pompei – Durante lo scavo connesso alla ristrutturazione dell’edificio di San Paolino viene alla luce la tomba monumentale del manager degli spettacoli dei gladiatori. Immagine correlata

Quando si stavano effettuando questi scavi per la suddetta ristrutturazione, dopo tanti secoli di essere sotterrato sotto la lava vulcanica ecco che è venuto alla luce del sole questo monumento marmoreo ad arco con un’epigrafe funeraria mai ritrovata prima, lunga 4 metri in 7 righe.

Era uno degli uomini più in vista dell’epoca e si chiamava Gneo Alleo Nigidio Maio, ed era considerato il ‘principe’ della colonia, fu lui che, in occasione della dedica di un grande edificio termale, offrì ai suoi concittadini un grandioso spettacolo nell’anfiteatro, coperto per l’occasione da un grosso telone, il velario, con caccia di fiere, giochi atletici e spargimento di profumi.

E’ venuta alla luce nei pressi della Porta Stabia, dalla quale partiva la strada che portava verso Stabia, e sulla lunga epigrafe funeraria si riporta in maniera dettagliata le tappe fondamentali della vita (acquisizione della toga virile, nozze) e la descrizione delle attività munifiche che accompagnarono tali eventi (banchetti pubblici, elargizioni liberali, organizzazione di giochi gladiatori e combattimenti con belve feroci).

La tipologia del monumento ed il contenuto dell’epigrafe avvalorano l’ipotesi che esso potesse essere completato dal famoso bassorilievo marmoreo (con scene di processione, combattimenti gladiatori e venationes), che è attualmente conservato al Museo Archeologico Nazionale di Napoli e di cui finora non se n’era individuato il contesto di provenienza.
E durante questo scavo sono state anche ritrovate le tracce ben leggibili del passaggio di una carovana al di sopra dello strato di oltre due metri di lapillo che copriva questa porzione della città antica, da porsi in relazione con il rinvenimento avvenuto precedentemente e poco lontano, di alcuni scheletri a una quota più alta rispetto ai piani di frequentazione romani.

Era presente allo scavo il direttore generale Massimo Osanna che si sofferma sul fatto che  l’iscrizione probabilmente apparteneva al personaggio più importante della colonia. Secondo le loro ricostruzioni il defunto potrebbe essere Gnaeus Allieus Nigidius Maius.

Ma quello che c’è  di straordinario riguarda la rissa che nel 59 d.C. scoppiò nell’anfiteatro trasformandosi in scontro armato tra pompeiani e nocerini, ma non finisce qui perché in questa iscrizione si fa anche riferimento per la prima volta all’esilio che avrebbe colpito addirittura i due sommi magistrati in carica, ossia i duoviri della città. Dati inediti, dunque, su un momento importante della storia politica di Pompei.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Rubò smartphone a studentessa, arrestato

Emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per uno dei picchiatori di ‘Villa dei Misteri’    Piano di Sorrento – A bordo…

15 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

SUSANNA BARBA TORNA ALLA CARICA SULLA COMMISSIONE PAESAGGISTICA

domenica 10 dicembre 2017 A proposito della Commissione Paesaggistica e non solo...i nodi vengono al pettine! I nodi vengono sempre al pettine e così…

11 Dic 2017 Meta Redazione

Vico Equense

La notte bianca di Vico Equense

Il centro cittadino si trasformerà in un enorme palcoscenico diffuso a cielo aperto   Vico Equense – La cittadina costiera si prepara…

09 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Mareggiata a Capri, corsa straordinaria del traghetto Naiade della Caremar…

di Anna Maria Boniello CAPRI - La Caremar ha predisposto questa sera una partenza eccezionale del maxi-traghetto Naiade, che ha effettuato…

15 Dic 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Collegamenti marittimi: Capri non è più isolata

Dopo 24 ore di stop riprese le partenze delle navi Caremar Capri non è più isolata. Dopo 24 ore di stop…

13 Dic 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Positano

Vietri sul Mare, inaugurazione della mostra ceramica Donne e Madonne

Taglio del nastro per la mostra/concorso ceramica Mare Mota    Vietri sul mare - Taglio del nastro per la mostra/concorso ceramica Mare…

14 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Ravello, Massimo Ranieri special guest del 2018 in musica [PROGRAMMA]

Brindisi di Capodanno in musica nel segno dell'identità italiana   Brindisi di Capodanno in musica nel segno dell'identità italiana. Il 2018 a…

13 Dic 2017 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook