La tradizionale processione marinara della Madonna delle Grazie

Alla Marina di Cassano si rinnoverà il connubio tra la Madonna ed i cittadini del borgo marinaro

 

Foto di Giuseppe Spasiano

Piano di Sorrento – Si svolgerà la tradizionale processione marinara della Madonna delle Grazie alla Marina di Cassano e si rinnoverà il connubio tra la Ella ed i cittadini del borgo marinaro.

Da secoli un connubio che è sentito però anche da tutta la cittadina costiera che ne viene coinvolta anche con i suoi abitanti del centro che partecipano con affetto e devozione non solo alla processione che percorre le strade cittadine ma anche alla messa che viene officiata nella basilica di San Michele Arcangelo la domenica della processione.

Il via ai solenni festeggiamenti vengono dati il giorno che ricorre la festa, il 2 luglio, con le celebrazioni eucaristiche che si officiano di buon mattino: ore 6.30, ore 8.00, poi a seguire alle 10.00 con la partecipazione della associazioni marinare. In serata alle ore 20.00 il Santo Rosario e mezzora dopo l’ultima celebrazione eucaristica e l’incoronazione della statua della Stella Maris che è incastonata sul costone.

Durante la settimana c’è la recita del Santo Rosario e la Celebrazione Eucaristica, mentre il sabato che precede l’avvento della processione della domenica successiva, nella seicentesca cappella (la prima edificata nel 1537 fu rovinata da una frana) della Marina di Cassano, la statua della Madonna delle Grazie viene scesa dalla nicchia in cui resta tutto l’anno e viene portata in processione verso il palco per la santa messa. A fine giornata la messa all’aperto presieduta da don Pasquale Irolla, parroco della Basilica di San Michele Arcangelo e dopo la fiaccolata con le soste alla banchina dei pescatori, nei pressi dell’ascensore ed infine al porto turistico.

Foto di Giuseppe Spasiano

La domenica di buon ora, all’alba tutti i partecipanti, sia uomini che donne vestiti di bianco e blu, che sta a significare che non sono ancora sposati, e chi porta la statua della Madonna, si destano per recarsi a prendere parte alla processione. Una volta tutti ben messi in fila, dal molo di sopraflutto alle ore 7,00 si parte percorrendo via Marina di Cassano, si inizia la salita delle rampe che portano ad imboccare il percorso delle strade cittadine. La Madonna delle’Ortensie’ , protettrice degli uomini di mare: pescatori, naviganti, marinai ed un tempo anche costruttori di imbarcazioni e velieri. Quando secoli fa si ingrossava il mare ed i pescatori erano ancora fuori, le donne della marina andavano ad aprire la porta della cappella, perché la Madonna potesse proteggere quegli uomini e ricondurli presto a casa. È detta così perché la sua festa cade nel mese in cui queste fioriscono ed abbelliscono i portoni e vengono fatti cadere al suo passaggio.

Portata a spalla dai marinai copre tutto il tragitto delle strade principali fino a Piazza Cota, dove si officia una breve cerimonia di saluto e poi, riprendendo il percorso, si arriva nella basilica di San Michele Arcangelo intorno alle ore 9.45 circa, dove si celebra la Solenne Messa officiata dal parroco Don Pasquale Irolla. Concluso il rito della santa messa, si riprende il tragitto verso la marina alle 10.45 circa, per poi percorrere in senso inverso le rampe ed intorno alle ore 11.45 circa si ritorna verso il borgo marinaro. La statua grande della Madonna, accompagnata sia dalla complesso bandistico, dal sindaco Vincenzo Iaccarino, dai consiglieri comunali e dai rappresentanti delle autorità militari, quando scende alla marina ed inizia questo suo percorso è salutata sia dai colpi di mortaio che dal suono delle sirene delle varie imbarcazioni.

Arrivata sul molo di sopraflutto è imbarcata su un motopeschereccio d’altura e qui, aspettata da uno stuolo di imbarcazioni, compresi qualche rimorchiatore che spruzza acqua in segno di saluto di benvenuto e le autorità della Capitaneria di Porto che la scortano, inizia il suo percorso per mare che insieme alla piccola statua di un’altra Madonna in una barchetta, trainata da un peschereccio, la porta da Meta a Sorrento. La prima tappa è appunto verso la Marina di Meta per salutare la Madonna del Lauro, poi si rigira la prua e si fa rotta, costeggiando la costa, verso Sant’Agnello per poi arrivare sia a Marina Piccola che a Marina Grande a Sorrento. Nella prima si ci ferma perché la Madonna delle Grazie viene omaggiata dai lavoratori del porto di Sorrento, giacché quando è la festa della Madonna del Soccorso ella va ad omaggiare quella di Marina di Cassano. Poi a Marina Grande si ci ferma per salutare Sant’Anna che è la madre della Madonna, e dagli abitanti del borgo marinaro sorrentino  viene dato un fascio di fiori per omaggiare la Madonna delle Grazie. Dopo si fa rotta verso il porto di Marina di Cassano e la sua statua viene riportata nella cappella della marina.

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Sant'Agostino e Santa Maria a Cerignano, escursione storico naturalistica Fai

Le passeggiate storico naturalistiche di Vincenzo Astarita Gentile amica e caro amico, a settembre scorso proposi delle passeggiate per attirare l'attenzione sulla…

19 Mar 2019 Campania Piano di Sorrento Antonio Volpe

Meta

Meta, riqualificazione delle facciate dei palazzi

Chi la effettuerà sarà esentato dal pagamento del canone di occupazione dei suoli e delle aree pubbliche (Cosap) Meta - Chi…

13 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Museo Mineralogico e Istituto ‘Porta’ uniti nel segno della scienza

Nella mattinata di studi, presentata anche la nuova vetrina museale “Le  geometrie della natura”   Vico Equense - Eccellenze scientifiche vicane e…

09 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Infartuato portato da Capri a Napoli in idroambulanza

Dopo l’indisponibilità dell’elicottero: corsa contro il tempo L’anziano colpito da infarto questo pomeriggio a Capri è stato trasferito in serata a…

21 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Rosa ad Anacapri, conclusa la gara per affidamento lavori

Diventerà museo di Anna Maria Boniello   CAPRI - Si è conclusa la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di recupero architettonico e…

11 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Escursione da Meta a Positano per Arola e Monte Comune

Domenica 24 Marzo 2019 Monti Lattari da Meta a Positano per Arola e Monte Comune (877m) Difficoltà: E DIRETTORE DI ESCURSIONE: MASSIMO CESARO 338…

19 Mar 2019 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

«Basta maxi bus in Costiera», sul web la sfida delle…

Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana Di Mario Amodio   Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana e porre un…

11 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook