Marilina Iacono: le sette intelligenze in difesa dei malati pschichici del Centro Igiene mentale di Sorrento

Ha conquistato tutti lo spettacolo di danza “Le intelligenze multiple” di Marilina Iacono con la sua Compagnia Luna, tenutosi il 23 marzo presso l’Hotel La Pace a Sant’Agnello, patrocinato dal Comune, e concepito dall’artista per sensibilizzare le coscienze contro la chiusura del Centro Igiene Mentale di Sorrento. Spiega Marilina: “Con la mia Compagnia Luna ho incentrato lo spettacolo su ‘Le sette intelligenze di Gardner’, rappresentandole in apertura con un ensamble danzato dalle ballerine su ‘The dark side of the moon’ dei Pink Floyd. Il nostro intento con questo lavoro è indurre le coscienze a riflettere sul tema della diversità mentale, utilizzando la danza come strumento per una battaglia sociale, contro il silenzio, il rifiuto e l’indifferenza verso la malattia psichica. Per questo ho concepito lo spettacolo in mezzo alla platea anzichè sul palcoscenico, a testimoniare la necessità di inclusione per queste persone. E’ difficile concettualizzare la disgregazione della personalità, quello che accade quando la patologia psichiatrica mina l’unità della mente, alterando la percezione della realtà e suggestionando l’individuo al punto tale da renderlo totalmente schiavo di stati d’animo angoscianti e fortemente ossessivi. Ho deciso di rappresentare ciò focalizzando i vari aspetti della personalità così come vengono schematizzati dallo scienziato statunitense Howard Gardner, attraverso l’unico linguaggio che mi è proprio, la danza”. Il motivo che ha spinto la grande coreografa della Penisola Sorrentina, una delle poche ad insegnare la disciplina della danza in un Istituto Comprensivo Statale (a Piano di Sorrento), è stata la decisione della Asl, alla luce del riordino delle strutture sanitarie locali predisposto dal piano De Luca lo scorso dicembre, di chiudere le strutture che non rispettino il tetto minimo di posti letto fissato nel numero di 17,5, tra cui il Centro di Igiene Mentale di Via del Mare, con gravissimo disagio per gli utenti, peraltro particolarmente vulnerabili per la loro fragile condizione psichica, che saranno costretti a rivolgersi altrove. La struttura finora ha offerto servizi a oltre mille utenti, oltre ad accogliere 11 persone nella casa famiglia, dalla quale dovrebbero essere sradicati. Contro la soppressione del centro è sorto un movimento spontaneo di cittadini, guidato tra gli altri da Rosario Fiorentino– presente all’evento della Iacono- e appoggiato da tutti i Sindaci della Penisola, capitanati dal primo cittadino di Meta e consigliere metropolitano Giuseppe Tito, che ha incassato la disponibilità del Presidente della commissione sanità della Regione Campania On.le Lello Topo. Un mese fa, nel giorno dei festeggiamenti per Sant’Antonino, un gruppo di familiari dei pazienti ha dato vita a un pacifico sit-in di contestazione per ribadire la necessità di salvare la struttura. La vicenda è finita anche su Rai Tre, in onda durante il Tg regionale. Il comitato cittadino propone di scongiurare la abolizione del centro sorrentino attraverso il suo trasferimento in via degli Aranci, nell’edificio dell’ex Arips, dove al momento trovano spazio alcuni uffici del Piano sociale di zona. Una soluzione utile per i pazienti, che non verrebbero sradicati da un contesto geografico e sociale in cui ormai sono inseriti, e la collettività, che non dovrebbe più sostenere i costi legati al canone di locazione della struttura di via del Mare. Probabilmente, di tutte le patologie umane, il disturbo mentale è quello che crea più sconcerto, imbarazzo, incomprensione e disagio, perchè che colpisce e disadatta la sfera comportamentale, relazionale, cognitiva, affettiva di una persona, rendendo problematica la sua integrazione socio-lavorativa e causandogli una profonda sofferenza personale. Le malattie mentali per questo storicamente per secoli sono state considerate con pregiudizio e stigma, in quanto difficili da inquadrare, apparentemente spaventose e appartenenti alla sfera dell’irrazionale. Marilina Iacono ha trovato un canale privilegiato, quello dell’arte, per parlarne sublimando la paura e comunicando emozioni e intenti. In presenza di una significativa rappresentanza dell’amministrazione del Comune di Sant’Agnello, l’assessore Giuseppe Gargiulo, il presidente del Consiglio Maria De Martino, il segretario PD Lucia Gargiulo, di esponenti della cultura in primo piano nel sociale come il direttore di Positanonews Michele Cinque e la scrittrice e poetessa Anna Bartiromo e di un pubblico numeroso e attento, è andato in scena uno spettacolo intensissimo e sentito, in cui ogni assolo di danza era ispirato a una delle sette intelligenze di Gardner, onde far passare il messaggio che ognuno di noi è diverso da un altro e ha le proprie peculiari specificità. Howard Gardner (Scranton, 11 luglio 1943), professore presso la Harvard University nel Massachusetts, ha completamente rivoluzionato il concetto di intelligenza grazie alla sua teoria sulle intelligenze multiple. L’intelligenza è la capacità di comprendere il mondo in cui viviamo e di risolvere i problemi ambientali, sociali e culturali che ci vengono posti in ogni momento della nostra esistenza. Fino all’inizio del ‘900, era accettata la teoria dello studioso Charles Spearman che considerava l’intelligenza come un unico fattore, presente in vario grado in tutti gli individui, e misurabile tramite il Quoziente d’intelligenza (Q.I.). Fu Gardner a mettere in luce che non esiste un tipo unico di intelligenza, bensì diverse forme di essa, ognuna indipendente dalle altre. L‘intelligenza linguistica è il dono dell’espressione verbale, attraverso la capacità di utilizzare un vocabolario chiaro ed efficace. Per rappresentarla, Marilina ha usato il testo “Tienimi per mano” di Herman Hesse, voce narrante Antonio Nobili, interprete della coreografia Manuela Pica. L‘intelligenza logico-matematica coinvolge sia l’emisfero cerebrale sinistro, che ricorda i simboli matematici, che quello di destra, nel quale vengono elaborati i concetti, ed è preposta al ragionamento deduttivo, la schematizzazione e le catene logiche. “Ma che succede- s’interroga a tal proposito la Iacono- quando lo stereotipo prende il sopravvento sulla logica?”. Sulle note di “A beautiful mind”, ha interpretato questa varietà di intelligenza Ilaria Gargiulo. L‘intelligenza musicale, localizzata nell’emisfero destro del cervello, coinvolge però per elaborare le melodie anche il sinistro nelle persone con cultura musicale. È la capacità di riconoscere l’altezza dei suoni, le costruzioni armoniche e contrappuntistiche. Chi ne è dotato manifesta uno spiccato talento per l’uso di uno o più strumenti musicali, o per la modulazione canora della propria voce. “Ma in alcune persone particolarmente sensibili- ricorda la Iacono- l’ascolto scatena comportamenti ossessivi e compulsivi”. per figurarla, la musica in “4/4” è stata interpretata da Sara De Mita. L’intelligenza spaziale concerne la capacità di percepire forme e modi di orientamento degli oggetti nello spazio. Chi la possiede ha una sviluppata memoria per i dettagli ambientali e le caratteristiche esteriori delle figure, sa orientarsi bene e riconosce oggetti tridimensionali. Questa forma dell’intelligenza si manifesta essenzialmente nella creazione di arti figurative. Si chiede la coreografa: “Si può rimanere prigionieri del pensiero astratto?”. Sulla musiche di Einaudi, l’ha interpretata Valeria Mazzola. Dopo il ballo dell’intera ensamble, “Ali per volare”, si è passati all’intelligenza corporeo-cinestesica, che coinvolge il cervelletto e i nuclei della base, e dona padronanza del corpo e perfetta coordinazione dei movimenti, come in atleti e ballerini. Commenta Marilina: “Si può restare prigionieri del proprio corpo?”. Sulle note di Max Richter, l’ha interpretata Alessandra Coppola. Poi c’è l’intelligenza interpersonale o sociale, che coinvolge tutto il cervello, ma principalmente i lobi pre-frontali, e riguarda la capacità di comprendere gli altri, sviluppando spiccata empatia e favorevoli interazioni sociali. Sulle note di”Imago”, è stata interpretata da Francesca Durante. Viceversa, l’intelligenza intrapersonale, o introspettiva, riguarda la capacità di comprendere la propria individualità, di avere consapevolezza dei propri punti di forza e delle proprie debolezze, dei propri desideri e delle proprie paure. Sulle note gospel, ha danzato per interpretarla Mariana Mastellone. Negli anni ’90, in base a ulteriori studi, Gardner ne aggiunse altre due: l’intelligenza naturalistica, che è la propensione a capire e classificare gli elementi naturali (è tipica dei gruppi umani che vivono in uno stadio ancora primitivo, come le tribù aborigene, che mostrano una grande capacità nel sapersi orientare nell’ambiente naturale riconoscendone anche i minimi dettagli) e l’intelligenza esistenziale o teoretica, che è la capacità di riflettere consapevolmente sui grandi temi speculativi, come la natura dell’universo e l’esistenza umana. La Compagnia Luna non ha trattato artisticamente questi altri due tipi nosografici, ma ha chiuso lo spettacolo con “Lacrimosa” in memoria della piccolissima Amelie, con Fabiola Russo e Alessandra Coppola, e il gran finale con un’originalissima e strepitosa interpretazione del “Miserere”, in dedica all’assessore Giuseppe Gargiulo, grande sostenitore sul territorio dell’arte e dello spettacolo in tutte le sue forme. Il messaggio dello spettacolo è arrivato direttamente ai cuori degli spettatori: oggi, in una società così complessa, abbiamo bisogno di teste “versatili”, ossia cervelli tra loro differenti, in grado di vedere il mondo attraverso una pluralità di angolazioni. Nessuna mente è da buttare, come nessuna vita! (Carlo Alfaro)

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Gioventù carottese emergenza alcool e droga

Peppe Coppola  conosciuto come Peppe Foto 105 lancia su Facebook questo accorato messaggio a genitori ed autorità. Piano di Sorrento Agosto…

18 Ago 2018 Piano di Sorrento Redazione

Meta

Tony Laudadio con ‘Preludio a un bacio’ a Letti in…

Nel verde incantato de ‘La Gallina Felice’ ci consegna una storia colorata come una processione lungo le strade [caption id="" align="alignleft"…

20 Ago 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

James Senese in concerto a Vico Equense

Reduce da un lunghissimo tour sarà nel chiostro della Santissima Trinità e Paradiso Chiostro della Santissima Trinità…

20 Ago 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

L'associazione dei commercianti di Capri lancia sos sicurezza

Chiede maggiori controlli e più pattuglie nelle ore serali e notturne Sicurezza e controllo sul territorio comunale: è l'oggetto di una…

20 Ago 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri, riarrestato pusher per droga

È stato sorpreso dai carabinieri di Anacapri ed era in  possesso di 110 grammi di marijuana e 12 di hashish   [caption…

15 Ago 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Positano

ESCURSIONE  alla “Torre dello Ziro”, Amalfi

CLUB ALPINO ITALIANO SEZIONE DI CASTELLAMMARE DI STABIA fondata nel 1935 - ricostituita nel 2009 DOMENICA  26  AGOSTO  2018 ESCURSIONE  alla “Torre dello Ziro”,…

19 Ago 2018 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

Minori: sabato 18 lo show di Rocco Papaleo alla Villa…

Accompagnato da una eccezionale band, l'attore lucano si dividerà tra musica e parole   La rassegna teatrale estiva di Minori giunge al…

17 Ago 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook