La scuola dimenticata dal Governo del cambiamento

SIAMO FORTEMENTE PREOCCUPATI
La scuola sempre più dimenticata
Commento di Alessandro Turchi, dirigente scolastico Associazione Solo Dirigenti
Siamo a nove mesi dalla nascita del Governo, a tre mesi dalla firma di una ipotesi di Contratto decisamente deludente, che vede i dirigenti scolastici sempre più relegati nei bassifondi di una scuola già di per sé poco gratificata, siamo ad un mese dalle infelici dichiarazioni antimeridionali di un Ministro che, a dire il vero, fino a quel momento non aveva fatto parlare di sé. Questa non è una pagina politica e quindi non daremo giudizi su questa compagine, ma certo salta in evidenza che il tema della scuola in questi mesi non è stato mai argomento di discussione, neanche nei dibattiti più marginali. Immigrazione, Reddito di cittadinanza, Manovra economica aggiuntiva, legittima difesa, la cattura di Battisti, gli interessi della Francia in Africa, le trivelle, TAV, TAP, ILVA, chi più ne ha più ne metta, ma della scuola non c’è traccia. Non compare mai negli articoli dei giornali, nelle dichiarazioni, nei tweet, nei commenti su Facebook o nei vari Porta a porta. Sempre più il settore istruzione, ancor più in questo governo, che pure ha un Ministro e un Sottosegretario dirigenti scolastici, è relegato in un cantuccio, lasciando gli operatori della scuola soli e senza orizzonti di significato circa il loro agire quotidiano. Possiamo andare avanti così? Ogni mattina noi dirigenti scolastici troviamo nuove “grane”, situazioni da gestire sempre nuove e sempre indefinite, ogni giorno vengono gettati sulle nostre scrivanie sacchi di materiale di risulta, con l’idea che comunque, in qualche modo, noi dirigenti ce la caveremo. Si sveglia qualcuno al mattino e, di fronte ad un problema complesso immagina subito di scaricarlo sulla scuola. Esempio recente quello dei no wax, con il Ministro dell’Interno che chiede siano comunque ammessi, anche se in deroga. Altro esempio, quello della dispersione scolastica, che d’un tratto le scuole dovrebbero risolvere con qualche bel progetto e qualche convegno di facciata, come se questo fenomeno non abbracciasse e coinvolgesse tutta la società e fosse solo legato agli alunni che frequentano o meno la scuola. Per non parlare del convitato di pietra “sicurezza”, che vede noi dirigenti intenti a tamponare, a transennare, a supplire, a segnalare strutture fatiscenti che non siamo in grado di gestire economicamente. Salvo poi essere responsabili di tutto quello che vi succede. Da una parte, quindi, si scaricano sulla scuola e su chi la dirige, milioni di problematiche, dall’altra un drammatico disinteresse sul dopo, sul come, sul perché. E in mezzo a tutto questo noi dirigenti scolastici, prima ancora che i docenti ed il personale ATA, sommersi da norme su norme, decreti su decreti, spesso con grande confusione di competenze fra organi collegiali e dirigente stesso. E poi le note ministeriali, regionali, provinciali, continue conferenze di servizio spesso inutili, precisazioni, variazioni, vessazioni burocratiche. Si può andare avanti così? E per quanto? E poi per quanti anni ancora la scuola potrà permettersi questo disinteresse generale che pregiudica l’andamento di tutto il sistema Paese? Noi siamo fortemente preoccupati di questa superficialità, di questo disinteresse imperante (spesso fra gli stessi addetti ai lavori) e sollecitiamo tutto il mondo della scuola affinché faccia sentire la propria voce, attraverso i sindacati ed i politici di riferimento. Così non si va da nessuna parte.

Alessandro Turchi SOLO DIRIGENTI

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Piano di Sorrento

Integratori alimentari: tra prescrizione medica e consiglio in farmacia. Convegno…

L’Asmc, Accademia di Scienze Mediche e Chirurgiche, e l’Asfi, Associazione Scientifica Farmacisti Italiani, hanno organizzato un innovativo Incontro Interdisciplinare Medici/Farmacisti,…

21 Mag 2019 Campania Cultura Editoriale Piano di Sorrento Primo Piano Carlo Alfaro

Meta

"Un'altra Meta c'è" incontra i cittadini

Venerdì 10 maggio presentazione itinerante ad Alberi, Casa Starita e Alimuri   Tre grandi obiettivi strategici nel programma, quelli europei di Agenda…

09 Mag 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

La Repubblica del Cibo aprirà Festa a Vico

In arrivo oltre 200 chef da tutta Italia alla corte di Gennaro Esposito, chef due stelle Michelin   Vico Equense - La…

19 Mag 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Andrea Bocelli a sorpresa a Capri

Visita gli scavi di Villa Jovis con la moglie   Andrea Bocelli a sorpresa a Capri. Il cantante e tenore ieri pomeriggio…

23 Mag 2019 Capri Giuseppe Spasiano

Lavoratori dell’Atc protestano contro l’azienda

Alta adesione allo sciopero, sit in nella Piazzetta di Capri Alta adesione allo sciopero del trasporto pubblico sull’isola di Capri, molti…

19 Mag 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Repubbliche Marinare: 1° giugno a Venezia la 64esima Regata Storica.…

Il sindaco di Amalfi contrariato per l'inconsueta decisione: «Mai accaduto che si decidesse la data di una regata solo 40…

20 Mag 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Ferito da fuochi d'artificio all'Avvocata: soccorso notturno con elicottero Aeronautica…

Intervento notturno di una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico della Campania (CNSAS) sul Monte Falesio Intervento notturno di una squadra…

19 Mag 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook