Folgore Massa benedetta dalla Fulgor Tricase

I biancoverdi perdono la gara a centro e deconcentrati nei momenti opportuni

 

 L'immagine può contenere: una o più persone, persone che praticano sport, campo da basket e spazio al chiusoRedazione – Una giornata storta della Folgore Massa che è benedetta dalla Fulgor Tricase, perde la gara a centro ed è deconcentrata nei momenti opportuni non ben francobollando i decisi e cinici tricasini.

Se il buongiorno si vede dal mattino, sembra essere stato così, perché qualche segnale negativo lo si intravedeva già dalle prime schermaglie: massesi che tentennavano con schiacciate murate e ricezioni offuscate. Ma il male dei biancoverdi, che poi lo è stato per tutta la gara e che è stata l’arma vincente dei rossoblù, è il non riuscire a chiudere a centro le ficcanti e terribili palle che hanno fatto molto male. Tutto si è risolto al tie break dopo che si è vista un’alternanza dei set: il primo a favore, ma solo per il rotto della cuffia, dei salentini che giocando a viso aperto e senza timori reverenziali, e tenendo sempre sulla corda i locali, l’ha spuntavano ai vantaggi. Dopo un inizio barcollante dei biancoverdi: ricezione cupa e Tricase bene a segno a centro, le battute di Scialò e Ferenciac davano qualche scossa, Ferrini scriveva la sua firma schiacciando, e c’era il ribaltone. Mister De Giorgi chiamava il timeout che portava a riequilibrare la gara che veniva giocata tatticamente anche chiamando formazione. Ma nel finale ai vantaggi ed al cardiopalma l’ha spuntavano i rossoblù.

Il secondo parziale si vedeva una Folgore più decisa e concentrata che riusciva a chiudere qualche sbavatura, specie con Ferenciac da zona 4, mentre Ferrini metteva a segno un colpo da biliardo fermando con una mano una palla tesa ospite. La Fulgor era dura a morire ed i costieri in qualche fase sembravano sfasati, ma le battute di Aprea con Scialò che rincarava la dose, li portavano ben decisamente avanti. Mister De Giorgi doveva ricorrere al timeout, la gara si ravvivava con qualche scambio lungo ed avvincente, poi c’era il giallo a Ferrini che non cambiava nulla, se non che mister Esposito la diagonale. Ferenciac stacca deciso diagonalmente e Scialò agisce di classe ed il set e ad appannaggio dei biancoverdi.

Non così quello successivo che li vede andare a zonzo senza sapere dove: i problemi sono sempre a centro dove la squadra di mister De Giorgi trova terreno fertile per infierire e prende il largo. Mister Esposito per fermare tutto questo chiama il timeout, ma la decisa Fulgor non tira i remi in barca e ben veleggia con il vento in poppa, con decisione specie in attacco (Muccio e Marzo) ma non è da meno nelle ricezioni difensive (Pellegrino e Dal Monte). I costieri sono in ambasce e finiscono imbarcati.

Non nel quarto parziale che li vedono riaccendere la luce nonostante che dopo un buon inizio fanno riequilibrare la gara che risulta sempre avvincente: Ferenciac secco e deciso, e difesa ben concentrata che difendeva anche con qualche buona ricezione in tuffo. Il Tricase si faceva prendere in panchina dal nervoso per qualche decisione non condivisa e prendeva il rosso che dava un ulteriore punto di vantaggio ai costieri. L’incontro finiva di vivacizzarsi ma ormai il dado era tratto.

Come lo è stato al tie break che ha visto i locali cercare di tenere botta ma sempre venivano trafitti centralmente, mister Esposito chiamava il timeout che però serviva a poco, il muro ospite era un’arma vincente e con il passare dei minuti svanivano le speranze dei biancoverdi che dovevano alzare bandiera bianca contro una Fulgor decisa, concentrata a mai doma.

Ora il campionato resterà fermo per la sosta pasquale e dopo la ripresa per un finale di stagione che inizia con la trasferta di Leverano, in casa della capolista.

 

CAMPIONATO PALLAVOLO SERIE B/MASCHILE – GIRONE B – 9^ GIORNATA

SNAV FOLGORE MASSA –  FULGOR TRICASE  2-3

(27-29, 25-21, 16-25, 25-19, 9-15)

SNAV FOLGORE MASSA: Ferrini, Ferenciac, Cuccaro, Deserio, Denza (L1), Scialò, Aprea, Evangelista, Amitrano, Pontecorvo (L2), Miccio, Cormio. Della Mura.

Coach: Nicola Esposito.

FULGOR TRICASE: Muccio, Marzo, Tridici, D’Alba, Melfi, Malinconico (L2), Pelegrino D, Pellegrino G, Sodero, Cassiano, Dalmonte, Bisanti (L1).

Coach: Michele De Giorgi.

1° Arbitro: Francesca Lisi (Alatri).  2°Arbitro: Tommaso Diana (Frosinone).   

Serata serena e fresca, spalti gremiti.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Denuncia del calvario per le fisioterapie

A farla è Gigi Salvi, 47enne costretto sulla sedia a rotelle da una rara forma di amiotrofia, in un video…

24 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Meta, riqualificazione delle facciate dei palazzi

Chi la effettuerà sarà esentato dal pagamento del canone di occupazione dei suoli e delle aree pubbliche (Cosap) Meta - Chi…

13 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Museo Mineralogico e Istituto ‘Porta’ uniti nel segno della scienza

Nella mattinata di studi, presentata anche la nuova vetrina museale “Le  geometrie della natura”   Vico Equense - Eccellenze scientifiche vicane e…

09 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Infartuato portato da Capri a Napoli in idroambulanza

Dopo l’indisponibilità dell’elicottero: corsa contro il tempo L’anziano colpito da infarto questo pomeriggio a Capri è stato trasferito in serata a…

21 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Rosa ad Anacapri, conclusa la gara per affidamento lavori

Diventerà museo di Anna Maria Boniello   CAPRI - Si è conclusa la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di recupero architettonico e…

11 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Escursione da Meta a Positano per Arola e Monte Comune

Domenica 24 Marzo 2019 Monti Lattari da Meta a Positano per Arola e Monte Comune (877m) Difficoltà: E DIRETTORE DI ESCURSIONE: MASSIMO CESARO 338…

19 Mar 2019 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

«Basta maxi bus in Costiera», sul web la sfida delle…

Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana Di Mario Amodio   Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana e porre un…

11 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook