Commemorato il 25 aprile, l’anniversario della Liberazione

Una giornata da non dimenticare dopo una guerra sanguinosa e fratricida con migliaia di morti

 Immagine correlataRedazione – Una giornata ed una data da non dimenticare dopo una guerra sanguinosa e fratricida con migliaia di morti, il 25 aprile, l’anniversario della Liberazione.

In questo giorno che rappresenta quello della liberazione dall’occupazione e dall’oppressione tedesca e dei fascisti, dobbiamo ricordarci che la libertà conquistata con lo spargimento del sangue di molti, è un bene da tenersi ben stretto. Dopo quell’8 settembre del 1943, quando l’Italia firmò l’armistizio con gli alleati, iniziò un dramma, che lo era già prima con i bombardamenti alleati, con gli ex alleati tedeschi perché considerarono gli italiani dei traditori. Tanti cittadini della patria italica furono dapprima deportati nei campi di concentramento, nei quali subirono le pene più atroci, come la goccia sulla testa e poi furono bruciati nei forni crematori per occultarne l’esistenza. Ma in tanti furono fucilati per rappresaglia poiché se un soldato tedesco veniva ucciso lo dovevano essere 10 italiani, e l’esempio palese che abbiamo è quello delle Fosse Ardeatine, dove trovarono la morte 335 civili e militari italiani, prigionieri politici, ebrei o detenuti comuni. Trucidati a Roma il 24 marzo 1944 dalle truppe di occupazione tedesche come rappresaglia per l’attentato partigiano di via Rasella, compiuto il 23 marzo da membri dei GAP romani, in cui erano rimasti uccisi 33 soldati del reggimento ‘Bozen’ appartenente alla Ordnungspolizei dell’esercito tedesco.

Ma possiamo citare altri fatti di cronaca dell’epoca che parlano di eccidi verso civili e militari: la strage di Marzabotto, l’eccidio di Sant’Anna di Stazzena, per citarne solo quelle più famose, di quelle 400 che ne furono messe in atto tra l’8 settembre del ’43 e l’aprile del 1945.

Con tante commemorazioni in molte città italiane, tra cui quelle della costiera sorrentina, si è celebrata questa giornata, poi diventata festa nazionale, per ricordare che quegli anni di guerra non potranno e non devono essere dimenticati dai posteri.

Perché una cosa del genere non avvenga mai più, anche se la mente corre a quello che sta accadendo nella martoriata Siria, dove di interessi sotto ce ne sono molti.

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Vallone Lavinola una risorsa del territorio

Rassegna stampa Si è svolto un convegno sul Vallone Lavinola.Riportiamo un passo dell'articolo di Gaetano Maresca Blogger La Riviera.…

23 Ott 2018 Piano di Sorrento Redazione

Meta

Parcheggi .Comune ricorre consiglio di Stato

Rassegna stampa META – PARCHEGGI CORSO ITALIA/ IL COMUNE NON CI STA E RICORRE AL CONSIGLIO DI STATO CONTRO LA…

16 Ott 2018 Meta Redazione

Vico Equense

Galleria di Seiano-Pozzano, chiusure notturne per lavori

Interventi di manutenzione sugli impianti tecnologici   Vico Equense – In un comunicato diramato dall’Anas ci saranno delle chiusure notturne della galleria…

20 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Capri, Mezzogiorno d’Italia: invertire la rotta

Il convegno organizzato da Eurapromez sui temi dello sviluppo, del divario economico e sociale   Capri – Si svolgerà il convegno organizzato…

18 Ott 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Fai ‘i luoghi del cuore’: Villa Regina Giovanna e Cappella…

Due siti costieri in lizza nella speciale classifica dei luoghi da proteggere   Cappella di Santa Maria a…

18 Ott 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Cultura Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Malore a turista americana, al Costa d'Amalfi tamponata grave patologia

Nell’hotel ha ravvisato un malore ed è stato chiamato il 118   Una turista americana è giunta ieri sera in codice rosso…

19 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Cadavere sui sentieri di Scala, trovato morto escursionista francese [FOTO]

Un 60enne escursionista di nazionalità francese di cui si erano perse le tracce   La zona Il cadavere di…

14 Ott 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook