Le mucche e la maledizione del Sud

RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANA
REGISTRIAMO LO SCAMBIO DI OPINIONI TRA LA LETTRICE DEL CORRIERE DELLA SERA ADA E LO SCRITTORE ALDO CAZZULLO DI RECENTE OSPITE A MASSALUBRENSE

Caro Aldo,
il Sud dell’Italia: meraviglioso per bellezze naturali, luoghi che portano i segni delle varie culture della loro storia. E poi: camorra, ’ndrangheta, Sacra Corona Unita, mafia e tanti clan che gestiscono l’illegalità, la corruzione, il traffico di droga, gli omicidi e altro. Nessun governo è riuscito ad annientare tutto questo o, per lo meno, a renderlo meno influente. Con tanta amarezza e anche con tanta rabbia mi viene da pensare: se queste organizzazioni fossero state legali quanti posti di lavoro e quanto bene sarebbe stato fatto per questo nostro amato Sud!
Ada da Bologna

Cara Ada,
Purtroppo i governi hanno talora alimentato la commistione tra economia e criminalità. Altre volte hanno teorizzato la necessità di convivere con la mafia. Altre volte ancora l’hanno combattuta, d’intesa con la magistratura, spesso con successo. Certo, le mafie esercitano un controllo del territorio, che lima le unghie alla piccola criminalità e può costruire consenso sia con il welfare mafioso — redistribuendo sul territorio con varie regalìe una piccola parte del bottino —, sia con la paura. Ma le mafie sono in realtà un formidabile nemico dello sviluppo economico e civile: tengono lontani gli investimenti e «creano posti», come scrive lei, in attività illegali e criminali.
Voglio però prendere spunto dalla sua lettera per raccontarle un viaggio recente che ho fatto nella penisola sorrentina. È un microcosmo felice rispetto ad altre zone della Campania, me ne rendo conto. Ma ho trovato un amore per la propria terra che mi ha molto colpito. Giovani studiosi che recuperano santuari e vestigia archeologiche. Agricoltori orgogliosi dei loro limoneti. Una rete di artigiani che tengono vivi mestieri d’arte. Una tradizione di ospitalità. Ma l’incontro che mi ha colpito di più è quello con Benedetto De Gregorio, a Massa Lubrense. Un allevatore che prepara con le sue mani il cibo per le mucche, fa loro l’analisi del sangue, prepara insieme con i genitori formaggi dop tra cui il leggendario provolone del monaco, e trova pure il tempo per le consegne con la sua Ape rossa. Se gli italiani fossero tutti così, saremmo un paradiso in terra.

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Lutto collega Peppe Spasiano

LA REDAZIONE TUTTA È VICINA AL DOLORE DELL'AMICO E COLLEGA PEPPE SPASIANO PER LA SCOMPARSA PREMATURA DELL'AMATA SORELLA. SENTITE…

22 Lug 2017 Campania Piano di Sorrento Antonio Volpe

Meta

Meta ed Alimuri pulizia dei fondali con i volontari

Rassegna stampa Corso Italia news Il mare, bene prezioso spesso dato per scontato e sempre troppo poco curato sarà il grande…

21 Lug 2017 Campania Italia del Sud Meta Redazione

Vico Equense

Ecco come assistere allo show in prima fila al Social…

La Mostra Internazionale del Cinema Sociale si terrà a Vico Equense dal 23 al 30 luglio   Vico Equense - Quest’anno il…

21 Lug 2017 Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Caso Capilupi, sospesi dal servizio i medici

Erano stati arrestati nel corso dell'operazione di martedì scorso   Capri - Per i medici dell'ospedale Capilupi di Capri arrestati martedì scorso,…

21 Lug 2017 Capri Uncategorized Giuseppe Spasiano

Naufragio tragico al largo di Capri, il racconto dei sopravvissuti.Disperso…

Fonte La Repubblica 15/07/2017 – Due sopravvissuti per miracolo, mentre il terzo uomo non ce l’ha fatta. Il mare fino ad…

15 Lug 2017 Campania Capri Redazione

Positano

Teatri di Carta in scena con il dramma di Medea

A Villa Guariglia prima serata dedicata al teatro del cartellone "Vietri in Scena"    Vietri sul Mare - Martedì 18 luglio alle…

17 Lug 2017 Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

La costiera amalfitana in fiamme

IN DIRETTA dal nostro inviato dalla costiera amalfitana C'è vento molto forte, odore acre nell'aria anche a notevole distanza dalla costa. La…

16 Lug 2017 Positano / Costiera Amalfitana Redazione

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook