Circum, riconosciuti gli stupratori dell’ascensore

La 24enne di Portici li ha identificati e davanti agli inquirenti la sua è stata una testimonianza forte e lucida

 Immagine correlata

Redazione – La 24enne di Portici ha riconosciuto gli stupratori dell’ascensore della stazione della Circumvesuviana  e davanti agli inquirenti la sua è stata una testimonianza forte e lucida.

Il trio, tutti tra i 19 e 18 anni, avevano già tentano una volta in modo violento e brutale, un tentativo di violenza purtroppo non denunciato dalla vittima, così quando l’hanno rincontrata ci hanno riprovato ed il tentativo è andato a buon fine.

Ritrovandola nella stazione hanno finto di essere amici, chiedendo il suo perdono, provando a riparare l’offesa ed è stato l’inizio dell’incubo, nel vano ascensore per i portatori di handicap, in una sorta di anfratto ricavato tra scaloni e ringhiere metalliche della stazione sangiorgese, hanno perpetrato il loro misfatto.

La studentessa di buona famiglia, amante del teatro e pienamente inserita nel contesto civile napoletano, quando è stata ‘liberata’ è tornata nella zona dei binari, si è seduta su una panchina ed ha iniziato a piangere, un ragazzo le si è avvicinato l’ha aiutata a contattare la madre. Davanti agli inquirenti la giovane porticese ha motivato che era senza forze, non riusciva neppure ad urlare, era annientata dalla paura, temeva che la picchiassero, era completamente incapace di reagire. In sintesi quello che ha raccontato agli inquirenti ma è stata una testimonianza forte, lucida, che ha fatto leva anche sulle immagini ricavate dalle telecamere della stazione e su alcune fotografie ricavate da Facebook. Dopo poco tempo l’inchiesta macina i primi sviluppi ed all’alba il trio di San Giorgio (Alessandro Sbrescia, Raffaele Borrelli, Antonio Cozzolino), finisce in cella, accusati di violenza sessuale di gruppo, per giunta nei confronti di una ragazza fragile, molto delicata, quindi in condizioni di difesa minorata.

L’inchiesta portata avanti dai pm firmano la richiesta di convalida degli arresti e poi ci sarà il faccia a faccia dei tre presunti stupratori con il gip, che potranno difendersi e dimostrare la propria innocenza di fronte ad accuse tanto gravi.

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Sant'Agostino e Santa Maria a Cerignano, escursione storico naturalistica Fai

Le passeggiate storico naturalistiche di Vincenzo Astarita Gentile amica e caro amico, a settembre scorso proposi delle passeggiate per attirare l'attenzione sulla…

19 Mar 2019 Campania Piano di Sorrento Antonio Volpe

Meta

Meta, riqualificazione delle facciate dei palazzi

Chi la effettuerà sarà esentato dal pagamento del canone di occupazione dei suoli e delle aree pubbliche (Cosap) Meta - Chi…

13 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Museo Mineralogico e Istituto ‘Porta’ uniti nel segno della scienza

Nella mattinata di studi, presentata anche la nuova vetrina museale “Le  geometrie della natura”   Vico Equense - Eccellenze scientifiche vicane e…

09 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Infartuato portato da Capri a Napoli in idroambulanza

Dopo l’indisponibilità dell’elicottero: corsa contro il tempo L’anziano colpito da infarto questo pomeriggio a Capri è stato trasferito in serata a…

21 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Villa Rosa ad Anacapri, conclusa la gara per affidamento lavori

Diventerà museo di Anna Maria Boniello   CAPRI - Si è conclusa la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori di recupero architettonico e…

11 Mar 2019 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Escursione da Meta a Positano per Arola e Monte Comune

Domenica 24 Marzo 2019 Monti Lattari da Meta a Positano per Arola e Monte Comune (877m) Difficoltà: E DIRETTORE DI ESCURSIONE: MASSIMO CESARO 338…

19 Mar 2019 Campania Positano / Costiera Amalfitana Antonio Volpe

«Basta maxi bus in Costiera», sul web la sfida delle…

Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana Di Mario Amodio   Una petizione per rendere vivibile la Costiera Amalfitana e porre un…

11 Mar 2019 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook