Maltempo: Terra delle Sirene in ginocchio

Una bomba d’acqua si riversa sulla zona di Positano e Vico Equense, ma la pioggia continua incessante anche per la giornata di martedì

Faito

Foto tratta da il mattino.it

 

Terra delle Sirene – E’ bastato un temporale di forte intensità che si è riversato sul crinale dei Monti Lattari tra la costiera amalfitana e quella sorrentina per metterle in ginocchio con una bomba d’acqua che si riversa sulle zone di Positano, Tramonti e Vico Equense.

Foto di Fabio Fusco tratta da ilvescovado.it

Nella cittadina della costiera amalfitana di sono registrati i maggiori danni con intense piogge della scorsa notte, il torrente Rivo dei Mulini ha vomitato fango e detriti che a valle hanno sommerso l’area adibita a deposito mezzi della nettezza urbana. Ma il fango ha sommerso anche la spiaggia grande danneggiando le imbarcazioni adagiate sull’arenile e creando in mare un’enorme chiazza scura, mentre varie case e negozi risultano allagati e le fogne sono esondate. Ma inoltre i ristoranti che sono in prossima della spiaggia hanno dovuto chiudere i battenti. Nella frazione positanese di Montepertuso si teme di rimanere senza acqua per problemi sulla rete idrica e fognaria, intanto si aspetta via mare l’escavatrice  perché il viadotto è inaccessibile. Il sindaco Michele De Lucia ha ordinato, per la giornata del 6 novembre la chiusura delle scuole.

Foto di Fabio Fusco tratta da ilvescovado.it

Ma anche a Tramonti la caduta delle forte piogge non ha lasciato scampo, tronchi, fango e pietre si sono riversati sulla strada interna di Polvica: questo lo scenario che si è presentato nella mattina del 6 novembre dopo le intense piogge che hanno portato a valle detriti ogni genere. Un deposito di materiali edili è stato letteralmente invaso da fango e detriti.

In via precauzionale è stato interdetto il traffico veicolare sul tratto in questione in attesa del ripristino dello stato dei luoghi attraverso la rimozione dei materiali. Sul posto i volontari del nucleo comunale di Protezione Civile.

Le frane e gli smottamenti hanno messo in ginocchio la città di Vico Equense. Le zone dove si sono registrate le maggiori criticità sono quelle collinari e montane. A Faito in molti punti il terreno ha ceduto e grossi massi hanno invaso la carreggiata, e questo è la conseguenza degli incendi che hanno devastato la montagna nel mese di agosto e che ora si sentono in maniera forte. Chiusa al transito veicolare via Nuova Faito. Particolarmente difficoltosa la situazione anche presso la frazione di Massaquano, dove una valanga di detriti proveniente dalla zona alta ha travolto il centro abitato danneggiando le auto parcheggiate. E sempre parlando del Faito a seguito delle rovinose piogge che hanno causato la caduta di una ingente massa di detriti franosi che dalla montagna si sono riversati a valle, che stanno bloccando la viabilità in molte zone del vicano e specialmente nelle frazioni di Moiano e Massaquano, per evitare l’isolamento totale dei residenti del Faito, dei turisti presenti in loco e degli operatori commerciali e per scongiurare che qualcuno imprudentemente si possa avventurare in alternativa sulla strada del versante stabiese, comunque pericolosa ed interdetta alla viabilità, il presidente dell’Ente Parco dei Monti Lattari Tristano dello Joio ha inviato formale richiesta scritta all’ufficio di presidenza EAV affinché fosse prolungato il servizio di Funivia sospeso, così come da programma, proprio nella giornata di ieri 5 novembre.

La risposta del presidente EAV Umberto de Gregorio non si è fatta attendere ed ha dato parere positivo, conferma ed assicura il continuativo funzionamento del servizio ad uso esclusivo dei residenti e degli operatori commerciali per il tempo necessario al ripristino della viabilità della provinciale 269 che collega Vico Equense con il Monte Faito.

Ma intanto in queste ultime ore si sta registrando ancora un forte temporale che sta causando allagamenti lungo le strade con i veicoli in panne e gli automobilisti che non sanno a quale santo rivolgersi. Ed il forte maltempo continuerà ancora per la giornata di martedì.

GISPA

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

I primi 40 anni di Donato Cellini

Una serata all’insegna di qualche sorpresa    Piano di Sorrento – Eppure ci è arrivato agli anta e sono i primi 40…

20 Giu 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Il Comune invita a Meta la turista inglese stuprata

Il sindaco Giuseppe Tito dice a chiare lettere di testimoniare solidarietà alla vittima difendendo l’onore del paese    Meta - Il Comune…

22 Mag 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Meta Primo Piano Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

In manette due ladri di sigarette

Il duo segue l’auto del tabaccaio e nei pressi della tabaccheria gli rubano un pacco contenente 48 stecche di sigarette   Vico…

19 Giu 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

E' scomparsa Lucia del ristorante Aurora

Capri piange un'icona della tradizione gastronomica e della vocazione turistica isolana Non c'è vip, personaggio dello star system, della finanza e…

18 Giu 2018 Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Pakistano di 56 anni portava la cocaina a Capri

Arrestato dalla Polizia poco dopo essere sbarcato sul porto di Marina Grande Nell'ambito dei controlli per la prevenzione e la repressione…

16 Giu 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

De Laurentiis torna nella "sua" Costiera

Domenica di relax per il presidente del Napoli   Da alcuni giorni sono iniziati i Mondiali e la Russia è diventata terra…

18 Giu 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Costa d’Amalfi, trasporti: nasce il biglietto unico “Terra & Mare”

Sinergia fra Travelmar e Sita per favorire l'integrazione della viabilità in costiera Da oggi si potrà visitare la Costiera amalfitana con…

14 Giu 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook