Dirigenti scuola al nuovo ministro collaborazione e proposte concrete

ECCO LE DUE INTERVISTE RILASCIATE DAL SEGRETARIO NAZIONALE ATTILIO FRATTA ALL’AGENZIA ADNKRONOS

Scuola: Dirigentiscuola a Governo, attuare pienamente autonomia

 

 

Roma, 18 giu. (AdnKronos)

(Ste/AdnKronos)

“Pieno dispiegamento dell’autonomia scolastica, liberata dai sempre più crescenti lacci e lacciuoli burocratici e del tutto distonici rispetto allo scopo pure scolpito nella norma di diritto positivo: progettare, attuare e rendicontare percorsi sistematici di istruzione di qualità generalizzata e socialmente apprezzabile”. E’ quanto chiede Dirigentiscuola, sindacato professionale già rappresentativo della dirigenza scolastica ed ora nella più vasta area dirigenziale Istruzione e Ricerca.

Questo, spiega all’Adnkronos il segretario Generale Attilio Fratta “implica prioritariamente la valorizzazione di tutte le figure operanti nella comune impresa e dunque il riconoscimento delle professionalità, a partire dal dirigente, preposto alla guida delle istituzioni scolastiche, loro unico rappresentante legale e responsabile del servizio erogato; dando corpo a quel che pare l’unanime, ma fin qui sterile, intendimento di sgravarlo di adempimenti impropri, nella rincorsa delle tante emergenze lontane dai processi d’insegnamento-apprendimento, e dunque farne il fulcro di una comunità professionale attiva ed inclusiva, aperta al territorio, caratterizzata da un forte spirito cooperativo, orientata verso didattiche innovative, sede privilegiata di emancipazione civile e culturale delle nuove generazioni”.

Da qui, prosegue Fratta l’auspicio che il nuovo Governo “voglia anzitutto riconoscere a quella che, di fatto, è stata fin qui considerata figlia di un dio minore la dignità di una dirigenza vera, sotto il duplice profilo economico e normativo. E che si determini a renderla agibile, incardinando nelle istituzioni scolastiche un middle management, ovvero figure intermedie di comprovata specifica professionalità, sia sul versante della didattica che sul servente apparato amministrativo dell’odierno ufficio di segreteria; dato che – evidenzia – il dirigente scolastico è l’unico dirigente italiano a tutto tondo e onniscente, che deve sapere di pedagogia, di organizzazione aziendale, di psicologia, di contabilità, di relazioni sindacali, di gestione del personale, di anticorruzione, di gestione dei sinistri scolastici, di polizze assicurative, di gare e appalti, di finanziamenti comunitari, di contratti pubblici, di relazioni con gli enti locali poco collaborativi (e sovente latitanti e arroganti), di accesso e trasparenza, di privacy e gestione di dati sensibili, oltre a relazionarsi ogni giorno con docenti, alunni e genitori sempre più invasivi: con il correlato coacervo di responsabilità civili, amministrative e penali”.

Secondo Fratta, inoltre “va costituita una struttura di coordinamento delle Direzioni generali del ministero e rispettive articolazioni: la sola che si interfacci con le istituzioni scolastiche affinché non siano sommerse da plurime, e non di rado contraddittorie, richieste di dati, documenti, monitoraggi et similia, spesso imposti all’ultimo momento e spesso già posseduti dall’Amministrazione”. “Infine – conclude Fratta – si deve porre un freno all’emanazione di circolari, note, risposte a FAQ; che invece di chiarire reali o presunte disposizioni oscure della norma primaria finiscono per complicare e/o gratuitamente appesantire l’azione del dirigente scolastico, mentre gli va lasciato un margine di libertà interpretativa per una decisione motivata che è sua e solo sua: perché, davanti un giudice, risponderebbe solo lui”.

 

Scuola: Dirigentiscuola, contro violenze a prof fuori luogo indulgenze e bontà d’animo

Fratta, Amministrazione deve costituirsi parte civile a fianco dei suoi servitori

 

Roma, 18 giu. (AdnKronos)

(Ste/AdnKronos)

No ad indulgenze e bontà d’animo nei confronti di chi si rende responsabile di aggressioni nei confronti dei docenti. Ne è convinto il segretario generale di Dirigentiscuola, Attilio Fratta che evidenzia come “gli insegnanti, così come i dirigenti scolastici, sono, sui rispettivi territori, l’incarnazione di un’Amministrazione lontana e astratta, dunque le persone fisiche su cui si scaricano tutte le irrisolte criticità del sistema e le frustrazioni rancorose di adulti e loro pargoli, anche alimentate dal linguaggio violento e spicciativo di chi pure occupa i più alti gradi istituzionali”.

“Fatta questa doverosa premessa politically correct – sottolinea Fratta all’Adnkronos – ritengo che debba trovare un punto d’arresto quell’esasperata funzione pedagogica che vorrebbe caricarli in via esclusiva del compito di redimere l’umanità intera. E che, se ha ancora valore il principio di responsabilità in una società che vuol dirsi civile, siano fuori luogo indulgenze e bontà d’animo. A fronte di offese, ingiurie e violenza fisica consumate da chi ritiene di doversi fare giustizia da sé – ribadisce il segretario generale di Dirigentiscuola – c’è, e dev’esserci, la tutela penale per chi le subisce. Anche nei confronti di soggetti quattordicenni, come da codice. E – conclude Fratta – deve costituirsi parte civile l’Amministrazione a fianco dei suoi servitori e per la pari tutela del suo buon andamento e della sua imparzialità, oltre che per il danno all’immagine”.

 

 

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Matera2019 e la LFC aderiscono al Premio Penisola Sorrentina

Saranno presenti il presidente dell’organizzazione materana ed il direttore della Lucana Film Commission   Redazione - La Fondazione Matera2019 e la Lucana Film Commission hanno aderito…

24 Set 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

A Meta un romanzo a quattro mani: “Vorrei che fosse…

Al Lido Marinella Miriam Candurro, nota e talentuosa attrice e Massimo Cacciapuoti scrittore  Redazione - Si terrà lunedì 3 settembre 2018…

31 Ago 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Giancarlo Siani una piazza nella sua Vico Equense

Ragazzi, oggi sono particolarmente fiero e soddisfatto di rappresentare la nostra grande famiglia perché abbiamo contribuito nel nostro piccolo a…

25 Set 2018 Campania Cronache d'Italia Vico Equense Redazione

Capri

Rispettata in pieno l’allerta meteo

Ferme per il vento forte molte corse dei collegamenti marittimi con Capri Mare agitato E' stata rispettata in…

25 Set 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

"Drogata e violentata a Capri": la manager francese conferma le…

E ricostruisce la vicenda davanti ai magistrati napoletani che conducono l'inchiesta Davanti ai magistrati napoletani che conducono l'inchiesta, una manager francese…

22 Set 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Maiori, storie, luoghi e musica: un week end in Costiera…

Un weekend alla scoperta di un piccolo gioiello della Costiera Amalfitana Locandina dell'evento Maiori - Un weekend alla…

25 Set 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vietri sul Mare, XIII edizione de "La Festa dei Boccali"

Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di ceramica e di collezionismo   Locandina della manifestazione Vietri sul Mare -…

21 Set 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook