Notte d’Arte a Sorrento: per Libri sotto le stelle, Nunzia Del Gaudio presentata da Carlo Alfaro

Notte d’Arte” è un grande evento artistico-culturale che animerà con colori, note, parole, sapori e gioia di stare assieme la “notte bianca” di sabato 30 giugno 2018 a Sorrento. Obiettivo della kermesse, che punta a diventare un appuntamento fisso annuale, coinvolgere tutti i tipi di pubblico in una festa corale coniugando magicamente spettacolo e cultura. In una non-stop di eventi ininterrotti e concomitanti dalle 17 alle 3 del mattino, sarà espressa l’arte in tutte le sue sfaccettature: musica, moda, teatro, letteratura, tra conoscenza e divertimento in una Sorrento by night mai vista prima. L’ambizioso programma è organizzato dall’Associazione “DL Eventi” con il patrocinio del Comune di Sorrento, sotto la direzione artistica di Luigi De Simone e in partnership con la Fondazione Sorrento, il Museo Correale e la Pro Loco di Sorrento. Spazio innanzitutto alla letteratura di qualità con “Libri sotto le stelle”, manifestazione curata da Alessandro Polidoro editore in collaborazione con associazione Netnapoli: dalle 17 alle 24 al Sedil Dominova ci sarà una maratona di presentazioni di libri, uno ogni ora. Alle ore 17 inaugurerà il ciclo “Non abbiamo bisogno di parole”; alle 18 “Le strade della Méhari”, alle 19 “La città e i suoi misteri”, alle 20 “Quando raccontano le donne”, alle 21 “Tutti i colori del nero”, alle 22 “Confessioni di una Fashion blogger”. Per la musica classica e il bel canto (“Sorrento Classica“), sono previsti tre concerti: Chiesa dell’Addolorata, ore 20, Chorus Cai; Chiesa del Rosario, ore 20:30 Rossella Parisi; Chiesa dell’Addolorata, ore 21:30 Valeria Ioviero. Simultaneamente, si terrà il Festival degli Artisti di Strada, con oltre 70 artisti che dalle ore 20 alle 3 di notte intratterranno cittadini e turisti lungo le strade e le piazze di Sorrento. Per “Sorrento in mostra”: a Villa Fiorentino la mostra dedicata a Francis Bacon resterà aperta fino alle ore 3 del mattino, mentre presso la SyART Gallery in via San Francesco in mostra Warhol, Haring e Adami. Grande teatro alle 22:30 in Villa Fiorentino con Marco Palmieri e le Sex and the Sud in “Stasera offro io… manchi solo tu!”, madrina della serata la star Rosaria De Cicco. Al Museo Correale, museo aperto a ingresso libero fino a tarda notte, con, a partire dalle 19 fino alle 2, l’evento “Mod’Art”, vernissage di moda, cultura e spettacolo organizzata da G.A.R. Eventi di Gianna Azzaro, presentato da Patrizia Pellegrino con la partecipazione di Stefano Masciarelli, con defilè di: La maison Sarli New Land; Maison Impero Couture; Maison Celestino; Gioielli del maestro orafo Gerardo Sacco (il noto “orafo delle dive”), Standing Buffet e live music. Infine, “Sorrento da gustare”: un vero e proprio percorso tra i sapori tipici della Penisola sorrentina: al Bastione Parsano assaggi e degustazioni gratuite ma anche vendita prodotti tipici campani, e alle ore 20, 21, 22 e 23 4 show cooking dello chef Daniele Riccio con protagonista lo gnocco alla sorrentina; il bar Primavera di Antonio Cafiero offrirà sul Corso Italia il suo mitico gelato al limone dalle 2 alle 3 di notte; Villa Fiorentino ospiterà 4 Apette Piaggio e un piccolo percorso di street food. «Con “Notte d’Arte – Sorrento di notte tra arte e musei” sperimentiamo una nuova sinergia tra enti ed associazioni culturali della nostra città – spiega il sindaco Giuseppe Cuomo – Si tratta di un’iniziativa nuova che vedrà protagonista tutto il territorio di Sorrento». «Per la prima volta mettiamo insieme intrattenimento e cultura – aggiunge Gaetano Milano, amministratore delegato della Fondazione Sorrento -una proposta innovativa che può rappresentare un valore aggiunto per la città». «Per l’occasione – sottolinea il presidente del Museo Correale di Terranova Gaetano Mauro – abbiamo confezionato con il Rotary Club Sorrento e Le Amiche del Museo Correale un evento di grande glamour il cui ricavato sarà destinato al restauro di un dipinto custodito presso la struttura museale». «Anche noi abbiamo deciso di dare il nostro contributo – interviene Antonino Terminiello, presidente della Pro Loco Sorrento – ed in occasione della serata abbiamo organizzato i concerti classici in diverse location e manterremo aperta la mostra dell’artigianato al Bastione Parsano fino a notte fonda». «L’obiettivo della kermesse è di aprirci verso una nuova frontiera del turismo – dice Massimo Coppola, assessore al Marketing territoriale del Comune di Sorrento – Un format innovativo che senza pesare sulle casse comunali mette insieme cultura e divertimento e che si rivolge tanto ai nostri concittadini, quanto agli ospiti». «Puntiamo a creare un evento che possa ripetersi negli anni diventando un appuntamento fisso, un appuntamento che unisca il territorio tutto, dalle associazioni ai commercianti» – conclude Luigi De Simone. L’editore Alessandro Polidoro, che ha curato la sezione dedicata ai libri, ha definito lo sforzo mostrato di mettere insieme cultura e intrattenimento una «grande proposta di civiltà».

Qui intendo parlarvi dell’evento che curerò personalmente, quando alle 17 aprirò la sezione letteraria “Libri sotto le stelle” della manifestazione “Notte d’Arte a Sorrento” nella storica sede del Sedil Dominova, uno dei più caratteristici monumenti nel cuore del centro storico della città, di prestigiosa bellezza: l’unico degli antichi seggi nobiliari che, ancora oggi, si possono ammirare in Campania, costruito tra la il 1200 ed il 1300 per ospitare le riunioni dell’aristocrazia sorrentina. Protagonista della prima ora della non stop letteraria, l’artista di Pompei Nunzia Del Gaudio, poetessa, pittrice, autrice teatrale, presidente dell’Associazione Culturale Pompei, col suo primo romanzo “Non abbiamo bisogno di parole”, sul tema dei legami di sangue e del femminicidio. Il romanzo è liberamente ispirato alla tragica storia di Melania Rea, la giovane mamma di Somma Vesuviana assassinata a 20 anni nel bosco di Colle San Marco il 18 aprile 2011 dal marito, Salvatore Parolisi, militare, con 35 coltellate. Il suo corpo fu rinvenuto due giorni dopo nella macchia boschiva, su un tappeto di foglie e aghi di pino, il volto rivolto in alto e il corpo straziato di ferite, inondato di sangue e una siringa conficcata all’altezza del cuore. Lasciava la loro bambina, Vittoria, di soli 18 mesi, con la quale quel maledetto giorno si era recata nel bosco per farla giocare. Figlia di un militare dell’Aeronautica, Melania aveva perso la testa per Salvatore, un militare che lavorava come addestratore in una caserma femminile, originario di Frattamaggiore: i due si erano velocemente sposati e presto era arrivata la bellissima Vittoria. Purtroppo, però, Salvatore aveva una doppia vita. Melania lo scoprì quando lui per errore la chiamò da un numero sconosciuto, che usava per comunicare con l’amante. Melania dopo aver fatto qualche ricerca rintracciò la persona a cui quella scheda telefonica era riservata: Ludovica, 26 anni, era un’allieva del marito e non negò la relazione con il suo istruttore. Era il 2010. Melania sprofondò nello sconforto, ne parlò con i suoi e con delle amiche, poi affrontò il marito. Neanche lui negò, ma sminuì l’importanza di quella storia, come aveva già fatto l’amante, assicurandole che voleva tornare alla vita coniugale. Melania lo perdonò, decisa a proteggere il proprio matrimonio e a riconquistare l’amore del marito. In realtà, invece, Salvatore non aveva mai troncato la storia con Ludovica e le aveva addirittura promesso di incontrare i genitori per una presentazione ufficiale. L’appassionata love-story è registrata nei migliaia di messaggi scambiati su Facebook dagli amanti e recuperati dagli inquirenti sul telefono e il computer di Parolisi. Ludovica non era l’unica amante, ce n’erano state altre, ma lei era sicuramente la più importante. Pochi giorni prima di quel 18 aprile, dall’account fake “Vecio Alpino” che usava per chattare con l’amante, Parolisi scrive: “Tu sei la cosa più importante (…) non preoccuparti i nostri accordi (riferendosi alla separazione con Melania) non vanno per le lunghe, massimo una settimana poi (Melania) dovrà sparire dalla mia vista”. Dall’altra parte la ragazza faceva pressione, lo insultava per non aver avuto il coraggio di affrontare la separazione, lo minacciava di lasciarlo se non lo avesse fatto. Grazie alle indagini che lo inchiodano sempre di più, tre mesi dopo il delitto, Salvatore Parolisi viene arrestato. Dalla ricostruzione processuale dei fatti emerge la figura di un uomo freddo, calcolatore, fedifrago, che ha programmato l’omicidio della moglie per non doversene separare e perdere così i privilegi di erede. Un uomo che, forte dell’addestramento militare, ha sopraffatto una donna vulnerabile e l’ha colpita con rabbia e rancore perché di ostacolo ai suoi progetti con Ludovica. Nel luglio 2016 Parolisi è stato condannato a vent’anni di reclusione per l’omicidio di sua moglie. “Ben misera pena- commentò amaramente il padre di Melania, Gennaro- senza nemmeno l’aggravante della crudeltà, al confronto dell’ergastolo del mio dolore”. Quando è morta, Melania indossava un braccialetto con il nome di Salvatore e una catenina con incise queste parole: “Con te sarà sempre un nuovo giorno d’amore”. Nunzia Del Gaudio, artista di rara sensibilità, ha vissuto, come tutto il grande pubblico italiano, ogni fase della vicenda, rappresentata con grande risalto dai media, con immensi dolore e compartecipazione emotiva. La sua emotività di donna l’ha fatta immedesimare nel dolore della figlia, Vittoria, probabile testimone dell’omicidio della madre, che diventa Viola, protagonista nel romanzo, proiettata dalla sua fantasia nella vita adulta. Viola sconta, nell’immaginazione dell’autrice, il senso di colpa che le è rimasto per non aver salvato sua madre dalle tenebre e, divenuta mamma, preda dei suoi fantasmi, dell’anoressia e della depressione, cede allo sconforto più profondo. Nel romanzo si immagina che, nel subconscio, il legame di sangue tra madre e figlia non si sia mai interrotto e, senza bisogno di parole, la sua presenza accanto alla figlia si sia avvertita costantemente. Una simbiosi di donne, madre e figlia, che va oltre la morte e diviene come per mistero “corrispondenza di amorosi sensi”. Viola è stata figlia della giovane donna eternamente bella, sottrattale ingiustamente da una mano assassina, quella di suo padre. Viola ha sempre saputo ciò che mai nessuno ha avuto il coraggio di raccontarle. Dal sangue innocente versato dalla madre, al sangue del parto, emerge una nuova vita. E l’intimo linguaggio tra le tre donne resta forte, eterno e indissolubile. Anche quando, senza saperlo, Viola ritrova anche suo padre. Perché i legami di sangue, sembra suggerire l’autrice, sono per sempre. Di femminicidio, violenza sulle donne e legami di sangue discuteremo durante la presentazione con gli ospiti che parteciperanno al dibattito sullo scottante tema. Non mancate…Sedil Dominova di Sorrento, sabato 30 alle 17,00.

Carlo Alfaro

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, centenario della Prima Guerra Mondiale

E disvalamento della lapide in memoria di monsignore Michele Massa    Piano di Sorrento - Domenica 4 Novembre ricorre il centenario della Prima guerra mondiale - 1918-2018…

03 Nov 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Geografia nascosta dell'Italia esterna - Meta portoni aperti

La quinta edizione di Geografia nascosta dell'Italia esterna - Meta portoni aperti si svolgerà sabato 10 e domenica 11 Novembre…

10 Nov 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Antonio Volpe

Vico Equense

Natale in “panarella”, esteso l’orario per la Funivia del Faito

Anno record, Eav festeggia estendendo le corse anche nel periodo natalizio di Fiorangela d’Amora Anno record per la funivia del Faito, Eav…

27 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Si vende a Capri la lussuosa villa che fu frequentata…

Ancora intatta la sua stanza     A un prezzo superiore ai 10 milioni di euro, è in vendita in una delle zone…

09 Nov 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Improvviso stop all’eliambulanza, serata di paura a Capri

Per una partoriente conclusasi per fortuna con un lieto fine Vi era urgente necessità dell’elicottero del 118 per trasferire nella tarda…

08 Nov 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Vietri sul Mare, sabato 10 novembre su Rai3 per la…

Tre eliminatorie e una grande gara finale dove una giuria di esperti eleggerà il Borgo più bello d'Italia 2018   Redazione -…

09 Nov 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Pescatori di frodo, la primula rossa in manette dopo 10…

Era riuscito a farla franca pescando tonni rossi sottomisura che poi rivendeva al mercato nero   di Petronilla Carillo   «Siete bravi, mi avete…

08 Nov 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook