Perché ‘Lucifero’ ha invaso l’Italia?

Ma sembra che abbia i giorni contati perché forse arriva un ciclone temporalesco

 

Costiera sorrentina – Ad ogni cosa c’è sempre un perché ed anche per l’anticiclone africano ‘Lucifero’ che ha invaso l’Italia ma sembra che abbia i giorni contati perché forse arriva un ciclone temporalesco.

La causa di questa caldissima ed infernale invasione che non sta dando tregua da qualche giorno con delle temperature che sembrano quelle dell’inferno, specie quelle percepite anche a causa dell’umidità, intorno ai 50° e che c’è stato lo spostamento verso Nord dell’ITCZ, ossia della zona di convergenza intertropicale.

Questo è uno dei motivi, perché nella zona di convergenza intertropicale si verifica la convergenza degli alisei dell’emisfero boreale e dell’emisfero australe, e la risalita di masse d’aria calda che determinano l’area di instabilità equatoriale, con piogge e temporali.

Allora in questi giorni abbiamo uno spostamento in direzione Nord di questa fascia: questo avanzamento nel semestre caldo provoca un eccessivo sbilanciamento verso nord della fascia anticiclonica subtropicale, causando l’affermarsi dell’Anticiclone africano sull’Europa centro-meridionale, ed una situazione di piovosità anomala per il periodo nelle zone equatoriali dell’Africa.
Nell’immagine a metà dell’articolo, si nota la disposizione attuale della linea di convergenza: la linea rossa ci dice che l’ITCZ è ben più a Nord della linea ‘nera’, che rappresenta una condizione di normalità.

Ed un’altra causa e che l’anticiclone delle Azzorre, che sarebbe dovuto stazionare nelle nostre zone, si è posizionato dalla Gran Bretagna verso i paesi scandinavi e non facendo passare aria oceanica e quindi anche qualche perturbazione, ha fatto da scudo ad esse ‘Lucifero’ si è potuto espandere.

Ma come detto ha i giorni contati perché mostrerà un primo cedimento strutturale già da domenica 6 quando aria atlantica scorrerà alle alte quote sulle regioni settentrionali e queste correnti instabili sono richiamate da una bassa pressione Nordatlantica. Il centro depressionario verso il 10-12 Agosto, dopo una fugace risalita pressoria, affonderà con maggior incisività verso il cuore dell’Europa e quindi l’Italia. L’aria instabile collegata alla depressione suddetta entrerà sia dalla Porta della Borache che dalla Valle del Rodano (Francia sudorientale). Si formerà quindi una bassa pressione italica che influenzerà il tempo sul nostro Paese da Nord verso Sud. Temporali violenti dalle regioni settentrionali potrebbero estendersi fin verso quelle centrali e poi meridionali. Si avrà un calo termico anche di 8/10° rispetto ai giorni odierni.

Per il 15 Agosto pare proporsi un nuovo ripristino anticiclonico, ma di tutt’altra natura rispetto all’infuocata alta pressione nordafricana di questi giorni, ci sarà l’anticiclone delle Azzorre a tornare a far visita al nostro Paese.
Dovrebbe essere un tempo abbastanza stabile e soleggiato soprattutto su coste e pianure, abbastanza caldo ma temperature più nella norma, senza particolari eccessi. Va messo nel conto, però, una possibile instabilità pomeridiana sui rilievi sia alpini che appenninici.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, riasfaltatura Corso Italia

La zona interessata è quella compresa al confine con Sant’Agnello tra il 14 e 15 dicembre    Piano di Sorrento – Sarà fatta la…

13 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Giuseppe Spasiano

Meta

SUSANNA BARBA TORNA ALLA CARICA SULLA COMMISSIONE PAESAGGISTICA

domenica 10 dicembre 2017 A proposito della Commissione Paesaggistica e non solo...i nodi vengono al pettine! I nodi vengono sempre al pettine e così…

11 Dic 2017 Meta Redazione

Vico Equense

La notte bianca di Vico Equense

Il centro cittadino si trasformerà in un enorme palcoscenico diffuso a cielo aperto   Vico Equense – La cittadina costiera si prepara…

09 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Collegamenti marittimi: Capri non è più isolata

Dopo 24 ore di stop riprese le partenze delle navi Caremar Capri non è più isolata. Dopo 24 ore di stop…

13 Dic 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Capri, prove di atterraggio notturno per l’eliambulanza del 118

di Anna Maria Boniello Prove di atterraggio notturno a Capri dell’eliambulanza del 118 negli spazi del campo sportivo San Costanzo nella…

05 Dic 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Ravello, Massimo Ranieri special guest del 2018 in musica [PROGRAMMA]

Brindisi di Capodanno in musica nel segno dell'identità italiana   Brindisi di Capodanno in musica nel segno dell'identità italiana. Il 2018 a…

13 Dic 2017 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Cetara: frontale tra due auto sull'Amalfitana, traffico in tilt [FOTO]

Un incidente tra due auto è avvenuto intorno alle 14 e 30 sulla Statale 163 Amalfitana, nel comune di Cetara. Con…

08 Dic 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook