Catturato pirata della Savina Caylyn

Era arrivato in Italia su un barcone ed aveva chiesto lo status di rifugiato

 

Risultati immagini per savina caylyn

Foto tratta da Sky TG24

Piano di Sorrento – Si era imbarcato su un barcone ed era arrivato in Italia ed aveva chiesto lo status di rifugiato così è stato bloccato uno dei pirati della Savina Caylyn.

Era tra quei 60 pirati che si erano avvicendati quando la petroliera era stara sequestrata nel 2011 davanti alle coste somale e la tennero per 11 mesi nei quali contro i 22 membri dell’equipaggio, di cui i 5 italiani, che vessarono e seviziarono quei poveri marittimi. Tra questi in molti ricordano Gianmaria Cesaro di Piano di Sorrento e Giuseppe D’Alessio di Pompei, che dopo tutto quello che subirono, dormendo anche a terra sulla rovente lamiera di ferro, furono liberati dietro un riscatto di 11,5 mln di dollari.

Come si ricorda il sequestro avvenne l’8 febbraio del 2011 quando la petroliera stava navigando davanti alle famigerate coste somale del golfo di Aden ed un barchino con questi pirati la assalì sparando con un lanciarazzi Rpg e con delle armi automatiche. Una volta messa in pratica la loro prima azione, passarono alla seconda salendo a bordo e ne presero il controllo e dal quel momento ne fecero di tutti i colori: pestaggi, minacce di esecuzione e torture.

Nel contempo tutto questo bailamme fece si che l’armatore napoletano della compagnia Fratelli D’Amato Spa giungesse al pagamento del famigerato riscatto chiesto dai sequestratori: 11,5 mln di dollari, che fu pagato e lanciato dal cielo in tre tranche, che poi sarebbero servito per finanziare l’organizzazione terroristica islamista somala Al Shabaab. Che oggi sembra essere semimorta ma che è sempre in azione con kamikaze o compiendo degli attentati.

Mohamed Farah, 24 anni, questo il nome del somalo che è stato fermato nel centro della cittadina nissena da agenti dell’ufficio immigrazione e portato nel Cpr su disposizione del questore Giovanni Signer ed a cui sono state prese le impronte digitali. Una volta fatto questo sono state messe a confronto con quelle recuperate sulla petroliera e da li è stato predisposto il fermo da parte dal pm romano Francesco Scavo, che poi dovrà essere confermato dal Gip di Caltanissetta. Il giovane somalo dopo essere ‘sbarcato’ aveva presentato richiesta di asilo al Centro accoglienza richiedenti asilo (Cara) di contrada Pian del lago, ma non di residenza nella struttura. Questo aveva insospettito l’ufficio immigrazione, che faceva partire i primi controlli e dopo gli esperti dei carabinieri confermavano con certezza che le impronte erano corrispondenti con quelle trovate sulla nave ed è scattato il fermo, al quale ha preso parte la Digos di Roma.

E’ accusato di atti di pirateria, sequestro con finalità di terrorismo e detenzione illecita di armi da guerra.

 

 

GISPA

 

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Per chi è ‘na bona furchetta, cannelloni al ragù

Il primo prototipo di cannellone forse lo si fa risalire all’Ottocento    Costiera sorrentina – Non è molto sicura l’origine di questo…

20 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

Con banconota falsa azzardano a comprare gratta e vinci

Tre 16enni lo provano nella tabaccheria della stazione ricalcando il film di Totò ma poi sono denunciati    Meta - Tre 16enni…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Meta Uncategorized Giuseppe Spasiano

Vico Equense

Vico Equense, momenti concitati su treno della Circum

Un cittadino dell’Est Europa rifiuta di acquistare un biglietto ed è stato portato in caserma   Vico Equense – Ci sono stati…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Ennesimo incidente stradale sulla via che collega il Porto con…

Auto esce fuori strada e finisce in un fondo sottostante, per fortuna nulla di grave per la donna alla guida Poteva…

22 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Giuseppe Spasiano

Abusivismo, a Capri i vertici dei carabinieri

Per fare il punto sulle attività di indagine di Anna Maria Boniello   CAPRI - Carabinieri in prima linea nella lotta all'abusivismo edilizio…

16 Feb 2018 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Nuova destinazione per il convento San Domenico di Maiori

Una scuola di alta formazione turistica Una scuola di alta formazione professionale di management turistico. È quanto immaginato dall'Amministrazione comunale di…

22 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Una nuova mappa turistica per Amalfi

Il Consorzio degli albergatori premia le strutture di qualità Sette percorsi di visita che, oltre agli itinerari classici, propongono esperienze insolite…

17 Feb 2018 Campania Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook