Nobel Haroche al premio Capo d’Orlando

Premio “Capo d’Orlando”, il Nobel Haroche a Vico Equense: “Lavoriamo per scoprire i superconduttori del futuro”
Di Claudia Esposito

Vico Equense – “Queste giornate trascorse qui a Vico Equense non le dimenticherò facilmente, così come la bellezza dei panorami, la disponibilità delle persone e l’entusiasmo e la preparazione dei giovani del liceo scientifico “Gaetano Salvemini” di Sorrento che mi hanno fatto da guide nel conoscere la vastità delle collezioni del Museo mineralogico campano diretto da Umberto Celentano. Ho augurato loro di conservare intatto l’entusiasmo e la passione verso la scienza. Chissà, magari qualcuno di loro, nel prossimo futuro, potrebbe diventare anche un fisico”. Queste le parole del premio Nobel Serge Haroche nel congedarsi ieri sera dopo la serata di gala che ha concluso la XIX edizione del Premio scientifico internazionale “Capo d’Orlando”, organizzato dal Museo mineralogico campano – Fondazione Discepolo con il patrocinio del Comune, dell’Azienda di soggiorno di Vico Equense, della Regione Campania, e dell’Università Federico II. In mattinata, il fisico, insignito dall’Accademia di Stoccolma nel 2012 per essere riuscito a intrappolare i fotoni senza distruggerli, si è anche soffermato con la stampa sulle prossime frontiere della fisica quantistica: “Si tratta di una materia che ci consente la comprensione del mondo che ci circonda, oltre ad averci donato tutti gli strumenti che abbiamo oggi, a partire dai cellulari. Il mondo atomico – continua Haroche – è però controintuitivo, non segue le leggi della fisica classica e gli stessi quanti, a contatto con il mondo esterno, ne subiscono subito le alterazioni. Una delle applicazioni più gettonate del futuro saranno i computer quantistici dalla straordinaria velocità di elaborazione che si baseranno sui qubit invece che sui bit tradizionali. Allo stato, però – chiarisce il Nobel – sappiamo che il principio del qubit funziona, ma nella pratica vanno risolti numerosi problemi tra cui i materiali da utilizzare. La ricerca prosegue e intanto, grazie ai simulatori quantistici, stiamo controllando i fotoni tramite raggi laser pervenendo alla creazione di cristalli. Studi – conclude Haroche – che cercano di realizzare nuovi materiali, i superconduttori a temperatura ambiente, che potranno essere la chiave di volta per risolvere, nel futuro, i nostri problemi energetici”. A seguire la visita all’esposizione di gemme, minerali, fossili e conchiglie del museo vicano sito nel complesso monumentale della SS. Trinità guidato dai ragazzi della IV B dell’istituto sorrentino coordinati dalla docente Agata Fasano e quindi, nel pomeriggio, la premiazione al Castello Giusso. Nel corso della cerimonia, moderata da Manuela Arata, ideatrice del “Festival della Scienza di Genova”, sono stati insigniti anche Mauro Felicori, direttore delle Reggia di Caserta, Luigi Lazzareschi, amministratore delegato della “Sofidel Spa” (industria sesta al mondo e seconda in Europa per la produzione di carta ad uso domestico), il giornalista Bruno Arpaia e Luca Paolazzi, direttore del Centro Studi Confindustria. I premiati si sono alternati al tavolo delle conferenze sui rispettivi campi di studio e di interesse, convergendo sulla necessità di puntare sulla cultura quale attrattore e volano di sviluppo per il sistema Paese.
Si arricchisce quindi l’albo d’oro della manifestazione che, l’anno prossimo, taglierà il traguardo delle venti edizioni. Tra gli insigniti nel corso degli anni, ricercatori, giornalisti, studiosi, divulgatori, industriali, un premio Oscar (Nicola Piovani), e tredici premi Nobel. Prima di Serge Haroche, la targa che riproduce i pesci fossili di Capo d’Orlando è stata consegnata a John F. Nash, Harold W. Kroto, Paul J. Crutzen, James D. Watson, Tim Hunt, Paul Krugman, George F. Smooth, Louis J. Ignarro, Erwin Neher, Andre Geim, Stefan Hell e Riccardo Giacconi, dal 2007 presidente onorario del premio.

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Dichiarati colpevoli amico e sua madre

Non prestarono soccorso tempestivamente per salvare Giuseppe Gargiulo    Piano di Sorrento – Sono stati dichiarati colpevoli l’amico e sua madre perché…

21 Set 2017 Campania Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

A settembre omaggio a Raffaele Lauro a Meta e a…

  A metà settembre, la Penisola Sorrentina si appresta a rendere un sentito e doveroso tributo al suo illustre concittadino Raffaele…

29 Ago 2017 Cultura Meta Sant'Agnello Spettacolo Carlo Alfaro

Vico Equense

Trekking, concerto ed arte ‘Pro Faito’

Domenica 24 si va all’avventura ed i proventi andranno a formare un fondo in favore del Ripristino del Monte Faito    Vico…

22 Set 2017 Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Via Krupp, ancora tensione tra maggioranza e opposizione

Il comitato raccoglie firme, la Primavera risponde con una diretta Facebook Capri - L'argomento via Krupp infiamma il dibattito politico a…

25 Set 2017 Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Rubati nel trasporto dall'isola orologi "Capri Watch"

Per un valore di 40mila euro, tre persone denunciate dai carabinieri per ricettazione e furto   Capri - Rubate alcune centinaia di…

21 Set 2017 Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Positano

Ospedale Costa d’Amalfi riavrà Cardiologia e Radiologia h 24

Le rassicurazioni di Andrea Reale delegato alla Sanità per la Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana   E' la notizia che tutti attendevamo…

25 Set 2017 Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Guariglia, Vietri sul Mare: XII edizione della Festa dei…

Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio   Vietri sul Mare - Sabato 23 settembre, alle ore 19:00, a Raito di Vietri Sul…

22 Set 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook