Il 1° maggio, tra segni di crisi e preoccupazioni per l’economia della costiera sorrentina

di Rosario Fiorentino
Queste settimane ci sono alcuni indicatori economici e turistici che ci indicano una certa fibrillazione dei grafici. Mi riferisco al boom dei beb ed una contrazione delle presenze negli alberghi a 4 e 5 stelle. I motivi sono molteplici ma ciò che ti fa riflettere il silenzio dei giornaletti locali e dei quotidiani. Un silenzio preoccupante e ingiustificato di giornalisti e pseudo tali che scrivono di tutto e ripetutamente ti somministrano proposte dati presenze e arrivi con vittorie e risultati lusinghieri ma poi stranamente dimenticano volutamente di analizzare dati e grafici che pongono interrogativi e lasciano il mondo del lavoro con il fiato sospeso anche perché appena in circolo ci sta solo il sentore di crisi si fanno contratti a termine per un mese e chi massimo per tre come sta accadendo in diversi gruppi alberghieri e del turismo. Anche in questo caso dimenticando non solo che agiscono contro legge ma che operano oltre la bord line e che a tirar troppo la corda si spezza. La Federalberghi oramai un gigante con i piedi di argilla cavalca un asino e non un cavallo di razza.

Quest’anno il 1° maggio lo si vive in trepidazione per i focolai di guerra sparsi sul pianeta, per un ambiente e territorio sempre più massacrato e per il dilagare di una nuova caduta di stile della politica con inchieste che lasciano presagire scene non edificanti delle istituzioni.In questo scenario la lotta e la mobilitazione dei lavoratori stagionali del turismo sembra poca cosa ma in realtà resta una delle punte strategiche di chi intende porre la dignità della persona umana nel calendario delle priorità della lotta sindacale. Un segmento del mercato del lavoro vitale.Per l’economia e per le famiglie.Famiglie messe in ginocchio dalla crisi e dal Governo che ha tagliato del 50% il periodo della indennità di disoccupazione.Con una inadeguata politica delle Istituzioni in materia di turismo e di lavoro e con la Federalberghi che invece di puntare il dito contro il Governo ,la Regione e gli enti bilaterali che macinano milioni e milioni di euro continua nel mettere in difficoltà i lavoratori che con stenti ed enormi sacrifici arrivano a fine mese. Che festa del primo maggio puo’ mai essere? Nonostante tutto la lotta continua impegnando questi mesi a preparare la manifestazione nazionale di novembre a Roma. Quel giorno sarà per tutti noi il 1° maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Piano di Sorrento

Inchiesta Tribunale Santa Sede indagato carottese

Rassegna Stampa Vicotime Piano di Sorrento agli onori della cronaca nazionale. Purtroppo, questa volta, non per meriti turistici o per le bellezze…

21 Lug 2017 Campania Cronache d'Italia Italia del Sud Piano di Sorrento Redazione

Meta

Meta ed Alimuri pulizia dei fondali con i volontari

Rassegna stampa Corso Italia news Il mare, bene prezioso spesso dato per scontato e sempre troppo poco curato sarà il grande…

21 Lug 2017 Campania Italia del Sud Meta Redazione

Vico Equense

Ecco come assistere allo show in prima fila al Social…

La Mostra Internazionale del Cinema Sociale si terrà a Vico Equense dal 23 al 30 luglio   Vico Equense - Quest’anno il…

21 Lug 2017 Uncategorized Vico Equense Giuseppe Spasiano

Capri

Caso Capilupi, sospesi dal servizio i medici

Erano stati arrestati nel corso dell'operazione di martedì scorso   Capri - Per i medici dell'ospedale Capilupi di Capri arrestati martedì scorso,…

21 Lug 2017 Capri Uncategorized Giuseppe Spasiano

Naufragio tragico al largo di Capri, il racconto dei sopravvissuti.Disperso…

Fonte La Repubblica 15/07/2017 – Due sopravvissuti per miracolo, mentre il terzo uomo non ce l’ha fatta. Il mare fino ad…

15 Lug 2017 Campania Capri Redazione

Positano

Teatri di Carta in scena con il dramma di Medea

A Villa Guariglia prima serata dedicata al teatro del cartellone "Vietri in Scena"    Vietri sul Mare - Martedì 18 luglio alle…

17 Lug 2017 Positano / Costiera Amalfitana Uncategorized Giuseppe Spasiano

La costiera amalfitana in fiamme

IN DIRETTA dal nostro inviato dalla costiera amalfitana C'è vento molto forte, odore acre nell'aria anche a notevole distanza dalla costa. La…

16 Lug 2017 Positano / Costiera Amalfitana Redazione

Inline

Seguici su Facebook

Inline

Seguici su Facebook