Gallerie off limits, rivo occluso

La causa una discarica abusiva e perciò è letteralmente esploso proprio tra le due gallerie

 

 Redazione – Qualcosa non andava e si è visto che il rivo era occluso a causa una discarica abusiva e perciò è letteralmente esploso proprio tra le due gallerie che ora sono off limits ed indaga la Procura di Torre Annunziata.

Infatti già da circa qualche settimana la Procura oplontina perché vuol vederci chiaro ed ha aperto un fascicolo sulla vicenda, sul perché queste due gallerie, che sono il bypass veloce per chi deve arrivare nella Penisola Sorrentina, non solo, ma anche per chi a volte vuole raggiungere Positano, alla minima pioggia si allagano. Con ogni probabilità la causa dovrebbe essere, come su scritto, l’occlusione del ‘Rivo Calcarella’ per una discarica abusiva di rifiuti che non facendo passare l’acqua la farebbe prendere un altro percorso non dovuto. Ed alla fine non avendo il suo naturale sbocco essa dove trova un cammino si ci infila, per cui si evince che sia accaduto questo quando quel giorno di novembre ci fu quell’ondata forte di maltempo, e furono allagate le due gallerie.

Non solo, ma si prospetta anche qualche cattiva esecuzione dei lavori e sulle uscite di sicurezza non proprio ‘sicure’.

Così la polizia giudiziaria in forza alla Procura oplontina, si è già attivata avendo acquisito sia della documentazione dal Comune di Castellammare che all’Anas per avviare tutte le verifiche su progetti, lavori e sistemi di sicurezza, mentre i periti saranno nominati nei prossimi giorni.

Ma quello che scaturisce poi da un comunicato dell’Anas, ha anche la sua valenza, perché: “A seguito delle eccezionali precipitazioni dello scorso 6 novembre (come già reso noto da Anas, in esito ai numerosi sopralluoghi e rilievi effettuati) sono stati riscontrati significativi danni – oltre che nei tunnel e nelle cabine di gestione degli impianti elettrici delle gallerie – anche nelle zone attigue al tratto di statale, tra i territori comunali di Gragnano e Castellammare di Stabia.

Il danno maggiore – tra quelli evidenziati da Anas attraverso le ispezioni tecniche – è costituito dal franamento di un tratto di tubazione, di 5 metri diametro, che prima dell’evento meteorico garantiva il deflusso delle acque piovane in corrispondenza della tratta di SS145 “Sorrentina”, causato dal franamento della ripa a valle del torrente ‘Rivo Calcarella’ “.

Comunque l’ente stradale ha sotto controllo la continuità idraulica attraverso l’utilizzo di un sistema di pompe idrovore, mentre in condizioni di straordinarietà si rende necessaria l’interdizione al traffico. Per risolvere il problema da parte sua l’Anas ha studiato e progettato un intervento che consentirà di ripristinare in maniera definitiva la continuità idraulica della tubazione, prevedendone il ripristino ante-evento, ma anche a ripristinare definitivamente gli impianti tecnologici dei tunnel, comprese le cabine di alimentazione elettrica..

Un intervento che dovrebbe costare all’incirca 1mln e 200mila euro, che dovrebbero essere ripartiti così: 700mila euro per il ripristino della tubazione e dello stato dei luoghi e 500mila euro per la riattivazione definitiva degli impianti.

Intanto nel breve tempo ci sarà un incontro tra l’Anas e gli enti locali, presso la Prefettura di Napoli, finalizzato a condividere nel dettaglio, tecnicamente, le modalità di esecuzione degli interventi e le conseguenti tempistiche di ripristino. Dopo questo incontro l’ente stradale sarà più preciso nel dare in quanto tempo si concluderanno i lavori.

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Denuncia del calvario per le fisioterapie

A farla è Gigi Salvi, 47enne costretto sulla sedia a rotelle da una rara forma di amiotrofia, in un video…

24 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, riqualificazione delle facciate dei palazzi

Chi la effettuerà sarà esentato dal pagamento del canone di occupazione dei suoli e delle aree pubbliche (Cosap) Meta - Chi…

13 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Museo Mineralogico e Istituto ‘Porta’ uniti nel segno della scienza

Nella mattinata di studi, presentata anche la nuova vetrina museale “Le  geometrie della natura”   Vico Equense - Eccellenze scientifiche vicane e…

09 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Infartuato portato da Capri a Napoli in idroambulanza

Dopo l’indisponibilità dell’elicottero: corsa contro il tempo L’anziano colpito da infarto questo pomeriggio a Capri è stato trasferito in serata a…

21 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Rosa ad Anacapri, conclusa la gara per affidamento lavori

Diventerà museo di Anna Maria Boniello   CAPRI - Si è conclusa la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di recupero architettonico e…

11 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Escursione da Meta a Positano per Arola e Monte Comune

Domenica 24 Marzo 2019 Monti Lattari da Meta a Positano per Arola e Monte Comune (877m) Difficoltà: E DIRETTORE DI ESCURSIONE: MASSIMO CESARO 338…

19 Mar 2019 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

«Basta maxi bus in Costiera», sul web la sfida delle…

Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana Di Mario Amodio   Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana e porre un…

11 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook