Bentornata Piedigrotta celebra a Napoli la storia della sua cultura musicale

Il 30 settembre e 1 ottobre 2017, sold-out al Teatro Augusteo, uno degli storici teatri di Napoli, con momenti di panico al botteghino per la ressa di pubblico (ben 1200 persone!), per BENTORNATA PIEDIGROTTA – III EDIZIONE, rievocazione in forma scintillante e teatrale, a cura di Leonardo Ippolito, grande cultore della tradizione musicale partenopea, della più celebre e antica delle manifestazioni canore napoletane, la festa di Piedigrotta.

Le origini della festa si fanno risalire al 1731, quando i pescatori originari del posto presero a riunirsi annualmente nella zona del Santuario (edificato nel 1353 come centro della devozione alla Madonna del borgo marinaro) per costituire la “confraternita dei pescatori marinari di Chiaia”, incaricata di assistere alle processioni della festa di Santa Maria della Grotta, organizzando per l’occasione canti e musiche. La festa, alla quale partecipavano anche i reali e i dignitari del regno, assunse dei contorni trionfali allorquando nel 1744 re Carlo III decise di introdurre una parata militare e una luculliana “abbuffata” pomeridiana, oltre alla pratica dei “maritaggi”, nei quali venti fanciulle nubili di umili origini, le “zite”, erano sorteggiate per sfilare in tutta la città sui carri allegorici fino al Palazzo Reale, dove ricevevano una dote dal sovrano. La musica ha rappresentato sempre un elemento portante dei festeggiamenti, con l’intervento di tutti i più famosi artisti e autori della città.  Dal 1952 si decise di organizzare in occasione della festa il “Festival della Canzone napoletana”, in cui venivano presentate in concorso le ultime uscite musicali. La storica festa è stata organizzata fino ai primi anni ‘80.

Lo spettacolo proposto all’Augusteo è stato sapientemente costruito per far rivivere agli spettatori le atmosfere e il fascino della tradizione musicale popolare, radice della nostra cultura, attraverso un impianto scenico-narrativo “alla vecchia maniera”, basato sul più classico clichè del “varietà” e con una scenografia, affidata alla premiata ditta Criscuolo, senza particolari espedienti tecnici moderni, ma con i fondali d’epoca, l’immagine della Chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, le luminarie della festa sul boccascena.

Sul palco, guidati da una coppia riconosciuta quale maestra del patrimonio macchiettistico-musicale partenopeo, Lello Pirone, attore napoletano piccolo nella statura quanto grandissimo nello spessore, e Natalia Cretella, effervescente dea della beltà mediterranea, il meglio degli interpreti attuali della napoletanità, in uno spettacolo brioso, allegro, coinvolgente, di ben tre ore, che mira a divertire ed intrattenere, ma al contempo svolgere un’importante operazione storico-culturale di recupero del patrimonio dell’antica Piedigrotta, che vide tra i suoi protagonisti i più prestigiosi autori, cantanti e attori della tradizione artistica napoletana.

In una carrellata ininterrotta e crescente sono passate, tra il visibilio del pubblico di ogni età, che con applausi a scena aperta, cori e standing ovation ha dimostrato a più riprese un calore spontaneo e smisurato agli artisti, le canzoni indimenticabili della storia della musica napoletana, suonate da un’impareggiabile orchestra dal vivo diretta dal Maestro Ginetto Ferrara, e magistralmente interpretate da artisti dalle voci straordinarie come Christian Moschettino, Francesco Viglietti, Enzo Esposito, Luca Esposito, Carlo Liccardo, Giampietro Ianneo, Marilù Russo, Fabiana Russo, Alessia Cacace, e la gloria carottese Francesca Maresca, sempre più proiettata nello scacchiere nazionale.Completano il quadro perfetto le coreografie di Francesco D’Anna per il balletto “Bentornata Piedigrotta” con sei validissimi elementi, gli sbrilluccicanti costumi di Antonietta Rodo, capaci di sottolineare l’epoca storica delle canzoni eseguite, l’apporto di luci e fonica di Ciro Michele ed Enrico Napolitano. Grande catarsi collettiva delle intense emozioni vissute nel finale con l’omaggio a Totò nel cinquantesimo anniversario della morte, con l’esecuzione del brano “Malafemmena” da parte degli artisti assieme al pubblico in sala.

Questo tipo di operazioni artistiche merita plauso e sostegno, perché mette assieme in modo eccelso professionalità, tradizione, cultura, intrattenimento e divertimento, meritando l’aggettivo “nazional-popolare”, che nel gennaio 1987 fu oggetto di polemica dell’allora presidente della Rai, Enrico Manca, contro Pippo Baudo, al timone di Fantastico 7, ma declinato nel senso più alto del termine, cioè di profondamente ed autenticamente “nostro”.

Testo e foto Carlo Alfaro

Tagged under

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

La kermesse ‘Un mare di cultura’ a Piano di Sorrento

Un tour itinerante di 5 giorni attraverso le aree marine protette della Campania   Foto tratta dal diario…

10 Ott 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Uncategorized Giuseppe Spasiano

Meta

GRANDE VITTORIA AVV. LUIGI ALFANO

Una grande vittoria per l'avvocato Luigi Alfano, noto legale Sorrentino ora anche cassazionista sempre dalla parte dei deboli. È di…

03 Ott 2017 Campania Meta Antonio Volpe

Vico Equense

Bloccati dai CC malintenzionati stranieri

Nelle loro auto sono stati trovati arnesi da scasso   Vico Equense – Non erano venuti in costiera sorrentina per una gita…

18 Ott 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Per Fabio Testi nuovo matrimonio

Dopo le nozze ad Anacapri si prepara a dire ancora una volta sì ad Antonella Capri  - Nozze bis per Fabio…

18 Ott 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Europa Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

La foto choc: delfino morto davanti ai Faraglioni

Un testimone: "Solo quest'anno ne ho visti tre nelle acque di Capri, tutti deceduti" Capri - Un delfino morto nelle acque…

12 Ott 2017 Campania Capri Cronache d'Italia Italia del Sud Uncategorized Giuseppe Spasiano

Positano

Vasto incendio sovrasta Praiano

Si teme per le case sottostanti   Foto tratta da positanonews.it  Redazione – Si sta sviluppando in queste ultime…

14 Ott 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

Ravello, Silvio è il protagonista alle nozze della cognata [FOTO]

Bagno di folla e strette di mano   E matrimonio fu. L'attesissima cerimonia che ha unito per sempre Marianna Pascale e Carlo Pasquale…

13 Ott 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Positano / Costiera Amalfitana Giuseppe Spasiano

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook