Con “Io, Maria Maddalena” la Passione di Cristo parla napoletano

Successo enorme e pubblico d’eccezione per il debutto sorrentino, il 22 marzo, in anteprima nazionale, in due repliche alle 18.45 e alle 20.30, di “Io, Maria Maddalena- la Passione di Cristo nel racconto di una donna”, reading- spettacolo ad alta gradazione emotiva, nato da un’idea di Pina Bonfantini e coordinato da Marco Palmieri, la star sorrentina che aggiunge con questo lavoro un altro tassello importante alla sua folgorante carriera d’attore. I testi, di potente drammaturgia, si devono a Elisabetta Fiorito, brillante giornalista-scrittrice romana, classe 1964, formatasi al giornalismo in Canada, forte di esperienze di radio presso la CNR, Channel News Radio, e Radio Capital, da dieci anni cronista parlamentare per Radio 24- Il Sole 24 Ore, autrice di programmi radiofonici come “Cartellone”, “Summertime”, “Ma cos’è questa estate”, “La Quota Rosa”, del testo teatrale “Confessioni di un Broker” con l’attore Stefano Pesce, e “La vita segreta del re dei cannoni”, un ritratto di Friedrich Alfred Von Krupp, vincitore del premio Fersen per la drammaturgia nel 2016, e infine dello strepitoso romanzo “Carciofi alla giudia”, che, pur con toni leggeri da commedia, mette in scena con efficacia la complessità, le tensioni e le contraddizioni dell’attualità. I testi del reading narrano la storia della Passione di Cristo raccontata da un’angolazione particolare, dal punto di vista dei protagonisti, che parlano di Gesù e della loro esperienza con Lui senza mai nominarlo, col risultato di un affresco di inusitata e commovente bellezza. Particolarità dello spettacolo è che i testi sono stati tradotti in lingua napoletana dalla maestra dell’arte teatrale Rosaria De Cicco (che è anche interprete principale del lavoro), proponendo l’accattivante suggestione che i fatti si svolgessero, anzichè in Giudea, nella altrettanto tormentata realtà partenopea. Versatile icona riconosciuta della napoletanità, al teatro come al cinema e in tv, in ruoli brillanti quanto drammatici, la De Cicco, sempre bellissima come a inizio carriera, auto-ironica e modesta come i veri grandi, vanta nella sua carriera collaborazioni importanti come a teatro con Nello Mascia e Ugo Gregoretti, al cinema con i registi Ferzan Özpetek (Le fate ignoranti, La finestra di fronte, Un giorno perfetto), Antonio Capuano (Pianese Nunzio, 14 anni a maggio, La guerra di Mario) Paolo Sorrentino (L’uomo in più), Bontà Polito (Janara), in tv con Renzo Arbore(Speciale per me – Meno siamo, meglio stiamo!), oltre che in numerose fiction, come “Un posto al sole”. Lo spettacolo dà voce ai racconti dei protagonisti dei Vangeli, interpretati da attori straordinari: oltre alla De Cicco, nei panni della Morte e di Maria Maddalena, c’è Giovanni l’apostolo, Marco Palmieri; il Sacerdote, Francesco Viglietti; Ponzio Pilato, Salvatore Catanese; Giuda, Roberto Fiorentino. Valore aggiunto, la partecipazione di Francesca Maresca, usignolo della Penisola sorrentina, che ha cantato brani di speciale afflato come la Soave Alleluia. Location ideale per un evento così raffinato, Villa Fiorentino, la bellissima magione sede attuale della Fondazione Sorrento, che ha promosso l’evento, nell’ottica, come ha ribadito il direttore Gaetano Milano, di valorizzare le importanti realtà artistico-culturali del patrimonio locale, come la compagnia che ha tenuto lo spettacolo-evento. La serata è stata patrocinata dalla Fondazione in collaborazione con l’associazione Le amiche del Museo Correale, presieduta quest’anno da Antonella Avancini, e fondata nel 2010 con lo scopo di sostenere il Museo Correale, oltre che di sensibilizzare i Sorrentini ad aver cura dell’ineguagliabile patrimonio storico e artistico della città. Il valore altissimo dello spettacolo viene ben sintetizzato nelle parole della giornalista Costanza Martina Vitale: “Tutti a parlarne eppure Lui non c’era. Nessuno della mangiatoia c’era. Ma c’erano le visioni della Morte, del Fariseo, di Pilato, di Giuda, di Giovanni e della Maddalena. Storie che si incrociano nella Storia, ognuna con i suoi tormenti, i suoi drammi e le sue imperfezioni tutte umane. Un plauso all’autrice dei testi e all’adattamento in lingua napoletana di Rosaria De Cicco. Quando entri dentro e visualizzi così tanto senza una scenografia, senza musiche, senza contorno, allora i testi hanno vinto e gli attori pure”. Effettivamente, lo spettacolo fornisce lo spunto ad una riflessione originale ed emozionante sul mistero della morte e della resurrezione di Cristo. Le parole e le frasi ad alto valore espressivo degli accorati monologhi dei testi, portate con veridica intensità dagli spiccati talenti attoriali degli interpreti, riecheggiano nei cuori degli spettatori come evocazioni, suggestioni, immagini simboliche, ponti verso l’inconscio, capaci di illuminare la vita, risvegliare la crescita interiore. Il racconto della passione e morte di Cristo è già di per sé un testo molto forte, che fa presa sulle coscienze con una intensa capacità di impressionarle e turbarle. A volte, però, ci può sfuggire il senso profondo del sacrificio che Gesù ha scelto di compiere, il motivo ultimo della Sua passione e morte: l’amore. L’amore di un dono, quello della Sua vita, che Gesù ha consegnato all’umanità. Ecco, la grandezza dello spettacolo coordinato da Marco Palmieri, proprio nella Settimana Santa, è trasmetterci l’immensità dell’amore, un’immensità che arriva a riunire l’uomo a Dio. Appuntamento ora martedì 27 marzo alle ore 20.00 nella Chiesa della Madonna delle Grazie ( ex Cattedrale) a Massa Lubrense, per la prima nazionale. (Carlo Alfaro)

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento, nuovo concorso natalizio ed accensione luminarie

Buoni da spendere, gratta e vinci con vincita di altri 1000 premi in palio   Foto d'archivio Piano di…

08 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Tito da' mandato avv Esposito per Villa Giuseppina

Rassegna stampa META/ ORA È GUERRA SU VILLA GIUSEPPINA: NUOVO INCARICO ALL’AVVOCATO ESPOSITO Posted by Il Talepiano | 14 Dic 2018 …

15 Dic 2018 Campania Meta Redazione

Vico Equense

Vico Equense ricorda Antonio Vinciguerra

E'doveroso ringraziare tutti i presenti alla commemorazione di mio padre. Complimenti al sindaco di Vico Equense Buonocore paese dove da…

14 Dic 2018 Vico Equense Redazione

Capri

Ragazzina in fuga dal molestatore: carabinieri e Procura dei minori…

Un inquietante episodio accaduto di sera ad Anacapri I carabinieri della stazione di Anacapri, che hanno ricevuto una specifica delega di…

18 Dic 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capodanno a Capri: ecco gli artisti previsti

E gli eventi in programma il 30 e il 31 dicembre È ormai una tradizione consolidata dell’isola salutare l’anno che sta…

18 Dic 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

La rotta del Capodanno a Ravello: musica italiana in diffusione…

“Porte e finestre aperte” per la voce di Mariella Devia all’Auditorium Niemeyer. In programma anche i concerti di Giovanni Allevi,…

18 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Bonifica ultimata, ma a Furore la strada resta chiusa

Rinviata a domani (salvo imprevisti) la riapertura della Strada Statale 163 Amalfitana Era prevista per la giornata di oggi ma è…

10 Dic 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook