Pompei, emerge un deposito di anfore

Sono ritornate alla luce negli ambienti retrostanti la Schola Armatorarum

 

Foto tratta da pompeiisites.org

 Redazione – E’ stato rinvenuto un deposito di anfore che sono ritornate alla luce negli ambienti retrostanti la Schola Armatorarum che fino ad oggi non erano mai stati esplorati.

Se ne contano quattordici e sono state rinvenute durante l’attività di scavo presso la Pompei antica nel lapillo che fu emesso dall’eruzione del Vesuvio nel 79 dC, ed esse dovevano essere di origine dell’area mediterranea e dovevano contenere, come si usava all’epoca, vino, olio e salse di pesce. Tra queste ce n’è una su cui ci sono delle iscrizioni dipinte che con ogni probabilità indicano il peso del prodotto contenuto, gli anni di invecchiamento ed il nome del produttore.

Il deposito in cui sono state trovate queste anfore, serviva a questa funzione come testimoniano i graffiti visibili su una delle pareti, che stanno a ribadire l’attività di stoccaggio ed in questo caso le anfore sono state trovate in situ, cosa che non è avvenuta in altri casi.

Al termine dello scavo, che è previsto per il mese di dicembre, le anfore saranno ricollocate in situ nell’ambito del più ampio progetto di valorizzazione del ‘museo diffuso’ che il Parco archeologico sta adottando in più aree degli scavi per ri-contestualizzare i reperti nei luoghi di provenienza.

Fino ad oggi l’unico ambiente, che fu portato alla luce nel 1915 da Vittorio Spinazzola, era quello ben conosciuto che affacciava su via dell’Abbondanza, e già fu chiaro fin dall’inizio che era di carattere militare, a causa delle grandi dimensioni e della sua decorazione, c’erano dei trofei all’ingresso e le figure alate ed armate che decorano le pareti. Tuttavia la sua esatta destinazione, deposito di armi o scuola di formazione della gioventù pompeiana, continua a non essere certa. Lo scavo di questi altri  ambienti, che rientra nel cantiere ‘Scavi e ricerche’,  ha come obiettivo proprio quello di  chiarire tali aspetti.

Oltre a portare alla luce ciò si sta procedendo anche tramite il cantiere di scavo nella Regio V, il cosiddetto ‘cuneo’ (un’area di oltre 1000m2 nella zona posta tra la casa delle Nozze d’Argento e gli edifici alla sinistra del vicolo di Lucrezio Frontone), di portare a vista ulteriori strutture e reperti di ambienti privati e pubblici. In quest’area (sul pianoro delle regiones IV e V), inoltre, sarà previsto l’allestimento di un laboratorio di studio archeologico dei reperti che verranno alla luce ed un deposito per la loro conservazione temporanea.

Con questa la città degli Scavi più famosa al mondo va verso una nuova stagione, quella di una ricerca archeologica intensa e del prosieguo della conoscenza del sito.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Libro ‘L’alimentazione nella prevenzione del cancro’, presentazione a Piano di…

Si parlerà dello scottante tema del rapporto tra alimentazione e cancro    Piano di Sorrento – Nella sala consiliare del Comune sarà…

19 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

La Fedeli premia i Virgiliani a Roma

comunicato Miur – Si terrà domani, mercoledì 14 marzo, alle 12.30, la premiazione del concorso nazionale “Scuola: spazio al tuo…

14 Mar 2018 Editoriale Meta Giuseppe Volpe

Vico Equense

Riaperta la strada per Monte Faito

Ne da comunicazione l’amministrazione comunale attraverso il proprio profilo Facebook    Vico Equense - È stata riaperta dopo ben sei mesi ed…

20 Apr 2018 Campania Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Illustrato il progetto relativo allo studio di fattibilità per la…

E la realizzazione del nuovo parcheggio di Piazzale Europa a Capri   E’ stato presentato presso la Casa Comunale di Capri, alla…

21 Apr 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Condannato l’autore del furto a Capodanno in un supermercato di…

In via definitiva è stato arrestato: deve scontare 1 anno e 8 mesi di reclusione Approfittando del trambusto per i festeggiamenti…

17 Apr 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Rubò due auto ad Amalfi, arrestato pregiudicato di Scafati

I Carabinieri hanno arrestato ed eseguito l’ordinanza del GIP di Salerno   La scorsa notte i Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia di…

21 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Dramma ad Atrani, 67enne precipita nel vuoto. E' morto

Un uomo è precipitato da altezza considerevole   Ancora notizia drammatica dalla Costiera Amalfitana. Pochi minuti fa, poco prima delle 14, fra…

17 Apr 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook