Erasmo Genzini, da Gragnano al successo con la fiction “Sotto copertura 2”

Arriva la notorietà ed ora inizia a fare i conti con essa

 

Immagine correlata

Foto tratta da YouReporter

 Di Claudia Esposito

 

Sorrento – È nata una stella. Erasmo Genzini, 26 anni, originario di Gragnano ancora non ci crede. Grazie al personaggio di Nicola Sasso, da lui interpretato nella fiction “Sotto copertura 2” andata in onda con ottimi consensi su Rai Uno qualche settimana fa, il giovane attore nostrano sta iniziando adesso a fare i conti l’improvvisa notorietà derivante dall’essere il personaggio del momento. Un debutto importante, impegnativo, in una serie che parla di camorra in prima serata sulla rete ammiraglia del servizio pubblico. Un ruolo, il suo, basato su un personaggio realmente esistito, Salvatore Lo Russo, camorrista, poi collaboratore di giustizia, che consentirà la cattura del boss di Casapesenna Michele Zagaria. Genzini ha interpretato quindi il personaggio chiave di tutta la vicenda, appassionando il pubblico anche per la sua tormentata storia d’amore con Agata, la figlia del boss, interpretata da Alejandra Onieva. L’astro nascente del teleschermo, proprio per questo esordio col botto, è stato anche insignito a Sorrento nel corso del “Fashion Gold Party”, l’evento organizzato da Alfonso Somma, patron dell’agenzia “Moda Gold”, che è diventato occasione per scambiare due chiacchiere.

Erasmo, pur essendo giovanissimo, hai iniziato a studiare recitazione tanti anni fa…

“È vero, ho iniziato quando avevo 8 anni in una scuola di Castellammare di Stabia”.

Il tuo personaggio, Nicola Sasso, ha fatto appassionare tutti in “Sotto copertura 2”, eri la chiave della storia. Una grandissima interpretazione per un grandissimo debutto su Rai Uno. Cosa hai provato ad avere questo battesimo del fuoco così importante?

“È stata un’emozione indescrivibile. A volte, quando riguardo la serie o mi fermano in strada per complimentarsi, mi imbarazzo in una maniera incredibile e mi chiedo se sia possibile. Non è un punto di arrivo ma una partenza, continuerò a studiare e lavorare sodo ma dopo tanti anni di sacrificio è un obiettivo raggiunto”.

Il tuo personaggio incarna il pentimento, il riscatto, la collaborazione con la giustizia. Quanto credi sia importante un personaggio del genere, col suo messaggio, per sensibilizzare le coscienze contro la criminalità?

” È fondamentale perchè spesso vediamo la legittimazione della camorra più che dello Stato. “Sotto copertura” ha raccontato ambedue le parti, un po’ di camorra, un po’ di Stato con la vittoria finale dello Stato e questo è importantissimo. Il mio personaggio è stato di rilievo perchè ha lanciato un messaggio bello ed importante, sono orgoglioso e contento di averlo interpretato io”.

Nella serie c’è anche una bellissima storia d’amore, anche se tormentata che lascia con l’amaro in bocca… Avresti preferito un finale diverso?

“Avrei voluto un finale diverso, c’è stata una modifica nell’ultima scena della serie che non sapevo e l’ho visto solo in tv. Sono rimasto di stucco che è terminato in questo modo. La gente mi chiede “ma tu e Agata che fine avete fatto?”, l’importante è che il messaggio sia stato lanciato. Nicola è scappato verso la libertà, lei è stata messa in salvo, questo era l’obiettivo della produzione, trasmettere un messaggio di speranza”.

Hai detto tu stesso che “Sotto copertura 2” rappresenta un punto di partenza. Ti posso chiedere se già ci sono state delle chiamate importanti, hai progetti futuri in cantiere?

“Ho avuto chiamate importanti da registi importanti, di questo ne vado molto orgoglioso perchè non me lo aspettavo. Non mi aspettavo nemmeno che uscisse così la serie. Progetti decisi non ce ne sono ancora. Adesso c’è la pausa natalizia, non resta che attendere l’inizio dell’anno”.

Se potessi scegliere, punteresti più sul cinema o sulla tv?

“Non punto su nulla, io voglio lavorare, voglio stare sul set, che sia di cinema o di televisione non importa. Anche il teatro va bene perchè mi piace qualsiasi cosa che sia recitata”.

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Firenze : Mostra di arte Premio Brunelleschi.

Grande affluenza di pittori e di amanti delle arti a Firenze in occasione del Premio Brunelleschi che ha visto l'inaugurazione…

23 Gen 2018 Cultura Piano di Sorrento Adele

Vico Equense

‘Allah, San Gennaro e i tre kamikaze’ a Vico Equense

La presentazione del libro di Imperatore rientra nell’ambito della kermesse “L'incanto del Natale”    Vico Equense - La presentazione del libro di…

02 Gen 2018 Campania Cronache d'Italia Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Muri abusivi in villa a Capri

Denunciati proprietari e architetto di Anna Maria Boniello Continua l'operazione antiabusivismo dei Carabinieri della stazione di Capri, coordinati dal capitano Marco La…

21 Gen 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Alla scoperta della cerchia muraria di Sorrento

Operazione sulla conoscenza delle antiche mura di Sorrento   Sorrento - Continua l'operazione conoscenza sulle antiche mura in cui c’era la Sorrento…

18 Gen 2018 Campania Capri Cultura Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Colto da infarto 62enne di Positano

Trasportato in eliambulanza all'ospedale di Salerno Trasferimento in eliambulanza all'ospedale di Salerno per un 62enne di Positano giunto stamani al Costa…

23 Gen 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Tentano truffa ad Amalfi, turiste spagnole nei guai

  Due turiste spagnole in vacanza ad Amalfi sono state denunciate per tentata truffa ai danni del Comune. A smascherare il ragiro…

18 Gen 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook