LA MUNNEZZA RESTERA’ ORO PER SEMPRE.LA DENUNCIA DEI MEDICI AMBIENTE

COMUNICATO STAMPA ISDE MEDICI AMBIENTE NAPOLI
“SENZA TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI SPECIALI, CON ZERO IMPIANTI A NORMA INTRAREGIONALI E SENZA TRACCIABILITA’ DEI MANUFATTI LA “MUNNEZZA” RESTERA’ ORO PER SEMPRE!
Premesso che restiamo in vigile e fiduciosa attesa della conclusione delle indagini della Magistratura e stigmatizzando qualunque uso strumentale politico in piena campagna elettorale della indagine giornalistica di FANPAGE sui traffici di rifiuti industriali e tossici, siamo costretti a fare rilevare e a dare massimo risalto alla opinione pubblica che da molti decenni ormai soltanto noi come Associazione Scientifica Medica e come Società civile cerchiamo di mantenere alta l’attenzione sul dato di fatto, evidenziato dalla inchiesta di FANPAGE, cui va il nostro plauso e la nostra totale solidarietà, che nulla era cambiato per il turpe traffico di rifiuti industriali che, anzi, è aumentato di almeno 5 volte in base ai dati ISPRA rispetto agli anni novanta della “munnezza è oro” di Nunzio Perrella!
Non ci ha stupito affatto, quindi, la estrema facilità e addirittura l’evidente “rispetto” come “competente tecnico” con il quale l’ex boss Nunzio Perrella ha ricominciato a tessere la sua turpe “tela imprenditoriale” e le numerose “richieste” da parte del mondo industriale giunte immediatamente al suo telefono sostanzialmente pure con le stesse e immutate modalità operative (truffa del “giro bolla”) che avevano caratterizzato il periodo d’oro degli smaltimenti illeciti degli anni novanta. Periodo d’oro, ma non certo il piu’ lucroso: il piu’ lucroso infatti è quello che stiamo vivendo oggi come , da soli, ripetiamo ormai da alcuni anni!
DA un punto di vista tecnico, risulta infatti chiarissimo, sin dalle prime puntate delle inchiesta di FANPAGE, che la richiesta di smaltimento illecito resta elevatissima e addirittura in incremento per alcune tipologie di rifiuti speciali pericolosi come i fanghi di depurazione anche perché mancano completamente, soprattutto (ma non solo) in regione Campania, idonei impianti di smaltimento a norma! E non lo decide Nunzio Perrella: lo dichiara la relazione ISPRA 2017 sui rifiuti speciali!
Eravamo e restiamo, dagli anni novanta ad oggi, l’unica regione in Europa (!) ad avere tragicamente zero in tutte le caselle per impiantistica a norma per il corretto smaltimento di qualunque tipo di rifiuto speciale, industriale e tossico intraregionale, a cominciare dai pericolosi rifiuti speciali ospedalieri compresi i radioattivi, in tutte le tabelle ISPRA di tutte le relazioni sui rifiuti speciali , industriali e tossici!
Nulla quindi poteva e puo’ cambiare come “richiesta di mercato” da parte degli industriali criminali che vogliono risparmiare su costi di gestione elevatissimi per i conseguenti obblighi di smaltimento extraregionale: così avviene da sempre, ad esempio, per i rifiuti ospedalieri campani!
Soltanto noi, Medici e Scienziati ISDE, lo andiamo ripetendo in tutte le sedi istituzionali, Parlamento compreso, e siamo sempre stati non ascoltati, sottostimati e/o addirittura denigrati dalla politica che non ci considera interlocutori “scientificamente degni” nonostante i nostri curricula siamo di gran lunga migliori dei referenti medici scelti dalle Istituzioni locali! La inchiesta di FAN PAGE rende piu’ chiaro il perche’ anche di questa scelta che vede, ormai da anni, i Medici e gli Scienziati di ISDE MEDICI AMBIENTE esclusi da qualunque tavolo tecnico istituzionale, sia pure, come sempre, a titolo gratuito!
Da un lato ne siamo orgogliosi, dall’altro siamo costretti a dichiarare pubblicamente che la nostra assenza ai tavoli tecnici priva non solo il dibattito scientifico di interlocutori terzi e indipendenti altamente qualificati ma mette a grave rischio la salute pubblica dal momento che l’eccesso irrazionale ed antiscientifico di “negazionismo” sull’obbligato e conseguente danno alla salute pubblica del turpe commercio sui rifiuti industriali e tossici si configura, sin troppo palesemente ormai, come complicità e non semplice quanto legittima sottovalutazione od omissione scientifica.
Come ben prima dell’inchiesta di FAN PAGE abbiamo dichiarato, l’attuale impegno delle Istituzioni a soluzione della tragedia ancora in atto di Terra dei Fuochi, si mostra sempre efficace e determinato solo sugli “ultimi anelli della catena” (i piromani finali) e sempre e solo sulle “vittime” dei rifiuti tossici (pummarole e mozzarelle) ma mai sugli “assassini” veri dei nostri territori: rifiuti speciali, industriali e tossici e manufatti prodotti “a nero” (scarpe, borse e vestiti)!
Pertanto, riteniamo che come unica e concreta “dichiarazione di presunzione di innocenza” da parte della politica che si mostra invece interessata partecipe alla “mensa” di questo crimine di azienda, come lo dichiara la DDA, ( che non puo’ non avere dirette e gravissime conseguenze sulla salute pubblica, e siamo arrivati oggi a meno otto anni di speranza di vita media rispetto ai “soli” meno 2.5 di quando operava il Perrella negli anni novanta!) serva da parte di qualunque politico di qualunque partito sia impegnato in questa campagna elettorale del 2018, la esplicita sottoscrizione di pubblico impegno sui seguenti punti che da anni, con l’ appoggio dei Comitati spontanei di cittadini e soprattutto con la Chiesa della Campania, stiamo riproponendo, inascoltati, a tutela della salute pubblica in Campania:
1) Tracciabilita’ certa dei rifiuti speciali, industriali e tossici (Sistri o similari) ;
2) Corretto smaltimento, realizzazione di impiantistica e controllo degli impianti dei rifiuti speciali , industriali e tossici a cominciare dai rifiuti speciali ospedalieri sempre a zero in Campania ;
3) Tracciabilita’ con chip dei manufatti (scarpe, borse e vestiti) e non solo dei prodotti agroalimentari sulla base del medesimo principio che impone la tracciabilità dei prodotti agroalimentari “Ogni manufatto NON tracciato, è di per se stesso un manufatto INSALUBRE”
4) Lotta alla evasione fiscale favorendo la emersione delle aziende e dei lavoratori “a nero” anche utilizzando strumenti specifici di incentivazione fiscale. Imporre lavoro dignitoso e regolare anche con incentivi fiscali consente infatti non soltanto di ridurre la quota oggi assolutamente eccessiva di smaltimento illegale di rifiuti speciali, industriali e tossici ma anche di contribuire con dignità, attraverso le trattenute previdenziali sul lavoro regolare, alla propria quota per il mantenimento del Sistema Sanitario Nazionale, unico, solidale ed universale come sancito dall’art 32 della vigente Costituzione Italiana.
Napoli li 18 febbraio 2018
DIRETTIVO ISDE MEDICI AMBIENTE NAPOLI
Dr Antonio Marfella, Dr Luigi Costanzo, D.ssa Giuseppina Tommasielli, Dr Gennaro Esposito,
Prof Antonio Giordano

Tagged under

Apologies, but no related posts were found.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Vallone Lavinola una risorsa del territorio

Rassegna stampa Si è svolto un convegno sul Vallone Lavinola.Riportiamo un passo dell'articolo di Gaetano Maresca Blogger La Riviera.…

23 Ott 2018 Piano di Sorrento Redazione

Meta

Parcheggi .Comune ricorre consiglio di Stato

Rassegna stampa META – PARCHEGGI CORSO ITALIA/ IL COMUNE NON CI STA E RICORRE AL CONSIGLIO DI STATO CONTRO LA…

16 Ott 2018 Meta Redazione

Vico Equense

Galleria di Seiano-Pozzano, chiusure notturne per lavori

Interventi di manutenzione sugli impianti tecnologici   Vico Equense – In un comunicato diramato dall’Anas ci saranno delle chiusure notturne della galleria…

20 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Capri, Mezzogiorno d’Italia: invertire la rotta

Il convegno organizzato da Eurapromez sui temi dello sviluppo, del divario economico e sociale   Capri – Si svolgerà il convegno organizzato…

18 Ott 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Fai ‘i luoghi del cuore’: Villa Regina Giovanna e Cappella…

Due siti costieri in lizza nella speciale classifica dei luoghi da proteggere   Cappella di Santa Maria a…

18 Ott 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Cultura Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Malore a turista americana, al Costa d'Amalfi tamponata grave patologia

Nell’hotel ha ravvisato un malore ed è stato chiamato il 118   Una turista americana è giunta ieri sera in codice rosso…

19 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Cadavere sui sentieri di Scala, trovato morto escursionista francese [FOTO]

Un 60enne escursionista di nazionalità francese di cui si erano perse le tracce   La zona Il cadavere di…

14 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook