‘Domenica delle Palme’: inizia la Settimana Santa

In costiera sorrentina il via ai riti tra tradizione e folklore

 

Costiera sorrentina – Ci siamo, con la ‘Domenica delle Palme’ inizia la Settimana Santa in costiera sorrentina che da il via ai riti tra tradizione e folklore. Risultati immagini per settimana santa in costiera sorrentina 2017

Gli anni passano ma lo spirito è sempre quello: la fede e la devozione che avvolge gli abitanti di questa terra che da tantissimi anni, in questa settimana che ricorre tra i mesi di marzo ed aprile, si mette in cammino per esprimere nelle processioni quello che sentono nei loro cuori.

Ed anche in quest’anno tutto è stato messo in opera con una certa alacrità, già dall’inizio dell’anno, non solo per quelle rappresentazioni scenico-teatrali della passione di Cristo, dal tradimento di Giuda alla morte che si svolge per le strade cittadine, ma anche per le solenni processioni che sono il culmine di tanti preparativi che effettuano le varie confraternite, le varie parrocchie e chiese in cui si espongono i vari ‘Sepolcri’.

La ‘Domenica delle Palme’ celebra il trionfale ingresso di Gesù Cristo a dorso di un asina nella città di Gerusalemme, osannato dalla folla che lo salutava agitando in festa rami di alberi di palma. Durante questa domenica in penisola sorrentina vi è la benedizione di rametti di ulivo e di palma adornati con colorati confetti e nastrini per conservarli durante tutto l’anno come simbolo di pace che viene anche scambiato con parenti e amici.

Dal lunedì al venerdì Santo sono numerose le rappresentazioni locali e religiose tra le quali spiccano quella del lunedì Santo denominata ‘Via Della Croce’ di Meta e quella del mercoledì della ‘Rappresentazione Storica della Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo’ a Piano di Sorrento, ovvero  le rappresentazioni scenico teatrali della passione di Cristo, dal tradimento di Giuda alla morte che si svolgono per le strade delle due cittadine con oltre 200 figuranti.

Ma quello che tutti aspettano dopo questi due eventi che fanno da battistrada, sono le processioni degli incappucciati, che sono tramandate da generazione in generazione ed affondano le loro radici al lontano 1500.

La processioni in penisola sorrentina non hanno una data certa, sono ricollegabili senza alcun dubbio all’antica consuetudine del mondo confraternale sin dal suo sorgere, esse ebbero sicuramente un notevole impulso durante la dominazione spagnola nel Regno di Napoli, ma la consuetudine di andare in processione in preghiera cantando salmi nel Giovedì Santo e di visitare gli Altari della Reposizione, i ‘Sepolcri’ come ancora oggi impropriamente si dice, è antichissima e risale a molti secoli addietro. Le confraternite si dividono questo compito, secondo le loro antiche consuetudini, visitando gli Altari la sera del Giovedì Santo, dopo le funzioni liturgiche nella Chiesa parrocchiale, o nella notte tra il giovedì ed il Venerdì Santo, portando in processione, in tal caso, anche la statua della Madonna Addolorata che simboleggia nella tradizione popolare la Madre alla ricerca del Figlio caduto nelle mani dei suoi carnefici.
La processione del Cristo Morto si svolge dopo le funzioni liturgiche del Venerdì Santo, al tramonto ed in passato era organizzata generalmente dalle Chiese parrocchiali che invitavano le confraternite a parteciparvi. In alcune parrocchie l’organizzazione della processione era ed è tuttora compito, per antica tradizione, di una particolare confraternita.

Tra il giovedì e il venerdì Santo sono oltre venti le processioni che si svolgono in tutti i comuni della penisola sorrentina, le più comuni sono quelle ‘bianche’ e quelle ‘nere’, ma tra di esse ne spicca una che è unica in tutto il territorio costiero: quella ‘rossa’ della frazione di Trinità di Piano di Sorrento. Unica perché il colore del saio è rosso.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Pini Villa Fondi. ..in due si salvano dalla motosega

Rassegna Stampa AGORÀ Ricorderete il provvedimento d’urgenza con cui il Sindaco Vincenzo Iaccarino ordinò all’Ingegnere Graziano Maresca il taglio di ben…

16 Giu 2017 Campania Piano di Sorrento Redazione

Meta

Meta, morto in mare ed auto in fiamme

Un uomo è colto da malore mentre nella notte va in fuoco una 500    Meta – In poche ore due avvenimenti…

21 Giu 2017 Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Abbiamo il depuratore ma ancora c'è tanto da fare per…

di Raffaele Attardi La Grande Onda Tutte le carenze denunciate dalla nota inviata dal Comune di Vico alla regione Campania hanno…

15 Giu 2017 Vico Equense Redazione

Capri

Veronica Maya, balli e canti con Guido Lembo

Parentesi vacanziera prima del ritorno in Rai   Veronica Maya, balli e canti alla taverna Anema e Core di Capri. Prima di…

16 Giu 2017 Capri Uncategorized Giuseppe Spasiano

Capri: bagnate le scale della Piazzetta

La cittadina isolana imita Firenze per non far sedere i turisti per bivaccare   Capri – Ed anche la cittadina isolana imita…

14 Giu 2017 Capri Giuseppe Spasiano

Positano

Il Galeone di Amalfi cede in curva

Sull’Arno i costieri non tengono il ritmo dei genovesi    Redazione – Non ce l’ha fatta il Galeone amalfitano sull’Arno che cede…

18 Giu 2017 Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

17 e 18 giugno Regata Repubbliche Marinare a Pisa

Ecco il programma completo   Pubblicato il programma completo della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare che si volgerà a Pisa il 17…

16 Giu 2017 Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook